La Capo d’Anzio non finirà in mano a Marinedì. Il Tribunale accoglie il ricorso

La Capo d’Anzio non finirà in mano a Marinedì. Il Tribunale accoglie il ricorso

14/02/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 286 volte!

Aspet­tava­mo questo giorno da qualche anno, pos­si­amo final­mente chia­mar­lo IL GIORNO DELLA LIBERAZIONE.

Con una sen­ten­za EPOCALE il Tri­bunale Ordi­nario di Roma ha accolto il ricor­so pre­sen­ta­to dal Comune di Anzio quat­tro anni fa, chieden­do l’annullamento del trasfer­i­men­to del 39% delle azioni soci­etarie del­la Capo d’Anzio da Italia Nav­i­gan­do ad una soci­età pri­va­ta Marinedì.

Il tri­bunale ha dis­pos­to l’immediato trasfer­i­men­to al Comune di Anzio del 39% delle azioni in pos­ses­so alla Marinedì al val­ore nom­i­nale di € 27.300,00 e con­dan­nan­do l’ormai ex socio pri­va­to a pagare le spese legali.

Sono orgoglioso di ques­ta grande vit­to­ria che non è solo mia, ma dell’intera Cit­tà che mi ha vis­to a mar­zo 2015 fare una grande battaglia con­tro chi, com­plot­ta­va alle spalle del­la polit­i­ca e del­la cit­tà per far fal­lire la soci­età Capo d’Anzio.

Il 5 mar­zo 2015 inoltrai richi­es­ta di acces­so agli atti all’ex Diri­gente Pusced­du chieden­do copia del parere legale redat­to dall’Avv. Can­cri­ni, legale che ha poi segui­to la causa per il Comune di Anzio. L’allora diri­gente all’area finanziaria mi rispose che non me lo avrebbe dato in quan­to era cop­er­to dal seg­re­to di sta­to e fui costret­to a riv­ol­ger­mi al Coman­do del­la Guardia di Finan­za di Net­tuno denun­cian­do­lo per Omis­sioni in Atti di Uffi­cio.

L’allora Seg­re­tario Comu­nale Avv. Pom­peo Savari­no su mia richi­es­ta con­tat­tò l’Avv. Can­cri­ni e mi con­seg­nò il parere legale dove si evince­va che con una causa civile pres­so il tri­bunale di Roma il comune di Anzio ave­va tutte le pos­si­bil­ità per ripren­der­si il 39% delle azioni del­la Capo d’Anzio, pos­si­bil­ità che oggi è diven­ta­ta realtà con il ricor­so che inoltrò il l’ex sin­da­co Luciano Brus­chi­ni che ringrazio per aver sostenu­to la lin­ea del ricor­so in Tri­bunale,  per aver sostenu­to la lin­ea del­la legal­ità, sen­za il suo con­sen­so e la sua fir­ma non sare­mo mai potu­ti arrivare a questo risul­ta­to stori­co.

Mi ricor­do bene, le minac­ce, gli insul­ti e l’isolamento e il silen­zio assor­dante del­la polit­i­ca intera su ques­ta mia azione che affrontai da solo, con la sola col­lab­o­razione del Capo di Seg­rete­ria Dott. Bruno Par­ente e dell’ex seg­re­tario comu­nale Avv. Pom­peo Savari­no che ringrazio entram­bi per il grande spir­i­to di col­lab­o­razione e il sosteg­no in ques­ta battaglia EPOCALE che ha vis­to tri­on­fare la legal­ità e il rispet­to del­la legge con­tro chi, ha cer­ca­to in tut­ti i modi di fare inter­es­si che non fos­sero esclu­si­va­mente del­la Cit­tà di Anzio.

Ringrazio l’Avv. Arturo Can­cri­ni e la mag­i­s­tratu­ra di cui per­sonal­mente sono sta­to e sarò sem­pre fiducioso.

Sono sicuro che il Sin­da­co Can­di­do De Ange­lis saprà gestire ques­ta impor­tante momen­to e rius­cirà a iniziare final­mente i lavori del nuo­vo por­to di Anzio.

Il 13 feb­braio 2019 sarà ricorda­to come un giorno STORICO per la cit­tà, il giorno del­la Lib­er­azione, sarà ricorda­to come il giorno in cui la Cit­tà di Anzio è tor­na­ta in pos­ses­so il 100% del suo por­to.

Questo è il più bel giorno da quan­do ho inizia­to il mio per­cor­so nel­la polit­i­ca.

MARCO MARANESI

CONSIGLIERE COMUNALE DI ANZIO 

Con­di­vi­di:
error0