Roma, Caramanica: “Continua impegno Rea a tutela diritti animali e per transizione ecologica”

Roma, Caramanica: “Continua impegno Rea a tutela diritti animali e per transizione ecologica”

23/06/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 270 volte!

Un 2022 fat­to di radica­men­to e ade­sione su tut­to il ter­ri­to­rio ital­iano. Con lo sguar­do riv­olto al 2023, quan­do ci saran­no le elezioni politiche e gli ital­iani avran­no anco­ra più bisog­no di una forza polit­i­ca che guar­di sola­mente e total­mente alla tutela degli ani­mali e alla dife­sa dell’ambiente. Tra pre­sente e futuro, dunque, non si fer­ma, anzi pros­egue di slan­cio l’impegno del par­ti­to politi­co Riv­o­luzione Ecol­o­gista Ani­mal­ista. Con grande atten­zione per la stor­i­ca tem­at­i­ca ani­mal­ista e una rin­no­va­ta com­pe­ten­za per i temi ambi­en­tali, come con­fer­ma­to dal seg­re­tario nazionale Rea Gabriel­la Cara­man­i­ca: “Da ormai qualche tem­po abbi­amo deciso di affrontare la tem­at­i­ca ecol­o­gista con lo stes­so approc­cio prag­mati­co che uti­liz­za negli altri set­tori oper­a­tivi di nos­tra com­pe­ten­za. A tal propos­i­to abbi­amo già da tem­po indi­vid­u­a­to diverse crit­ic­ità che riguardano la tutela del nos­tro eco­sis­tema e per ognuna di esse sono state svilup­pate soluzioni effi­caci, nel­la con­vinzione che le inizia­tive per la tutela dell’ambiente deb­bano essere con­tem­po­ranea­mente di tipo tec­no­logi­co di natu­ra nor­ma­ti­va e di mod­i­fi­ca cul­tur­ale”. Questi alcu­ni degli ambiti dove appare urgente ed indis­pens­abile un inter­ven­to: dal­la preser­vazione delle bio­di­ver­sità al cor­ret­to smal­ti­men­to dell’amianto, dal­la incen­ti­vazione delle energie ver­di alla vir­tu­osa ges­tione del­la rac­con­ta dif­feren­zi­a­ta, fino allo svilup­po di aree ver­di di pro­tezione tem­po­ranea e alla sol­lecitazione isti­tuzionale per la tutela dell’ambiente. “Il Par­ti­to Riv­o­luzione Ecol­o­gista e Ani­mal­ista — con­tin­ua il seg­re­tario nazionale, Gabriel­la Cara­man­i­ca — ritiene infat­ti che per affrontare le crit­ic­ità eco­logiche sia nec­es­sario in pri­mo luo­go oper­are con pro­fes­sion­al­ità e com­pe­ten­za. Per tale moti­vo abbi­amo pro­mosso inter­na­mente un Dipar­ti­men­to com­pos­to da per­sone con com­pe­ten­ze tec­niche e pro­fes­sion­ali di alto pro­fi­lo, e con una ele­va­ta conoscen­za del mon­do ani­mal­ista e ambi­en­tale. Obi­et­ti­vo è quel­lo di indi­vid­uare soluzioni tec­no­logiche e nor­ma­tive, pro­po­nen­dosi quin­di come la forza polit­i­ca ital­iana in gra­do di real­iz­zare inizia­tive di tutela ambi­en­tale e ani­male real­mente efficaci”.