GROTTAFERRATA, POMPILI: “BENE APPROVAZIONE LINEE GUIDA PER APPLICAZIONE LEGGE REGIONALE N 27/1990”

GROTTAFERRATA, POMPILI: “BENE APPROVAZIONE LINEE GUIDA PER APPLICAZIONE LEGGE REGIONALE N 27/1990”

28/06/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 805 volte!

“Sono molto sod­dis­fat­to di annun­cia­re che nel­la sedu­ta odier­na il con­siglio comu­nale di Grotta­fer­ra­ta ha approva­to a mag­gio­ran­za le Linee Gui­da per l’applicazione del­la Legge Regionale del Lazio n. 27 del 9 mar­zo 1990 rel­a­ti­va ai “Con­tribu­ti sug­li oneri di urban­iz­zazione a favore degli enti reli­giosi per gli edi­fi­ci des­ti­nati al cul­to. Inter­ven­ti region­ali per il recu­pero degli edi­fi­ci di cul­to aven­ti impor­tan­za stor­i­ca, artis­ti­ca od arche­o­log­i­ca”. A dir­lo, in una nota stam­pa, il con­sigliere comu­nale di Grotta­fer­ra­ta e pres­i­dente del­la com­mis­sione con­sil­iare “Lavori Pub­bli­ci e Infra­strut­ture”, Fed­eri­co Pompili.

Che, poi, sot­to­lin­ea: “Quel­lo approva­to oggi è un testo forte­mente volu­to dal­la nos­tra ammin­is­trazione e atte­so da tem­po dai pos­si­bili ben­e­fi­cia­ri. Un testo che ha avu­to un iter pro­ce­du­rale com­p­lesso ma con­di­vi­so, arriva­to dopo numerose sedute con­giunte delle com­mis­sioni “Lavori Pub­bli­ci” e “Urban­is­ti­ca”. In questo con­testo, vor­rei ringraziare tut­ti i mem­bri delle due com­mis­sioni che, con impeg­no e com­pe­ten­za, han­no dato un impor­tante con­trib­u­to alla stesura del doc­u­men­to, approva­to oggi dal con­siglio comunale”.

Il con­sigliere Pom­pili, infine, aggiunge: “Con la delib­era odier­na, il Comune di Grotta­fer­ra­ta deter­mi­na, nell’ambito del bilan­cio di pre­vi­sione, un appos­i­to stanzi­a­men­to per il finanzi­a­men­to del­la spe­sa, indi­vid­u­a­ta in misura per­centuale, delle somme introi­tate a tito­lo di urban­iz­zazione sec­on­daria derivan­ti dai per­me­s­si di costru­ire. Finanzi­a­men­ti che potran­no essere uti­liz­za­ti dagli enti reli­giosi, che ne faran­no richi­es­ta, per nuove opere, come attrez­za­ture ed impianti di urban­iz­zazione sec­on­daria e per il restau­ro, manuten­zione, ripristi­no, ristrut­turazione, con­ser­vazione, mes­sa a nor­ma impianti, adegua­men­to igien­i­co san­i­tario, abbat­ti­men­to bar­riere architet­toniche, adegua­men­to dei req­ui­si­ti acus­ti­ci pas­sivi e con­teni­men­to con­su­mi ener­geti­ci, ampli­a­men­to e adegua­men­to di quelle del­la stes­sa natu­ra già esisten­ti negli edi­fi­ci des­ti­nati al culto”.