Roma. Campidoglio, sala del Carroccio: il lascito intellettuale e politico di Franco Ottaviano avrà seguito

Roma. Campidoglio, sala del Carroccio: il lascito intellettuale e politico di Franco Ottaviano avrà seguito

17/04/2024 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 998 volte!

Fran­co Otta­viano


E’ già una certez­za: il lasc­i­to cul­tur­ale, politi­co, intel­let­tuale, morale, la sua sto­ria che ha seg­na­to parte di molte esisten­ze e isti­tuzioni e la sin­is­tra e i comu­nisti, avrà conc­re­ta attuazione. Mart­edì 16 nel­la sala del Car­roc­cio, al Campi­doglio, dagli inter­ven­ti di spes­sore svolti da Gior­gio Ben­venu­to, Gra­ziel­la Fal­coni, Letizia Paolozzi, Mau­r­izio Fias­co e più det­tagli­ata­mente da Mau­ro Otta­viano, in occa­sione del­la com­mem­o­razione, ad un mese dal­la scom­parsa, dell’on. Fran­co Otta­viano, sono sta­ti, appun­to trac­ciati pre­cisi obi­et­tivi.

“L’attività del­la Asso­ci­azione del­lare­pub­bli­ca – ha sot­to­lin­eato Mau­ro Otta­viano – ha nelle sue final­ità, così come ave­va volu­to Fran­co e con­di­vi­so coi fonda­tori, l’approfondimento, lo stu­dio, la divul­gazione, la ricer­ca, del­la sto­ria, dei val­ori, del­la vita del­la Repub­bli­ca ital­iana. Cer­ta­mente arric­chi­ta nel sig­ni­fi­ca­to più alto di comu­nità nazionale che deve vedere il sod­dis­faci­men­to dei bisog­ni pri­mari dei lavo­ra­tori e di tut­ti i cit­ta­di­ni all’interno del pro­gres­so sociale col­let­ti­vo. In questo sen­so, pro­prio come già avvi­a­to dall’associazione abbi­amo già ottenu­to riconosci­men­ti pure dal­la soprint­en­den­za come bene pub­bli­co da con­ser­vare, l’insieme del lavoro e del­la archivi­azione e orga­niz­zazione libraria del­la bib­liote­ca e delle ricerche e testi che abbi­amo fin qui rac­colto.

Mau­ro Otta­viano


Non solo – pros­egue Mau­ro Otta­viano – la grande bib­liote­ca per­son­ale di Fran­co, pen­si­amo deb­ba avere lo stes­so riconosci­men­to pub­bli­co per la qual­ità, oltre che quan­tità, del lavoro di rac­col­ta ed elab­o­razione svol­ta da Fran­co. Inoltre – e qui indi­ca un ulte­ri­ore impeg­no – pro­prio l’associazione, nel con­tin­uare la pro­pria attiv­ità, avrà come impeg­no pri­mario quel­lo di svilup­pare la dif­fu­sione del sito “asso­ci­azione dellarepubblica.it” e dare segui­to alla pub­bli­cazione del grande lavoro di sto­ria del­la Repub­bli­ca attra­ver­so l’editoria.”. Impeg­ni che sono sta­ti ricor­dati in pub­bli­co per­ché, come pure è sta­to det­to negli inter­ven­ti, la comu­nità che si è ritrova­ta a com­mem­o­rare Fran­co Otta­viano, non solo ha volu­to omag­gia­re l’amico, il com­pag­no di tante battaglie e per­cor­si di vita, non solo vuole con­fer­mare un impeg­no pro­fu­so per lo stu­dio e per la dif­fu­sione cul­tur­ale, ma soprat­tut­to, non vuole che vada dis­per­so quell’immenso pat­ri­mo­nio politi­co, cul­tur­ale, stori­co che ha rap­p­re­sen­ta­to e può anco­ra rap­p­re­sentare la sin­is­tra e la cul­tura comu­nista in Italia. Non per nul­la, il salu­to del “can­zoniere del Lazio”, gra­zie a Piero Bre­ga che ha suona­to e can­ta­to alcu­ni brani come estremo salu­to a Fran­co in ami­cizia, si è con­clu­so, a richi­es­ta del pub­bli­co, con “comu­nisti del­la cap­i­tale”.

Piero Bre­ga, del Can­zoniere del Lazio


Intan­to per l’immediato, come seg­nala­to dal­la pres­i­den­za dell’evento, gli inter­ven­ti e i con­tribu­ti, sia di chi ha volu­to pren­dere la paro­la, sia di chi non ha potu­to essere pre­sente o non ha pre­so la paro­la, ma ha un ricor­do, una sot­to­lin­ea­tu­ra, da con­seg­nare sug­li aspet­ti di vita e del­la sem­i­na di Fran­co Otta­viano, sarà rac­colto e pub­bli­ca­to in appos­i­to vol­umet­to a breve.

Exif_JPEG_420

Related Images: