CINGHIALI, RIVOLUZIONE ANIMALISTA CONTRO IL DECRETO DEL GOVERNO

CINGHIALI, RIVOLUZIONE ANIMALISTA CONTRO IL DECRETO DEL GOVERNO

04/11/2020 0 Di Marco Montini

Hits: 160

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 932 volte!

Come par­ti­to politi­co che tutela e difende i dirit­ti degli ani­mali, non pos­si­amo che giu­di­care illog­i­ca e fuori luo­go la recente boz­za di gov­er­no Con­te sull’abbattimento degli ani­mali sel­vati­ci — in par­ti­co­lare, i cinghiali — forte­mente caldeg­gia­ta dal min­istro delle politiche agri­cole e fore­stali Tere­sa Bel­lano­va. Infat­ti, siamo di fronte a un testo insen­sato e inef­fi­cace, che sem­bra priv­i­le­gia­re la cac­cia come stru­men­to di con­trol­lo del­la fau­na sel­vat­i­ca, soprat­tut­to degli ungu­lati, da molti con­siderati pre­sun­ti prin­ci­pali dif­fu­sori del­la cosid­det­ta peste suina. Siamo total­mente con­trari al piano del gov­er­no, il cui decre­to sem­bra per­al­tro non rispettare alcu­ni det­ta­mi europei ma aprire piut­tosto a una strage scri­te­ri­ata di ungu­lati, per la gioia e l’acquolina dei cac­cia­tori. Chiedi­amo, dunque, al min­istro Bel­lano­va di tornare sui pro­pri pas­si e adottare un testo che preve­da innanz­i­tut­to forme alter­na­tive ed eco­logiche di con­trol­lo del­la fau­na sel­vat­i­ca. Riv­o­luzione Ani­mal­ista con­tin­uerà a mon­i­torare la situ­azione e a fare il pos­si­bile per tute­lare la vita di migli­a­ia di cinghiali”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ani­mal­ista, Gabriel­la Caramanica.