Al via la prima edizione di Roma Folk Festival con tanti ospiti!

Al via la prima edizione di Roma Folk Festival con tanti ospiti!

16/04/2024 0 Di Carola Piluso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 149 volte!

Roma ospi­ta la pri­ma edi­zione del Roma Folk Fes­ti­val e Stazione Bir­ra è la sede prescelta per tut­ti gli even­ti stra­or­di­nari e uni­ci pro­posti dal­la man­i­fes­tazione. Il Fes­ti­val parte pro­prio oggi 16 aprile ed è prog­et­to vinci­tore di Avvi­so Pub­bli­co pro­mosso da Roma Cap­i­tale in col­lab­o­razione con Zètema Prog­et­to Cul­tura. 

L’evento, di cui Radio Rock è media part­ner, si pone l’obiettivo di creare una rasseg­na in cui pos­sano trovare spazio le ani­me del folk. Artisti di rilie­vo si susseguiran­no così nelle ser­ate del 16–17-18 e 22–23-24 aprile.

Davide Van De Sfroos e i Modena City Ramblers ospiti del Roma Folk Festival

Il 16 aprile aprirà il fes­ti­val DAVIDE VAN DE SFROOS. Attual­mente impeg­na­to in un tour nei teatri ital­iani e svizzeri,  porterà sul pal­co brani stori­ci del­la sua trenten­nale car­ri­era e le can­zoni del suo ulti­mo prog­et­to discografi­co Manoglia.

A seguire, il 17 aprile il Roma folk fes­ti­val ospi­ta i RISERVA MOAC. Band nata dal folk ma che ben presto, influen­za­ta da suoni, parole e rit­mi del mon­do, ha dato orig­ine ad un carat­ter­is­ti­co e per­son­ale sound che spazia dal­la World al Balkan, all’Irish, alla Patchanka.

Sem­pre il 17 si esi­birà, inoltre, il PARTO DELLE NUVOLE PESANTI, stor­i­ca band cal­abro-bolog­nese, che darà vita ad un con­cer­to. Qui la tradizione musi­cale cal­abrese si fonde con quel­la mediter­ranea, con incur­sioni di brani dell’ultimo album Sot­tomon­di.

Il 18 aprile, anco­ra, DARIO SANSONE, leader del­la stor­i­ca band napo­le­tana Foja, porterà in sce­na, accom­pa­g­na­to da un “ensem­ble” eccezionale, un nuo­vo viag­gio musi­cale in cui le radi­ci partenopee e i suoni del mon­do si fon­dono. Al roma folk fes­ti­val por­ta inedi­ti e vec­chie can­zoni del suo reper­to­rio.

La set­ti­mana suc­ces­si­va, il 22 aprile, alla Stazione Bir­ra sarà la vol­ta dei GANG, la band folk rock marchi­giana dei fratel­li Sev­eri­ni, Mari­no e San­dro, nata agli inizi degli anni ‘80.

Arric­chi­ran­no ulte­ri­or­mente la ser­a­ta del 22 I LUF, un “bran­co” di musicisti che arrivano da espe­rien­ze diverse e che insieme han­no cre­ato un impat­to sonoro forte, con una grande impronta folk-rock.

Alberto Bertoli chiude il festival

Il 23 aprile a salire sul pal­co toc­cherà ai MODENA CITY RAMBLERS, stori­co grup­po emil­iano atti­vo dal 1991 con una car­ri­era di oltre trent’anni costel­la­ta di suc­ces­si in Italia e in Europa. Nel 2022 han­no cel­e­bra­to Appun­ti Par­ti­giani, dis­co d’oro del 2005, in un tour che oltre all’Italia. In più di 40 date ha toc­ca­to anche Sudafrica, Spagna, pas­san­do per lo Sziget Fes­ti­val di Budapest. A giug­no del­lo scor­so anno è usci­to Altomare, il loro ulti­mo dis­co arriva­to ad oltre sei anni di dis­tan­za dal prece­dente album di inedi­ti.

L’ultimo giorno del fes­ti­val, il 24 aprile, alla Stazione Bir­ra arriver­an­no i FOLKABBESTIA. Grup­po dal­lo stile incon­fondibile che trae ispi­razione dal­la tradizione ital­iana spazian­do dal folk al rock.

Infine il 24 com­pleterà la line-up ALBERTO BERTOLI, che porterà in sce­na Due voci intorno al fuo­co, un emozio­nante dial­o­go vir­tuale in musi­ca tra lui e suo padre, Pierange­lo Bertoli.

Related Images: