SICILIA: BENI CULTURALI, VIA LIBERA A TUTTI I PARCHI ARCHEOLOGICI

SICILIA: BENI CULTURALI, VIA LIBERA A TUTTI I PARCHI ARCHEOLOGICI

31/01/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 901 volte!

Via lib­era all’is­ti­tuzione di tut­ti i parchi arche­o­logi­ci sicil­iani. Riu­ni­tosi a Paler­mo, il Con­siglio regionale dei Beni cul­tur­ali, pre­siedu­to dall’assessore Sebas­tiano Tusa su del­e­ga del pres­i­dente Musume­ci, ha espres­so all’unanimità parere favorev­ole alla pro­pos­ta di com­pletare la for­mazione di tut­ti quel­li pre­visti dal­la legge regionale 20 del 2000.
In con­for­mità al parere del Con­siglio, nei prossi­mi giorni l’assessore Tusa firmerà i decreti di isti­tuzione dei 15 Parchi man­can­ti alla com­ple­ta attuazione del­la legge: Par­co di Cata­nia, di Leon­ti­ni, di Lilibeo — Marsala, delle isole Eolie, di Himera, di Sol­un­to, di Monte Jato, di Cama­ri­na, di Cava D’Ispica, del­la Valle dell’Aci, di Mor­gan­ti­na, di Eloro — Vil­la del Tel­laro, di Sir­a­cusa, di Gela e di Tin­dari. Il Par­co di Pan­tel­le­ria, già rein­ser­i­to nel sis­tema dei parchi region­ali nel­lo scor­so mese di set­tem­bre, si aggiungerà agli altri.
“Si trat­ta — affer­ma il pres­i­dente del­la Regione Sicil­iana Nel­lo Musume­ci — di un pas­sag­gio stori­co per i beni cul­tur­ali del­la nos­tra Iso­la. Un tra­guar­do che por­ta in dote enor­mi poten­zial­ità per i nos­tri flus­si tur­is­ti­ci e che ci spinge a con­tin­uare su ques­ta stra­da. Ed è per questo che, in un emen­da­men­to al col­le­ga­to del­la legge finanziaria, preve­di­amo di des­tinare il 20 per cen­to delle entrate com­p­lessive dei Parchi a quel­li  quel­li minori che han­no una insuf­fi­ciente dotazione eco­nom­i­ca”. 
Il Con­siglio regionale ha, inoltre, rat­i­fi­ca­to l’istituzione del Par­co arche­o­logi­co di Seges­ta e di Piaz­za Arme­ri­na e ha con­di­vi­so la pro­pos­ta di accor­pa­men­to dei Parchi di minore dimen­sione a cui si darà cor­so con provved­i­men­ti suc­ces­sivi.
“Ringrazio il pres­i­dente Musume­ci — dichiara l’asses­sore Tusa — per aver­mi con­ces­so piena fidu­cia nel­la con­duzione di questo per­cor­so e un par­ti­co­lare ringrazi­a­men­to va a tut­ti i com­po­nen­ti del Con­siglio regionale e al diri­gente gen­erale Alessan­dro per l’apporto di com­pe­ten­za e di pas­sione che ha assi­cu­ra­to ai lavori. Sarà mia cura guidare un itin­er­ario di pieno coin­vol­gi­men­to dei gov­erni del ter­ri­to­rio, delle popo­lazioni locali, dell’associazionismo e del­la comu­nità sci­en­tifi­ca, intorno al sis­tema parchi del­la nos­tra regione che ambisce a svol­gere un ruo­lo da pro­tag­o­nista nel con­testo del pat­ri­mo­nio cul­tur­ale nazionale”.
Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20