Marino/S. M. Mole, da Sabato a BiblioPop visitabile l’originale Mostra “La Resistenza delle Donne”. Grande successo culturale e politico attorno alla serata per il 25 Aprile con Carlo Corsetti per Gabriella Degli Esposti “Balella”

Marino/S. M. Mole, da Sabato a BiblioPop visitabile l’originale Mostra “La Resistenza delle Donne”. Grande successo culturale e politico attorno alla serata per il 25 Aprile con Carlo Corsetti per Gabriella Degli Esposti “Balella”

21/04/2024 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1350 volte!

Il prof. Car­lo Corset­ti inter­viene sul suo libro “Sav­ina rac­con­ta Balel­la” a Bib­liopop, di fian­co Ugo Ono­rati, vicepres­i­dente del­la sezione Anpi Mari­no


Dal sito uffi­ciale del­la sezione ANPI “Aure­lio Del Gob­bo” di Mari­no, si pos­sono leg­gere i ringrazi­a­men­ti per la bel­la, inten­sa, vera gior­na­ta di ieri a Bib­liopop: “Gra­zie a tut­ti col­oro che oggi han­no segui­to la pre­sen­tazione del libro del prof Car­lo Corset­ti su una delle fig­ure più sug­ges­tive del­la Resisten­za, la par­ti­giana Gabriel­la degli Esposti, medaglia d’oro al val­or mil­itare alla memo­ria, orren­da­mente sevizia­ta a morte nel dicem­bre 1944. La tes­ti­mo­ni­an­za del­la figlia Sav­ina Rever­beri sug­li ulti­mi giorni di vita del­la madre e sull’arresto è sta­ta par­ti­co­lar­mente emozio­nante e coin­vol­gente.”, così scrive uffi­cial­mente la locale orga­niz­zazione gui­da­ta da Anna­maria Scialis. Gior­na­ta che ha dato il via alla mostra “Le donne del­la Resisten­za” e la spie­gazione di un mag­nifi­co libro , ”Sav­ina rac­con­ta Balel­la”, la vita del­la par­ti­giana Gabriel­la degli Esposti attra­ver­so il rac­con­to del­la figlia, otti­ma­mente pre­sen­ta­to da Ugo Ono­rati, vicepres­i­dente Anpi Mari­no, e dall’autore, prof. Car­lo Corset­ti. Le donne pre­sero parte a pieno tito­lo alla Resisten­za civile e si dis­tin­sero dagli uomi­ni per i modi e la qual­ità del­la loro parte­ci­pazione. Oltre a portare e dis­tribuire le provviste e gli indu­men­ti ai par­ti­giani, si occu­parono di dis­tribuire il mate­ri­ale di pro­pa­gan­da clan­des­ti­no, le armi e le munizioni, orga­niz­zare gli scioperi nelle fab­briche, curare i fer­i­ti, iden­ti­fi­care i cadav­eri, assis­tere i famil­iari dei cadu­ti, dare un rifu­gio ai fug­gi­tivi. Il loro oper­a­to fu eccezionale e di por­ta­ta stor­i­ca e molte, arrestate e tor­tu­rate, furono ammaz­zate dalle milizie nazi fas­ciste. Negli inter­roga­tori sep­pero opporre una stren­ua resisten­za alle pres­sioni e tor­ture per non tradire i par­ti­giani. 19 sono state insignite del­la medaglia d’oro al val­or mil­itare.

Parte del­la mostra “Le Donne del­la Resisten­za” a Bib­liopop in occa­sione del 25 Aprile 2024


La mostra fotografi­ca illus­tra vita pas­sioni e tes­ti­mo­ni­anze a Bib­liopop in via Bassi ‚San­ta Maria delle Mole. Mari­no e resterà aper­ta fino al 27 aprile. Tut­ti i giorni dalle 17.00 alle 19.00. Molti i parte­ci­pan­ti inter­venu­ti anche oltre i con­fi­ni comu­nali, come ad esem­pio la sezione Anpi Lanu­vio rap­p­re­sen­ta­ta dal pres­i­dente Anto­nio Giglio. I salu­ti inziali, non rit­u­ali ma di sostan­za sono sta­ti svolti dal pres­i­dente di Bib­liopop, Ser­gio San­ti­nel­li, che ha com­men­ta­to sia il tem­po buio in cui siamo immer­si a causa di uno strisciante, per­ma­nente, rig­ur­gi­to di fas­cis­mo. Inoltre ha dato let­tura di una poe­sia ded­i­ca­ta a Balel­la, ver­ga­ta parec­chio tem­po fa e pre­sente in un libro di poe­sie che un con­cor­rente, Clau­dio Cal­darel­li, del Pre­mio Moby Dick orga­niz­za­to da Bib­liopop, ci ha invi­a­to non appe­na venu­to a conoscen­za dell’iniziativa.

La pag­i­na con la poe­sia ded­i­ca­ta a Balel­la, scrit­ta dal poeta Clau­dio Cal­darel­li, pre­sente in un suo libro antecedente questo even­to


Quin­di è segui­ta una det­tagli­a­ta vis­i­tazione del libro e del­la mostra da parte di Ugo Ono­rati con rilievi stori­ci che han­no inquadra­to il momen­to 1944/1945, l’area di rifer­i­men­to appen­ni­no mod­e­nese e pia­nu­ra Padana, e i per­son­ag­gi pro­tag­o­nisti Gabriel­la degli Esposti, Bruno Rever­beri le loro figlie e Sav­ina in par­ti­co­lare. Da Sav­ina, pre­cisa­mente dal suo volu­mi­noso lavoro, un libro di sei­cen­to pagine incen­tra­to sul­la madre Gabriel­la, parte l’illustrazione del suo lavoro il prof. Car­lo Corset­ti. Lo fa descriven­do il rap­por­to tra questo gran­dis­si­mo lavoro e ciò che lui ha prodot­to. Ricorre ad un ter­mine di orig­ine gre­ca: epitema. E con una effi­cace alle­go­ria ci indi­ca che il con­cet­to di epitema è ciò che sta sopra. Ed egli si è approc­cia­to all’immenso lavoro descrit­ti­vo, di par­ti­co­lari, di lega­mi, di sto­rie intrec­ciate attorno alla famiglia Rever­beri e Degli Esposti e del­la loro comu­nità illus­trate da Sav­ina, sfol­tendo, come una siepe, e las­cian­do pren­dere cor­po al vol­ume con­cre­to, basi­lare, dell’arbusto fit­ti­vo. In effet­ti, anche uti­liz­zan­do la pre­sen­tazione di momen­ti top­i­ci che han­no emozion­a­to la platea, sen­za con­cedere nul­la alla approssi­mazione, ma restando fedele alla ricer­ca svol­ta – perfi­no con con­sul­tazione di archivi in Ger­ma­nia che ripor­tano le nefan­dezze e i cri­m­i­ni delle SS – e denun­cian­do le com­plic­ità con i fascisti e dela­tori degli occu­pan­ti nazisti, ha potu­to, col sup­por­to tec­ni­co alla regia di Talia Lau­ren­ti del­la sezione Anpi, pri­ma una canzone/ballata scrit­ta dal­lo stes­so Corset­ti, e poi la viva voce di Sav­ina Rever­beri che rac­con­ta alcu­ni momen­ti cul­mine, strazianti, riguardan­ti il mar­tirio del­la mam­ma Gabriel­la.

La ser­a­ta a Bib­liopop per il 25 Aprile


Sono trascorse qua­si tre ore in questo intrec­cio che non han­no las­ci­a­to spazio a nes­suna sba­vatu­ra, riem­pi­en­do di sig­ni­fi­ca­to, per il pre­sente, per il net­to giudizio sul pas­sato, e sul­la neces­sità-indis­pens­abil­ità di con­ser­vare e dif­fondere ques­ta memo­ria. Col fine ulti­mo di sal­va­guardare e inver­are i val­ori, i det­ta­mi, il sol­co più aut­en­ti­co del­la Cos­ti­tuzione repub­bli­cana antifascista nata dal­la Resisten­za. Tut­ti gli applausi che han­no inter­val­la­to l’intera inizia­ti­va, non sono sta­ti mai di cir­costan­za, ma den­si di parte­ci­pazione vera. Han­no davvero dato sen­so a questo avvio di cel­e­brazioni di lot­ta e con­tenu­to di questo ven­ticinque aprile 2024.

ser­a­ta Bib­liopop per il 25 Aprile

Related Images: