Castel Gandolfo. IncontrArte: affollata inaugurazione di un modulo originale con Arte, Solidarietà e contatto col centroamerica

Castel Gandolfo. IncontrArte: affollata inaugurazione di un modulo originale con Arte, Solidarietà e contatto col centroamerica

07/04/2024 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1052 volte!

Dan­za del­la cul­tura con­tad­i­na Maya del­la sem­i­na e del rac­colto


Ven­erdì 5 aprile, nel pomerig­gio dal cli­ma dolce a Cas­tel Gan­dol­fo, nel­la piaz­za (del­la Lib­ertà) anti­s­tante i Palazzi Pon­tif­i­ci e il Palaz­zo Comu­nale, una rap­p­re­sen­tan­za guatemal­te­ca ha salu­ta­to autorità e cit­ta­di­ni inter­venu­ti per l’occasione di “Incon­trArte” nel­la maniera più imme­di­ata­mente osserv­abile: una dan­za, sem­plice e anti­ca, del­la cul­tura Maya, rap­p­re­sen­tante la sem­i­na e la rac­col­ta nei campi. E’ sta­ta apprez­za­ta l’esecuzione lenta e ver­i­tiera e la nat­u­ralez­za dei gesti e del­la core­ografia. Questo momen­to è sta­to il “bigli­et­to da visi­ta” all’ingresso del­la mostra che è ospi­ta­ta nel­la sala con­sil­iare del noto comune lacus­tre inti­to­la­ta a Mar­cel­lo Cos­ta.

Una delle opere esposte: ques­ta è di Patri­cio Moli­na


L’attività esposi­ta pro­pos­ta si com­pone di alcu­ni momen­ti carat­ter­iz­zan­ti: da un lato il ruo­lo orga­niz­za­ti­vo e di divul­gazione del­la cul­tura guatemal­te­ca, man­i­fes­ta­to anche con la pre­sen­za del­la Con­sole del Guatemala pres­so la San­ta Sede Doris Queza­da; dall’altro il ruo­lo espres­sa­mente di coin­vol­gi­men­to cul­tur­ale, inter­es­san­do molti artisti sia guatemal­techi, del cen­troamer­i­ca e ital­iani, che Bren­da Estra­da, cura­trice dell’evento ho uni­to nel­la pro­pos­ta; da un altro anco­ra, il lavoro sol­i­dale pro­pos­to dal­la Fon­dazione Gio­van­ni Cam­paniel­lo — La Fon­dazione che ha come final­ità prin­ci­pale lo svol­gi­men­to di inter­ven­ti a sosteg­no di per­sone con dis­tur­bi del­lo spet­tro autis­ti­co attra­ver­so l’offerta di attiv­ità idonee ad attuare le con­dizioni per la real­iz­zazione del “dopo di noi”.

Una delle opere esposte: autrice Sonia De Nico­la


Nel­la realtà dei Castel­li Romani, la Fon­dazione ha in essere il prog­et­to Autismo Cre­ati­vo Gen­zano che prevede un pre­sidio di psi­coter­apia indi­vid­uale e di grup­po e lo svol­gi­men­to di lab­o­ra­tori di cuci­na, grafi­ca, fotografia, pit­tura e ogget­tis­ti­ca cre­ati­va; l’obiettivo prin­ci­pale è quel­lo di ori­entare il per­cor­so lavo­ra­ti­vo dei parte­ci­pan­ti, attra­ver­so la val­oriz­zazione delle abil­ità comu­nica­tive e sociali e di creare situ­azioni di conc­re­ta inclu­sione sociale. E per l’ASOCIACIÓN DAMAS ITALIANAS DE GUATEMALA, L’As­so­ci­azione delle Dame Ital­iane in Guatemala è un ente che sosene i bam­bi­ni guatemal­techi e le loro famiglie, garan­ten­do il benessere del Cen­tro Diurno Dios con Nue­stros, a Mezquital (zona 12), dove ci sono 210 bam­bi­ni dal­l’asi­lo fino ai 6 anni di età e The Nazaret Asi­lo Nido, ad Alame­da (zona 18), che con­ta 157 bam­bi­ni dal­la pri­ma infanzia. Per rispon­dere anche a ques­ta esi­gen­za di con­cretez­za nell’essere sol­i­dali, l’evento si com­pone sia del­la mostra artis­ti­ca dei pit­tori inter­venu­ti, sia di una “parete artis­ti­ca di lavori di autori autis­ti­ci”, così come di alcu­ni prodot­ti — gad­get e ali­men­ta­ri con­fezionati — da pot­er essere acquis­ta­ti.

Una delle opere esposte: autore Jime­na Gon­za­les Teja


Le ven­tuno opere esposte, una per ogni artista parte­ci­pante, sono dei seguen­ti autori: Bren­da Estra­da, Bren­da Caste­jon, Car­men Con­tr­eras Colon, Enrique Cay, Jime­na Gon­za­lez Teja, Joel Batz, Mere Godoy, Muña Olyslager, Patri­cia Jimenez, Rocio Vil­lanue­va, Sebasan Lopez Duran, Luisa De Ayau, Mafer Gar­cia Pel­le­cer, Sil­via Echev­er­ria e Patri­cio Moli­na, Anna De Ange­lis, Daria Leahu, Elis­abea Bertul­li, Lezia Cav­al­lo, Daniela Pra­ta e Sonia De Nico­la.

Una delle opere esposte: autrice Daniela Pra­ta


Oltre agli ospi­ti delle asso­ci­azioni e del­la Fon­dazione, c’erano ospi­tan­ti ed han­no svolto il salu­to di ben­venu­to, riman­dan­do anche a futuri rap­por­ti di col­lab­o­razione e inter­scam­bio cul­tur­ale, il sin­da­co di Cas­tel Gan­dol­fo Alber­to De Ange­lis, accom­pa­g­na­to dal Vice Sin­da­co Cris­tiano Bavaro, del­l’Asses­sore Francesca Bar­bac­ci Ambro­gi com­po­nen­ti del­la Giun­ta.
La mostra resterà aper­ta, con ingres­so gra­tu­ito, fino a domeni­ca 14 aprile.

Autorità e ospi­ti pri­ma del­l’in­gres­so inau­gu­rale del­la mostra Incon­trArte

Related Images: