Cori: Brasile, Polonia e Sudafrica per la seconda serata di gala del Latium Festival

Cori: Brasile, Polonia e Sudafrica per la seconda serata di gala del Latium Festival

04/08/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1649 volte!

Ven­erdì 5 Agos­to, alle ore 21:15, al teatro di piaz­za del­la Croce, si esi­bi­ran­no il Balé Fol­clóri­co da Amazô­nia, il Grup­po folk­lori­co Haj­du­ki e il Grup­po Ind­lond­lo Zulu Dancers. Per Inter­cul­tura in Fes­ta appun­ta­men­to alle ore 17:00 pres­so il cen­tro anziani ‘Il Ponte’ di Giu­lianel­lo ver­rà ripro­pos­to il prog­et­to ‘Il Mon­do a Tavola’ con l’esibizione del grup­po del­la Spagna.

Ven­erdì 5 Agos­to, alle ore 21:15, pres­so il teatro di piaz­za del­la Croce, a Cori, la sec­on­da ser­a­ta di gala del Latium World Folk­loric Fes­ti­val CIOFF® 2016 in com­pag­nia dei grup­pi prove­ni­en­ti da Brasile, Polo­nia e Sudafrica. Già dalle ore 20:00 sarà pos­si­bile degustare gra­tuita­mente vini (Cincin­na­to, Mar­co Carpineti, Pietra Pin­ta), prodot­ti tipi­ci locali e pietanze preparate dai grup­pi inter­nazion­ali del Fes­ti­val e dalle Comu­nità etniche del ter­ri­to­rio, ed assis­tere alle espo­sizioni di arti­giana­to dal mon­do.

Per la pri­ma vol­ta in Italia, il Balé Fol­clóri­co da Amazô­nia diret­to dal Prof. Eduar­do Vieira e del­la Prof.ssa Jandi­ra Pimentel è sta­to fonda­to nel 1990 nel­la cit­tà brasil­iana di Belém per risco­prire la musi­ca, i can­ti e le danze del­la cul­tura amaz­zon­i­ca, ripro­pos­ta con un lin­guag­gio con­tem­po­ra­neo. Lo spet­ta­co­lo, dai rit­mi estrema­mente vivaci e dai col­ori sgar­gianti, rac­con­ta il var­i­opin­to uni­ver­so esoti­co e mis­te­rioso del Rio delle Amaz­zoni, i riti e le leggende tra sacro e pro­fano.

Il Grup­po folk­lori­co Haj­du­ki del­la Cit­tà di Oświęcim, diret­to da Marek Poci­en­nik, è nato nel 1968 nel­la Casa del­la Cul­tura di Oświęcim per pro­muo­vere il folk­lore polac­co, con un ric­co reper­to­rio di musiche e danze popo­lari in rap­p­re­sen­tan­za di diverse regioni del­la Polo­nia. Riconosci­u­to dal­la Sezione CIOFF® polac­ca, il grup­po Haj­du­ki tor­na anco­ra una vol­ta quest’anno in Italia per il Giu­bileo e per annun­cia­re il nuo­vo Gemel­lag­gio tra la Cit­tà di Oświęcim e la Cit­tà di Cori.

Il Grup­po Ind­lond­lo Zulu Dancers del­la cit­tà di Pine­town, nel­la provin­cia sudafricana di KwaZu­lu-Natal, è un’organizzazione non prof­it fon­da­ta nel 2010 dall’attuale diret­tore Msizeni Mnga­di e dedi­ta alla pro­mozione e alla sal­va­guardia delle danze tradizion­ali delle aree rurali del­la regione. Tra queste la dan­za Zulu Ukusi­na e la dan­za guer­ri­era Ind­la­mu. La pri­ma è una parte impor­tante del­la cul­tura Zulu e si carat­ter­iz­za per la sua spet­ta­co­lar­ità. La sec­on­da invece mostra la forza e la padro­nan­za delle armi in com­bat­ti­men­to.

Alle ore 17:00, pres­so il cen­tro anziani ‘Il Ponte’ di Giu­lianel­lo, Inter­cul­tura in Fes­ta pro­por­rà ‘Il Mon­do a Tavola’, prog­et­to inter­cul­tur­ale real­iz­za­to dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori, in col­lab­o­razione con ‘Il Cir­co del­la Far­fal­la Onlus’ e l’ANOLF Lati­na. La pro­mozione del dial­o­go inter­cul­tur­ale e la val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio delle Comu­nità etniche pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio abbrac­cerà la gas­trono­mia e la dan­za dei grup­pi pre­sen­ti al Fes­ti­val. Si esi­birà la com­pag­nia spag­no­la Coros y Dan­zas de Ron­da.

Mar­co Castal­di

Addet­to Stam­pa & OLMR

Con­di­vi­di:
error0