Sabato flash mob per allattare in pubblico. Ecco gli appuntamenti nel Lazio

Sabato flash mob per allattare in pubblico. Ecco gli appuntamenti nel Lazio

09/02/2017 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2097 volte!

“Ovunque lo desideri” flash mob in 50 città italiane per normalizzare l’allattamento in pubblico

 11 Feb­braio 2017 dalle ore 11:00 alle 17:00

Tra i Comuni laziali interessati: Latina, Pomezia, Genzano, Marino, Frascati e Roma

Flash Mob Orga­niz­za­ti dal­l’As­so­ci­azione La Goc­cia Mag­i­ca e dal­la Cit­tà delle Mamme di Fras­cati

POMEZIA Piaz­za Indipen­den­za ore 17
GENZANO DI ROMA P.zza Fras­coni ore 17
MARINO P.zza Garibal­di pres­so gia­r­di­ni pub­bli­ci ore 11:30
FRASCATI P.zza S. Pietro ore 10:30 (orga­niz­za­to da Cit­tà delle <mamme Fras­cati)

 Siamo un grup­po di mamme che han­no vis­su­to un’esperienza di dis­crim­i­nazione allat­tan­do in un luo­go pub­bli­co. Ci siamo così riu­nite in un comi­ta­to infor­male e ora, da tante cit­tà diverse, chiedi­amo una rispos­ta uni­taria da parte delle isti­tuzioni.

La pri­ma sto­ria fini­ta sui gior­nali, quel­la di Raf­fael­la Sot­tile, ha per­me­s­so di far emerg­ere in breve tem­po tan­ti altri rac­con­ti di mamme che ave­vano subito offese, ingiurie ed allon­tana­men­ti dai luoghi pub­bli­ci per il solo fat­to di aver allat­ta­to i pro­pri bam­bi­ni.

Per questo moti­vo Raf­fael­la Sot­tile ha lan­ci­a­to la petizione on-line che in pochi giorni ha rag­giun­to cir­ca 35.000 firme:

Ovunque lo desideri

https://www.change.org/p/governo-italiano-allattamento-è-ovunque-lo-desideri

Le Diret­tive OMS-UNICEF sosten­gono l’allattamento mater­no fino ai due anni di età, ma in Italia rimane anco­ra un grande vuo­to nor­ma­ti­vo da col­mare. Vuo­to che, per esem­pio, l’Inghilterra ha riem­pi­to nel 2010 con l’Equal­i­ty Act.

Lo scor­so 22 novem­bre, un grup­po di esper­ti delle Nazioni Unite ha reso pub­bli­co un comu­ni­ca­to con cui ha dichiara­to che l’al­lat­ta­men­to è una ques­tione di dirit­ti umani per i bam­bi­ni e per questo moti­vo deve essere pro­tet­to e pro­mosso.

La Con­ven­zione dei dirit­ti dell’infanzia (1989) prevede che lo Sta­to fir­matario, quin­di anche l’Italia, tuteli il dirit­to del minore al nutri­men­to, salute, benessere psi­co-fisi­co, istruzione e altro anco­ra, garan­ten­do il supe­ri­ore inter­esse del bam­bi­no (art. 3) ad essere nutri­to, aspet­to che non può essere sot­to­pos­to a con­trat­tazioni, così come il dirit­to alla vita, soprav­viven­za e svilup­po (art. 6).

L’OMS sti­ma che le vite di 820.000 bam­bi­ni potreb­bero essere sal­vate ogni anno se tutte le madri seguis­sero il con­siglio di avviare l’al­lat­ta­men­to mater­no entro un’o­ra dal­la nasci­ta. Ques­ta prat­i­ca è utile anche alla pre­ven­zione di par­ti­co­lari tipi di tumori.

 

Alla luce di tut­to ciò cosa può fare una mam­ma per difend­er­si quan­do viene offe­sa men­tre nutre il pro­prio bim­bo in un luo­go pub­bli­co?

È davvero sem­pre pos­si­bile lim­i­tar­si ad allattare tra le mura domes­tiche? Come si può gri­dare allo scan­da­lo, all’offesa e al pudore quan­do una mam­ma allat­ta?

La sto­ria ci inseg­na la con­sue­tu­dine dell’allattamento in pub­bli­co. Per­ché oggi ci si accusa di tur­bare, provo­care o dis­gustare chi si tro­va attorno a noi? Cre­di­amo che cac­cia­re una madre che allat­ta, far­la sen­tire fuori luo­go, insin­uare in lei il dub­bio che stia facen­do qual­cosa di riprovev­ole sia un insul­to alla mater­nità, alle donne e alle famiglie.

Il Min­istro per la sem­pli­fi­cazione e la pub­bli­ca ammin­is­trazione, dopo l’avvio del­la cam­pagna pro­mozionale del nos­tro flash-mob, pochi giorni fa ha emana­to una cir­co­lare con la quale ha inte­so sen­si­bi­liz­zare gli uffi­ci pub­bli­ci sull’argomento.

Ma come sopra cita­to, c’è un vuo­to nor­ma­ti­vo anco­ra da col­mare a tutela dell’allattamento mater­no ovunque pos­sa avvenire e per questo moti­vo, in col­lab­o­razione con il MAMI-Movi­men­to Allat­ta­men­to Mater­no Ital­iano, abbi­amo dato il via alla gior­na­ta di flash mob che l’11 feb­braio 2017, dalle ore 11 alle 17, unirà cir­ca 50 cit­tà ital­iane (numero des­ti­na­to a crescere), che orga­nizzer­an­no in con­tem­po­ranea nazionale i diver­si sit-in di mamme che allat­tano.

Map­pa dei vari flash mob (in con­tin­uo aggior­na­men­to):

https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=11YwDe_PJoHsmFYYNNcX3i7afGes&ll=41.792580480062995%2C12.069297800000072&z=6

Si seg­nala il flash mob davan­ti al cele­bre Teatro Aris­ton di San Remo (alle ore 11,00), ideato gra­zie al sug­ger­i­men­to di alcu­ni espo­nen­ti del mon­do del­lo spet­ta­co­lo e del­la can­zone, alcu­ni dei quali gen­i­tori e sen­si­bili al benessere dei bam­bi­ni.

Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20