Grottaferrata. PCI denuncia : Comportamento antisindacale, mancato rispetto delle istanze dei lavoratori, concertazione con la parte padronale e le solite bugie. Questo è quello che vediamo il giorno dopo

Grottaferrata. PCI denuncia : Comportamento antisindacale, mancato rispetto delle istanze dei lavoratori, concertazione con la parte padronale e le solite bugie. Questo è quello che vediamo il giorno dopo

27/03/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1258 volte!

Nico­la Casub­o­lo, PCI Grotta­fer­ra­ta


Insieme al sosteg­no, e alla pre­sen­za a fian­co dei lavo­ra­tori, Nico­la Casub­o­lo, respon­s­abile del PCI Grotta­fer­ra­ta, ha prodot­to un com­men­to dopo la gior­na­ta di lot­ta e dopo alcu­ni atti e fat­ti dell’amministrazione. “Lo sciopero degli operai del­la S.A.R.I.M. del 24 mar­zo, la dit­ta che gestisce la rac­col­ta dei rifiu­ti a Grottaferrata,che ha rag­giun­to la qua­si total­ità delle ade­sioni tra i lavo­ra­tori e che ha vis­to un sit in sot­to il palaz­zo comu­nale con gli inter­ven­ti dei del­e­gati sin­da­cali CoBas e degli operai stes­si ai quali il PCI ha por­ta­to la sol­i­da­ri­età con la pre­sen­za di un incar­i­ca­to sem­br­erebbe inval­ida­to dal com­por­ta­men­to del sin­da­co e del­la direzione del­la dit­ta. Furbesca­mente, sec­on­do loro, nel­la notte una squadra di quat­tordi­ci operai prove­ni­en­ti da Roma ed autor­iz­za­ti dai pre­posti han­no orga­niz­za­to una rac­col­ta di rifiu­ti indif­feren­ziati stra­or­di­nar­ia, il prob­le­ma è che il “giro” non è sta­to ben orga­niz­za­to e quin­di alcune zone non sono state servite e che durante la rac­col­ta gli operai del Tiburtino ha effet­tua­to la rac­col­ta come si fa a Roma, cioè han­no pre­so tut­to quel­lo che han­no trova­to e se lo sono por­ta­to via… umi­do e sec­co resid­uo insieme indif­fer­ente­mente. — sot­to­lin­ea ama­ra­mente il diri­gente comu­nista — Questo in una cit­tad­i­na che ha rag­giun­to più del 70% di rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta , paga­ta cara­mente dai cit­ta­di­ni, vuol dire che non essendo capaci a risol­vere il prob­le­ma, lo han­no nascos­to sot­to il tap­peto. Ques­ta situ­azione ha chiara­mente mes­so i lavo­ra­tori in pre aller­ta , ha fat­to loro capire che i sor­risi pro­fusi durante la riu­nione con il sin­da­co non sono sor­risi affid­abili, sem­br­erebbe il sor­riso del March­ese del Gril­lo quan­do sal­en­do sul­la car­roz­za apos­tro­fa­va i cor­rei dicen­do :” io so io e voi…” Le richi­este degli operai sono chiare e con­trat­tuali, non chiedono la luna chiedono solo ciò che il con­trat­to prevede, un con­trat­to che se non rispet­ta­to deve essere garan­ti­to dall’ente che ha isti­tu­ito la gara per il servizio, cioè il comune di Grotta­fer­ra­ta Ricor­diamo le richi­este Incon­tro tra le par­ti Riconosci­men­to del liv­el­lo con­trat­tuale Adegua­men­to dell’organico insuf­fi­ciente e sot­to il liv­el­lo di gara Depos­i­to mezzi e sede Con­trol­lo super partes del Comune sulle con­dizioni lavo­ra­tive Sicurez­za sul lavoro e norme igien­iche Iso­la Eco­log­i­ca legale Buoni pas­to. Il PCI — con­clude Casub­o­lo — rib­adisce la sol­i­da­ri­età ai lavo­ra­tori, che come cit­ta­di­ni non smet­ter­e­mo mai di elo­gia­re per il loro con­trib­u­to al deco­ro urbano Il PCI si impeg­na per qualunque sfor­zo che ser­va per la risoluzione del prob­le­ma aven­do bene in mente la posizione che dovrà sostenere e quale sia la con­troparte da rap­p­re­sentare AL FIANCO DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI, PER LA DIFESA DEI DIRITTI CONQUISTATI,PER LA CONQUISTA DEI NUOVI”.

Related Images: