‘Cori: dell’Olio e delle Olive’. L’olio extravergine d’oliva di qualità corese incontra il Nero Buono di Cori

‘Cori: dell’Olio e delle Olive’. L’olio extravergine d’oliva di qualità corese incontra il Nero Buono di Cori

07/12/2015 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1487 volte!

15395495-pane-tostato-pane-con-olio-d-oliva-e-pepe-e-un-rametto-di-olivo-Archivio-FotograficoLa terza ed ulti­ma tap­pa dell’itinerario tur­is­ti­co-cul­tur­ale ed enogas­tro­nom­i­co di pro­mozione del­la cit­tà d’Arte e delle sue attiv­ità pro­dut­tive, ‘Cori: dell’Olio e delle Olive’, si avvia a con­clu­sione con altri inter­es­san­ti appun­ta­men­ti iscrit­ti nel pro­gram­ma orga­niz­za­to dall’Ass.re alle Attiv­ità Pro­dut­tive Mau­ro De Lil­lis, dal Del­e­ga­to alla Pro­mozione del Ter­ri­to­rio Pao­lo Cen­tra e dal­la Del­e­ga­ta all’Agricoltura Sab­ri­na Pis­til­li, per il Comune di Cori, insieme all’Associazione Capol, con la col­lab­o­razione del­la Pro Loco Cori e la parte­ci­pazione di numerosi pro­dut­tori, ris­tora­tori ed asso­ci­azioni locali.

Anche la gior­na­ta di mart­edì 8 Dicem­bre (pro­gram­ma com­ple­to sul sito www.comune.cori.lt.it e sull’evento Fb https://www.facebook.com/events/924601030955472/) si con­sumerà all’insegna dell’olivicoltura locale e dei suoi oli extravergi­ni di oli­va di qual­ità, uni­ta­mente alle altre eccel­len­ze del ter­ri­to­rio. L’olio, da sem­pre ingre­di­ente principe del­la cuci­na nos­trana, è pre­sente fin dalle orig­i­ni dell’antica Cora; e il ter­ri­to­rio olivi­co­lo corese rien­tra nel­la zona di pro­duzione olearia laziale a mar­chio DOP Colline Pon­tine, un’area ric­ca di cul­tura e con uno stra­or­di­nario pat­ri­mo­nio stori­co e nat­u­rale: tut­ti ele­men­ti che, se adeguata­mente val­oriz­za­ti, pos­sono con­tribuire a definire nuovi per­cor­si tur­is­ti­ci a tema.

VINO-ROSSODi questo ed altro si par­lerà nel sem­i­nario del­la mat­ti­na ospi­ta­to nel­la Chiesa di S.Oliva. Pri­ma però si pro­ced­erà alla fase finale del 1° Con­cor­so ‘I con­suma­tori pre­mi­ano l’olio dei pro­dut­tori core­si’ e del 3° Con­cor­so ‘L’Olio delle Colline a Cori’. Nel pri­mo caso i vinci­tori ver­ran­no dec­re­tati attra­ver­so un con­sumer test o ban­co d’assaggio alla cieca. Nel sec­on­do invece, gli oli final­isti ver­ran­no pre­miati da due giurie, una com­pos­ta da con­suma­tori e Pan­el di Assag­gia­tori Pro­fes­sion­isti del Capol, l’altra da gior­nal­isti ed oper­a­tori di set­tore. È pre­vista la pre­sen­za del Capo Pan­el COI Giulio Scat­oli­ni, uno dei mas­si­mi esper­ti inter­nazion­ali in mate­ria.

Il piat­to forte del pomerig­gio è l’affascinante e gus­toso incon­tro tra l’olio extravergine di oli­va di qual­ità e il Nero Buono di Cori offer­to dalle tre can­tine core­si. L’oro verde che sposa un par­ti­co­lare e pre­gia­to nettare di Bac­co, il nero Buono di Cori, antichissi­mo vit­ig­no autoctono dalle doc­u­men­tate e pecu­liari carat­ter­is­tiche qual­i­ta­tive, cer­tifi­cate dai marchi DOC e IGT. Un vit­ig­no che affon­da le sue radi­ci nei ter­reni vul­cani­ci delle colline core­si, sapi­en­te­mente recu­per­a­to e val­oriz­za­to dalle tre aziende vitivini­cole di Cori, che con esso pro­ducono vini rossi di ele­vatis­si­ma qual­ità, conosciu­ti ed apprez­za­ti in tut­to il mon­do. Gran finale con il Cook­ing Show, l’angolo del­la cuci­na corese, carat­ter­iz­za­to dall’olio E.V.O. del­la cul­ti­var autoc­tona Itrana.

Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20