Al via la seconda stagione di MIC a Roma, ecco il programma e la guida

Al via la seconda stagione di MIC a Roma, ecco il programma e la guida

23/10/2019 1 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2811 volte!

Al via la seconda stagione di MIC

Nel primo anno boom di vendite: 88.000 carte vendute

Ecco il programma fino a dicembre 2019, tra mostre, visite ed eventi con agevolazioni speciali e attività dedicate che proseguiranno nel 2020

 

Dopo il grande suc­ces­so del pri­mo anno con 88 mila card ven­dute, parte la sec­on­da sta­gione del­la MIC, la car­ta riv­o­luzionar­ia che al cos­to di 5 euro per­me­tte di entrare per 12 mesi illim­i­tata­mente nel sis­tema dei Musei Civi­ci di Roma Cap­i­tale.

Per la MIC, idea­ta e pro­mossa da Roma Cap­i­tale e real­iz­za­ta da Zètema Prog­et­to Cul­tura nell’ambito dei servizi per la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na ai Beni cul­tur­ali, Roma Cap­i­tale pre­sen­ta il pro­gram­ma ad ingres­so libero ed illim­i­ta­to fino a dicem­bre 2019 che pros­eguirà nel 2020 per tut­ti col­oro che possiedono o acquis­ter­an­no la card con novità esclu­sive. Il pro­gram­ma sarà aggior­na­to e da oggi disponi­bile sul­la pag­i­na “cal­en­dario” del sito www.museiincomuneroma.it

Sono davvero orgogliosa che la nos­tra Ammin­is­trazione pos­sa vantare una così impor­tante inno­vazione nel set­tore cul­tur­ale. L’obiettivo del­la MIC è aprire la rete dei musei civi­ci a chi abi­ta in cit­tà e a chi qui stu­dia, affinché la comu­nità di cit­ta­di­ni viva sen­za bar­riere la cul­tura, che deve essere sem­pre più acces­si­bile a tut­ti. Voglio ringraziare anco­ra una vol­ta l’Assessore alla Cresci­ta Cul­tur­ale Luca Berg­amo per il lavoro svolto” dichiara la Sin­da­ca di Roma Vir­ginia Rag­gi.

Sono qua­si 90 mila le MIC ven­dute fino ad oggi. Un bel­lis­si­mo risul­ta­to che ha per­me­s­so a tan­ti di vis­itare e tornare a conoscere e sco­prire i luoghi del­la cul­tura. Da oggi, ogni tre mesi, ver­rà stam­pa­to e dis­tribuito nei Musei civi­ci il cal­en­dario delle attiv­ità, le stesse attiv­ità si tro­ver­an­no quo­tid­i­ana­mente sul sito di Musei in Comune con tut­to quel­lo che chi possiede o chi acquista la MIC può fare: c’è davvero tan­to. Dalle mostre, alle collezioni per­ma­nen­ti, dalle ser­ate con musi­ca e teatro, al fat­to di entrare al museo sen­za fare più la coda, fino alle vis­ite gui­date. Insom­ma, con la MIC chi vive e stu­dia a Roma può goder­si i luoghi del­la cul­tura tut­ti i giorni, ogni vol­ta che vuole, per soli 5 euro l’an­no. Inoltre sti­amo lavo­ran­do affinché anche i res­i­den­ti nel­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana dall’inizio del 2020 pos­sano acquistare la MIC. Ringrazio Maria Vit­to­ria Mari­ni Clarel­li, Sovrin­ten­dente capi­toli­na e la Sovrin­ten­den­za tut­ta, il cui impeg­no con­sente tut­to ciò e Remo Tagli­a­coz­zo per Zètema Prog­et­to Cul­tura che real­iz­za il prog­et­to” così il Vicesin­da­co di Roma con del­e­ga alla Cresci­ta cul­tur­ale Luca Berg­amo.

Pri­ma impor­tante novità: a par­tire dalle nuove espo­sizioni in pro­gram­ma, sarà pos­si­bile accedere con bigli­et­to ridot­to a tutte le mostre al Museo di Roma a Palaz­zo Braschi e al Museo dell’Ara Pacis, sino­ra escluse dalle agevolazioni e quin­di a cos­to intero anche con la MIC. Al Museo di Roma a Palaz­zo Braschi si inizia con la mostra CANOVA. Eter­na Bellez­za, ospi­ta­ta fino al 15 mar­zo 2020 e al Museo dell’Ara Pacis con la mostra “C’era una vol­ta Ser­gio Leone” in pro­gram­ma dal 16 dicem­bre 2019.

Sono  ris­er­vati in esclu­si­va ai pos­ses­sori del­la MIC, in via gra­tui­ta e pre­via preno­tazione allo 060608, gli OPEN DAYS con aper­ture stra­or­di­nar­ie e vis­ite gui­date il 26 e il 27 otto­bre e il 23 e il 24 novem­bre di Casi­na di Car­di­nal Bessar­i­one, Colom­bario di Pom­ponio Hylas, Insu­la di San Pao­lo alla Rego­la, Casa dei Cav­a­lieri di Rodi, Por­ta Asi­nar­ia, Sepol­cro degli Sci­p­i­oni, Insu­la dell’Ara Coeli, Mau­soleo di Monte del Gra­no, Area Sacra di S. Omobono, Audi­to­ri­um di Mece­nate, Nin­feo degli Anni­bal­di, Monte Tes­tac­cio e Ipo­geo di Via Liven­za.

Sem­pre ris­er­vate ai pos­ses­sori del­la MIC sono le spe­ciali con­ver­sazioni e vis­ite gui­date nel­l’am­bito del­l’inizia­ti­va aMI­Ci, che fino al 17 dicem­bre saran­no ded­i­cate ad aspet­ti par­ti­co­lari delle collezioni di Musei Capi­toli­ni, Mer­cati di Tra­iano — Museo Dei Fori Impe­ri­ali, Cen­trale Mon­temar­ti­ni, Museo dell’Ara Pacis, Musei Di Vil­la Tor­lonia, oltre a prevedere passeg­giate ai Fori Impe­ri­ali, dal Foro di Tra­iano al Foro di Cesare.

Già da saba­to 19 otto­bre i pos­ses­sori del­la MIC potran­no accedere gra­tuita­mente ai Musei e agli spet­ta­coli in occa­sione delle nuove aper­ture ser­ali del­la man­i­fes­tazione I WEEKEND DELLA MIC. Ogni saba­to sera uno dei musei del sis­tema aprirà le porte dalle 20 alle 24 per accogliere i vis­i­ta­tori con ser­ate di spet­ta­coli e musi­ca in com­pag­nia delle mag­giori isti­tuzioni cul­tur­ali del­la cit­tà. L’appuntamento per i vis­i­ta­tori è ai Mer­cati di Tra­iano — Museo dei Fori Impe­ri­ali con le aper­ture stra­or­di­nar­ie del 19 e del 26 otto­bre. Suc­ces­si­va­mente si pros­eguirà con le aper­ture ser­ali dei Musei Capi­toli­ni in pro­gram­ma il 2, il 9, il 16, il 23, il 30 novem­bre e il 7 dicem­bre.

Saba­to 14 dicem­bre tor­na l’appuntamento con MUSEI IN MUSICA, la notte di arte e musi­ca tra le opere dei Musei in Comune che anche in ques­ta edi­zione sarà com­ple­ta­mente gra­tui­ta per i pos­ses­sori del­la Card.

Sia I WEEKEND DELLA MIC che MUSEI IN MUSICA, la notte di arte e musi­ca sono even­ti ad ingres­so gra­tu­ito per i pos­ses­sori del­la card MIC men­tre è con­fer­ma­to l’ingresso è al cos­to di 1 euro per i non pos­ses­sori del­la card.

La MIC è des­ti­na­ta a res­i­den­ti, domi­cil­iati tem­po­ranei e stu­den­ti di Uni­ver­sità pub­bliche o pri­vate del­la Cap­i­tale e, al cos­to di 5 euro, con­sente l’ingresso gra­tu­ito illim­i­ta­to per 12 mesi in tut­ti i musei a paga­men­to del Sis­tema Musei Civi­ci: Musei Capi­toli­ni, Cen­trale Mon­temar­ti­ni, Mer­cati di Tra­iano — Museo Fori Impe­ri­ali, Museo di Roma in Palaz­zo Braschi, Museo di Roma in Traste­vere, Musei di Vil­la Tor­loniaCasi­no dei Prin­cipi / Casi­no Nobile / Casi­na delle Civette, Museo dell’Ara Pacis, Museo Civi­co di Zoolo­gia e Gal­le­ria comu­nale d’Arte Mod­er­na.

La card può essere acquis­ta­ta, rin­no­va­ta o regala­ta (ver­sione Gift Card) in una delle bigli­et­terie dei Musei in Comune o nei Tourist Info­point. In alter­na­ti­va si potrà acquistare sul sitowww.museiincomuneroma.it (con l’aggiunta di 1 euro di pre­ven­di­ta).

Tante sono le mostre che con la MIC sarà pos­si­bile vis­itare gra­tuita­mente tra otto­bre e dicem­bre: Luca Sig­norel­li e Roma. Oblio e riscop­erte (fino al 12 gen­naio 2020) e L’arte ritrova­ta (fino al 26 gen­naio 2020) ai Musei Capi­toli­ni; Aquileia 2200 all’Ara Pacis dal 9 novem­bre al 1° dicem­bre 2019; Col­ori degli etr­uschi alla Cen­trale Mon­temar­ti­ni fino al 2 feb­braio 2020 o Donne. Cor­po e immag­ine tra sim­bo­lo e riv­o­luzione in pro­gram­ma fino al 10 novem­bre alla Gal­le­ria d’arte mod­er­na; Ser­gio Monari. Rifrazioni dell’antico al Casi­no Nobile di Vil­la Tor­lonia fino al 6 gen­naio; Lás­zló Moholy-Nagy e la riv­o­luzione del­la visione. Avan­guardie unghere­si, fra Espres­sion­is­mo e Bauhaus dal 28 novem­bre alla Gal­le­ria d’Arte Mod­er­na; Inge Morath, la pri­ma fotore­porter don­na entra­ta a far parte del­la famosa agen­zia fotografi­ca Mag­num Pho­tos, al Museo di Roma in Traste­vere dal 30 novem­bre.

Ai pos­ses­sori del­la MIC sono anche riconosciute con­dizioni spe­ciali per vis­itare i siti stori­co artis­ti­ci e arche­o­logi­ci del­la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na aper­ti a grup­pi e asso­ci­azioni cul­tur­ali esclu­si­va­mente su preno­tazione allo 060608. I pos­ses­sori del­la MIC pagher­an­no sola­mente il cos­to del­la visi­ta gui­da­ta (attual­mente obbli­ga­to­ria) men­tre il bigli­et­to d’ingresso è gra­tu­ito.

Con la MIC si potrà inoltre usufruire di uno scon­to del 10% nelle caf­fet­terie e nei book­shop dei musei.

Tutte le infor­mazioni su www.museiincomuneroma.itwww.sovraintendenzaroma.it e 060608.


SCARICA LA GUIDA DEL MIC IN PDF


MUSEI DEL SISTEMA MUSEI IN COMUNE

GRATUITI SOLO PER I POSSESSORI MIC

 

La MIC, al prez­zo di 5 euro, con­sente 12 mesi di ingres­so illim­i­ta­to e gra­tu­ito nei Musei del Sis­tema Musei Civi­ci che preve­dono un bigli­et­to d’ingresso:

 

MUSEI CAPITOLINI, Piaz­za del Campi­doglio, 1

CENTRALE MONTEMARTINI, Via Ostiense 106

MERCATI DI TRAIANO — MUSEO DEI FORI IMPERIALI, Via Quat­tro Novem­bre 94

MUSEO DI ROMA, Piaz­za Navona 2

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE, Piaz­za Sant’Egidio 1B

MUSEI DI VILLA TORLONIA (Casi­no dei Prin­cipi / Casi­no Nobile / Casi­na delle Civette)

Via Nomen­tana 70

MUSEO DELL’ARA PACIS, Lun­gote­vere in Augus­ta

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA, Via Ulisse Aldrovan­di, 18

GALLERIA D’ARTE MODERNA, Via Francesco Crispi 24

 

I pos­ses­sori del­la MIC han­no inoltre dirit­to all’ac­ces­so gra­tu­ito nei siti stori­co artis­ti­ci e arche­o­logi­ci del­la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na aper­ti nor­mal­mente a grup­pi e asso­ci­azioni cul­tur­ali esclu­si­va­mente su preno­tazione allo 060608 (le vis­ite gui­date sono invece a paga­men­to): ACQUEDOTTO VERGINE, AUDITORIUM DI MECENATE, INSULA ROMANA SOTTO PALAZZO SPECCHI, LUDUS MAGNUS, MITREO DELL’ARA MASSIMA DI ERCOLE (Mitreo del Cir­co Mas­si­mo), MONTE TESTACCIO, NINFEO DI VIA DEGLI ANNIBALDI, PORTA ASINARIA, SEPOLCRI REPUBBLICANI DI VIA STATILIA, TROFEI DI MARIO E PORTA MAGICA, COLOMBARIO POMPONIO HYLAS, IPOGEO DI VIA LIVENZA, MAUSOLEO MONTE DEL GRANO, NECROPOLI OSTIENSE (Sepol­cre­to Ostiense), CASA DEI CAVALIERI DI RODI, MUSEO DEL TEATRO ARGENTINA, CISTERNA ROMANA DELLE “SETTE SALE”, AREA ARCHEOLOGICA DEL SEPOLCRO DEGLI SCIPIONI, NINFEO DELL’UCCELLIERA, INSULA DELL’ARA COELI, FONTANONE DELL’ACQUA PAOLA (Fontanone del Gian­i­co­lo), AREA SACRA DI S. OMOBONO, VILLA DI PLINIO A CASTELFUSANO, TORRE DELLA MOLETTA E AREA ARCHEOLOGICA DEL CIRCO MASSIMO (esclu­so Cir­co Max­i­mo Expe­ri­ence), FORI IMPERIALI.

 

MOSTRE IN CORSO NEI MUSEI IN COMUNE

GRATUITE PER I POSSESSORI MIC

 

MORTALI IMMORTALI, TESORI DEL SICHUAN NELL’ANTICA CINA

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI | Fino al 20 otto­bre 2019

Un per­cor­so stra­or­di­nario nel­la vita sociale e nel mon­do spir­i­tuale dell’antico popo­lo Shu, che pro­prio su ques­ta ter­ra nel sud-ovest del­la Cina ha cre­ato una civiltà uni­ca. Sono esposti eccezion­ali reper­ti in bron­zo, oro, gia­da e ter­ra­cot­ta, data­bili dall’età del bron­zo (II mil­len­nio a.C.) fino all’epoca Han (II sec­o­lo d.C.) e prove­ni­en­ti da impor­tan­ti isti­tuzioni cine­si. www.mercatiditraiano.it

 

CARLO GIANFERRO. CITTADINI DEL MARE

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | Fino al 20 otto­bre 2019

Per Car­lo Gian­fer­ro real­iz­zare ritrat­ti è una prat­i­ca nat­u­rale. In giro per il mon­do o in stu­dio met­tere in posa le per­sone, creare un dial­o­go, fotogra­fare fisionomie ma anche ambi­en­ti e creare sto­rie stra­or­di­nar­i­a­mente coin­vol­gen­ti è da sem­pre il suo lavoro. Lo ha fat­to per rac­con­tare gli incon­sueti fre­quen­ta­tori dei bar di Tri­este o davan­ti a uno sfon­do per cat­a­log­a­re i pel­le­gri­ni del Giu­bileo giun­ti a Roma. Nei quat­tro viag­gi nel Mediter­ra­neo che ha intrapre­so per il prog­et­to FishMPABlue2 (in aree marine pro­tette in Croazia – Telašći­ca, Fran­cia – Cap Roux, Gre­cia – Zante e Italia – Isole Ega­di) la sfi­da si è fat­ta più impeg­na­ti­va: fotogra­fare i pesca­tori, il loro lavoro, la loro relazione con l’ambiente e la famiglia, i luoghi. Un impeg­no ampio, nel quale il ritrat­to, sem­pre impor­tante pro­tag­o­nista, è solo una parte del­la nar­razione. Gian­fer­ro ha quin­di mesco­la­to ritrat­ti e pae­sag­gi, momen­ti con­di­visi e momen­ti rubati. Ha rac­con­ta­to un mon­do pic­co­lo e tut­tavia essen­ziale per­ché il Mediter­ra­neo pos­sa con­tin­uare a esistere, con la con­sapev­olez­za di uti­liz­zare la fotografia per sostenere e difend­ere il lavoro di chi con il pro­prio oper­a­to quo­tid­i­ano può con­tribuire a pro­teggere anche un eco­sis­tema in peri­co­lo. www.museodiromaintrastevere.it

 

IN PARADISO

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | Fino al 27 otto­bre 2019

Gior­gio Mar­coal­di, con le sue foto a col­ori, riesce a cat­turare momen­ti di vita degli ani­mali che vivono nelle val­late alpine del Par­co, coglien­doli nell’arco delle diverse sta­gioni. Toni­no Mosconi, nelle sue foto in bian­co e nero, rac­con­ta i rit­mi delle popo­lazioni locali e delle loro tradizioni. “In Par­adiso” è sta­to parte del­la sezione GPFF in Mostra del Gran Par­adiso Film Fes­ti­val, man­i­fes­tazione – patro­ci­na­ta dal­la Regione Autono­ma Valle d’Aosta – che pro­muove la dif­fu­sione del cin­e­ma nat­u­ral­is­ti­co con la final­ità di far mat­u­rare una sen­si­bil­ità di pieno rispet­to per l’ambiente. www.museodizoologia.it

 

LUIGI BOILLE. LUOGHI DI LUCE, SCRITTURA DEL SILENZIO

MUSEI DI VILLA TORLONIA — CASINO DEI PRINCIPI | Fino al 3 novem­bre 2019

La mostra, cura­ta da Clau­dia Teren­zi e Bruno Aller, con il sosteg­no dell’Archivio Lui­gi Boille pre­sen­ta una panoram­i­ca di più di ottan­ta opere che rac­con­tano il per­cor­so artis­ti­co del Mae­stro dal 1958 al 2015. Si parte dal piano ter­ra con le opere del­la fine degli anni ‘50, sia quelle più diret­ta­mente seg­niche, sia quelle dove il col­ore si espande cre­an­do for­ti ten­sioni tra zone d’ombra e zone dom­i­nate dal col­ore; poi una serie di bel­lis­sime opere su car­ta dal 1958 al 2015; quin­di una sala con dip­in­ti dal 1964 al 1966, anni del­la mostra al Guggen­heim Muse­um, 1964 (con Fontana, Capogrossi e Castel­lani), e una che ripor­ta alle 5 gran­di opere esposte alla Bien­nale di Venezia, 1966. Al piano supe­ri­ore, una sala ded­i­ca­ta al gial­lo, col­ore spes­so uti­liz­za­to dall’artista. Poi le opere degli anni ’70/’80 dove il seg­no si inten­si­fi­ca su una vas­ta gam­ma di col­ori, infine, anni 1992- 2015, la ricer­ca di equi­lib­rio com­pos­i­ti­vo e raf­fi­na­men­to pit­tori­co degli ulti­mi decen­ni. www.museivillatorlonia.it

 

DONNE. CORPO E IMMAGINE TRA SIMBOLO E RIVOLUZIONE

GALLERIA D’ARTE MODERNA | Fino al 10 novem­bre 2019

La figu­ra fem­minile attra­ver­so artisti che han­no rap­p­re­sen­ta­to e cel­e­bra­to le donne nelle diverse cor­ren­ti artis­tiche e tem­perie cul­tur­ali tra fine Otto­cen­to, lun­go tut­to il Nove­cen­to e fino ai giorni nos­tri. Cir­ca 100 opere, tra dip­in­ti, scul­ture, grafi­ca fotografia, di cui alcune mai esposte pri­ma o non esposte da lun­go tem­po, prove­ni­en­ti dalle collezioni d’arte con­tem­po­ranea capi­to­line — Gal­le­ria d’Arte Mod­er­na e MACRO — a doc­u­men­tazione di come l’uni­ver­so fem­minile sia sta­to sem­pre ogget­to predilet­to dell’attenzione artis­ti­ca, da ogget­to da ammi­rare, in veste di ange­lo o di ten­ta­trice, a sogget­to mis­te­rioso che s’interroga sul­la pro­pria iden­tità fino alla nuo­va immag­ine nata dal­la con­tes­tazione degli anni ses­san­ta. www.galleriaartemodernaroma.it

 

WECHSELSPIEL

GALLERIA D’ARTE MODERNA | Fino al 10 novem­bre

Par­tendo pro­prio dal tema del­la mostra, il cor­po del­la don­na e la sua evoluzione nell’arte con­tem­po­ranea, e gio­can­do­ci a volte intorno, Pao­lo Biel­li e Susanne Kessler cre­ano un doppio per­cor­so, fisi­co e iron­i­co, incen­tra­to sul dual­is­mo. Attra­ver­so le loro instal­lazioni, i con­cetti di uomo/donna, maschio/femmina, ma anche ombra/luce, riv­e­lano il loro doppio met­ten­dosi diret­ta­mente in col­lega­men­to con le scul­ture esposte nel Chiostro delle scul­ture del­la Gal­le­ria. www.galleriaartemodernaroma.it

 

LUCA SIGNORELLI E ROMA. OBLIO E RISCOPERTE

MUSEI CAPITOLINI | Fino al 12 gen­naio 2020

Nell’avvicinarsi dell’anniversario dei Cinque­cen­to anni dal­la morte di Raf­fael­lo, i Musei Capi­toli­ni ren­dono omag­gio a Luca Sig­norel­li (Cor­tona, 1450 ca. ‑1523). Viene così cel­e­bra­to, per la pri­ma vol­ta a Roma, uno dei più gran­di pro­tag­o­nisti del Rinasci­men­to ital­iano, la cui altissi­ma parabo­la pit­tor­i­ca è sta­ta oscu­ra­ta solo dall’imponderabile arri­vo di due gigan­ti del­la gen­er­azione suc­ces­si­va: Michelan­ge­lo (1475–1564) e Raf­fael­lo (1483–1520), che al mae­stro di Cor­tona si era­no però ispi­rati per rag­giun­gere quell’insuperabile ver­tice del­la pit­tura che gli stes­si con­tem­po­ranei gli attribuirono. Attra­ver­so un’attenta selezione di cir­ca 60 opere di grande pres­ti­gio prove­ni­en­ti da collezioni ital­iane e straniere, molte delle quali per la pri­ma vol­ta esposte a Roma, l’esposizione intende met­tere in risalto il con­testo stori­co artis­ti­co in cui avvenne il pri­mo sog­giorno romano e offrire nuove let­ture sul legame diret­to e indi­ret­to che si instau­rò fra l’artista e Roma. www.museicapitolini.org

 

SERGIO MONARI. RIFRAZIONI DELL’ANTICO

MUSEI DI VILLA TORLONIA — CASINO NOBILE | Fino al 6 gen­naio 2020

L’opera di Ser­gio Monari incon­tra l’architettura del Casi­no Nobile e la collezione d’arte del­la famiglia Tor­lonia: un dial­o­go fra pas­sato e pre­sente che por­ta all’attenzione del pub­bli­co l’attualità del­la mitolo­gia gre­ca. In questo dial­o­go, il mod­er­no riflette l’antico, Monari ricer­ca la valen­za uni­ver­sale del Mito e così facen­do rac­con­ta la soci­età dei nos­tri tem­pi. Seguen­do la nat­u­rale scenografia delle sale, la mostra segue un filo nar­ra­ti­vo “teatrale”, con citazioni anche da Shake­speare, let­tore e inter­prete del­la com­me­dia umana. Con le sue opere, Monari non for­mu­la giudizi, ben­sì prende atto del volto del­la soci­età e lo raf­figu­ra sen­za pudori né moral­is­mi, ma por­tan­dovi tut­ta la dis­il­lu­sione dei Cini­ci. www.museivillatorlonia.it

 

IL GIARDINO DELLE MERAVIGLIE. OPERE DELL’ARTISTA CANADESE GARTH SPEIGHT

MUSEI DI VILLA TORLONIA – CASINA DELLE CIVETTE | Fino al 19 gen­naio 2020

La mostra ha l’obiettivo di far conoscere l’universo artis­ti­co del Mae­stro, da sem­pre abit­u­a­to ai pae­sag­gi ver­di del­la sua ter­ra di orig­ine, attra­ver­so 50 dip­in­ti in acril­i­co nei quali campeg­gia la Natu­ra tra uccel­li acquati­ci, nin­fee, iris bianchi e blu, fiori di cam­po, boschi di betulle, crisan­te­mi. Ori, argen­ti, col­ori dei fiori, del cielo, del cuore sono alla base del­la sua pit­tura. Ma non solo. La sua arte non è ripro­duzione ma inter­pre­tazione, è un prodot­to del­la mente, del­la memo­ria, del­la sua sbrigli­a­ta cre­ativ­ità. Le super­fi­ci incise a dare un effet­to di rilie­vo e il col­ore che avvilup­pa le linee qua­si geo­met­riche sono gli ingre­di­en­ti dei suoi quadri, che con la luce pos­sono apparire come delle vetrate mul­ti­col­ori o intri­cati mosaici. www.museivillatorlonia.it

 

L’ARTE RITROVATA

MUSEI CAPITOLINI | Fino al 26 gen­naio 2020

La mostra, nata dal­la lun­ga e con­sol­i­da­ta col­lab­o­razione fra il TPC e il Cen­tro Europeo per il Tur­is­mo, pro­pone un mosaico di tes­ti­mo­ni­anze arche­o­logiche e stori­co artis­tiche, dall’VIII sec­o­lo a.C all’età mod­er­na, alta­mente sim­bol­i­co e rap­p­re­sen­ta­ti­vo del­la pluride­cen­nale azione di sal­va­guardia oper­a­ta dall’Arma. www.museicapitolini.org

 

COLORI DEGLI ETRUSCHI

CENTRALE MONTEMARTINI | Fino al 2 feb­braio 2020

Una stra­or­di­nar­ia selezione di las­tre pari­etali fig­u­rate e dec­o­razioni architet­toniche a stam­po in ter­ra­cot­ta poli­cro­ma, prove­ni­en­ti dal ter­ri­to­rio di Cervet­eri (l’antica cit­tà di Caere) e in parte inedite.

Si trat­ta di tes­ti­mo­ni­anze di fon­da­men­tale impor­tan­za per la sto­ria del­la pit­tura etr­usca, recen­te­mente rien­trate in Italia gra­zie all’azione di con­trasto del traf­fi­co ille­gale di reper­ti arche­o­logi­ci dell’Arma dei Cara­binieri e alla diplo­mazia cul­tur­ale del Mibac. All’inizio del 2016 i Cara­binieri del Nucleo Tutela Pat­ri­mo­nio Cul­tur­ale han­no recu­per­a­to a Ginevra una ingente quan­tità di reper­ti sot­trat­ti ille­gal­mente all’Italia: insieme a vasi fig­u­rati del­la Magna Gre­cia e a stat­ue romane è sta­ta rin­venu­ta una stra­or­di­nar­ia serie di las­tre pari­etali e di fram­men­ti architet­toni­ci etr­uschi dal­la vivace poli­cro­mia, accu­mu­lati in fran­tu­mi in diecine di casse, sen­za più alcun ordine coer­ente.  www.centralemontemartini.org

MOSTRE IN ARRIVO

GRATUITE PER I POSSESSORI MIC

 

OTTOBRE

1989: RIVOLUZIONE DI VELLUTO. 30 ANNI DELLA LIBERTÀ CECOSLOVACCA

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | 19 otto­bre – 24 novem­bre

La mostra si incen­tra su alcu­ni scat­ti iconi­ci, ese­gui­ti da quindi­ci tra i migliori fotografi cechi, che doc­u­men­tano i momen­ti salien­ti del­la sto­ria recente cecoslo­vac­ca, quan­do finì la quar­an­ten­nale dit­tatu­ra comu­nista: le prime dimostrazioni anti-regime nel 1988, la Set­ti­mana di Jan Palach in gen­naio 1989, il cor­teo del 17 novem­bre 1989, le emozioni e l’entusiasmo che ne con­seguirono. Molte di queste immag­i­ni sono diven­tate leggen­darie. Gra­zie al loro val­ore doc­u­men­tario  artis­ti­co riescono tutt’oggi a resti­tuire le emozioni e l’atmosfera elet­triz­zante che per­vase la soci­età cecoslo­vac­ca di allo­ra. La mostra pre­sen­ta anche una serie di fotografie sul ritiro delle truppe d’occupazione sovi­etiche, tra il 1990 e il 1991, con il quale si con­cluse il peri­o­do del­la Riv­o­luzione di Vel­lu­to. www.museodiromaintrastevere.it

 

PHOTO IILA – XI edi­zione Pre­mio IILA-FOTOGRAFIA

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | 23 otto­bre — 24 novem­bre 2019

In mostra i prog­et­ti del­la vincitrice e delle final­iste di PHOTO IILA — XI edi­zione Pre­mio IILA-FOTOGRAFIA, pre­mio ded­i­ca­to a fotografi lati­noamer­i­cani under 35 real­iz­za­to in col­lab­o­razione con i Pae­si lati­noamer­i­cani mem­bri dell’IILA. La mostra è pro­mossa da Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na ai Beni Cul­tur­ali, Asses­so­ra­to alla Cresci­ta cul­tur­ale di Roma Cap­i­tale. I fotografi parte­ci­pan­ti alla XI edi­zione del pre­mio si sono con­frontati con il tema “Uguaglian­za di genere”, ispi­ra­to ad uno dei 17 Obi­et­tivi del­lo Svilup­po Sosteni­bile che fan­no parte dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, ovvero il numero 5, che si pre­figge di rag­giun­gere l’uguaglianza di genere e pro­muo­vere l’empowerment di tutte le donne e le bam­bine. IILA, in quan­to Osser­va­tore ONU, por­ta avan­ti queste tem­atiche nel pro­prio lavoro. www.museodiromaintrastevere.it

 

ACEA E ROMA. TRA PASSIONE E INNOVAZIONE

CENTRALE MONTEMARTINI | 24 otto­bre – 26 gen­naio 2020

Per l’Acea il 2019 rap­p­re­sen­ta un’importante ricor­ren­za, quel­la dei cen­todieci anni di vita ed attiv­ità: l’Azienda Comu­nale Ener­gia e Ambi­ente nacque infat­ti nel 1909 con il nome di Azien­da Elet­tri­ca Munic­i­pale a segui­to di un ref­er­en­dum — forte­mente volu­to dal sin­da­co Ernesto Nathan – gra­zie al quale i cit­ta­di­ni di Roma ebbero la pos­si­bil­ità di decidere per la munic­i­pal­iz­zazione dei pub­bli­ci servizi.                                    

Una mostra che ricostru­isce la sto­ria dell’Azienda e del suo stret­tis­si­mo legame con la cit­tà non pote­va che svol­ger­si alla Cen­trale Mon­temar­ti­ni, l’edificio che, costru­ito appun­to per essere la cen­trale ter­moelet­tri­ca per la pro­duzione di ener­gia del­la Cap­i­tale, venne inau­gu­ra­to dal­lo stes­so Nathan nel 1912, men­tre all’anno suc­ces­si­vo risale la ded­i­ca alla memo­ria del­l’Asses­sore Tec­no­logi­co nonché teori­co del­la munic­i­pal­iz­zazione, pro­fes­sor Gio­van­ni Mon­temar­ti­ni, mor­to durante una sedu­ta del Con­siglio Comu­nale.   Una serie di inedi­ti doc­u­men­ti d’archivio con­tribuiran­no a portare alla luce una sto­ria in parte già nota a tut­ti col­oro che han­no avu­to modo di apprez­zare l’attuale Museo del­la Cen­trale, nato a segui­to del­la for­tu­na­ta espo­sizione dal tito­lo Le mac­chine e gli dei: la mostra del 1997 che, con la tem­po­ranea col­lo­cazione di scul­ture prove­ni­en­ti dai Musei Capi­toli­ni, ave­va deter­mi­na­to l’adattamento muse­ale del­la cen­trale elet­tri­ca, non più atti­va dagli anni ’60. Al gio­co di con­trasti cre­ato dall’insolito e ardi­to esper­i­men­to allesti­vo, con le gran­di sale arti­co­late dai gigan­teschi macchi­nari indus­tri­ali pri­mi ‘900 mes­si a cor­nice delle stat­ue di epoca clas­si­ca, furono trib­u­tati riconosci­men­ti entu­si­as­ti­ci, così da con­sol­i­dare la valid­ità del nuo­vo spazio muse­ale e pas­sare, nel 2001, alla creazione di una sede espos­i­ti­va per­ma­nente: il Museo del­la Cen­trale Mon­temar­ti­ni. www.centralemontemartini.org

 

MARIA PAOLA RANFI: GIOIELLO INTIMO COLLOQUIO

MUSEI DI VILLA TORLONIA – CASINA DELLE CIVETTE | 26 otto­bre — 26 gen­naio 2020

La mostra dell’artista-artigiana Pao­la Ran­fi si col­lo­ca per­fet­ta­mente all’interno di un museo che ha come vocazione le arti appli­cate. Con i suoi gioiel­li, che rielab­o­ra­no stile­mi Art Nou­veau, l’artista crea vere e pro­prie micros­cul­ture preziose, che si ispi­ra­no al mon­do veg­e­tale e ani­male, in armo­nia con le fig­u­razioni veg­e­tali e zoomorfe delle vetrate Lib­er­ty del­la Casi­na delle Civette. Le sue creazioni in oro, bron­zo e argen­to, con pietre preziose e semi­preziose rare e par­ti­co­lari, ver­ran­no col­lo­cate lun­go il per­cor­so del Museo, in vetrine apposi­ta­mente real­iz­zate, e dialogher­an­no con le vetrate artis­tiche del­la Casi­na delle Civette. La mostra ver­rà arric­chi­ta da un’attività didat­ti­co-divul­ga­ti­va che l’artista stes­sa, docente di orefi­ce­ria, offrirà per­sonal­mente al pub­bli­co, in col­lab­o­razione con i suoi allievi, e da altre inizia­tive col­lat­er­ali, come con­feren­ze, even­ti musi­cali e una sfi­la­ta in occa­sione del finis­sage. www.museivillatorlonia.it

 

NOVEMBRE

 

TACCUINI ROMANI. VEDUTE DI DIEGO ANGELI. VISIONI DI SIMONA FILIPPINI

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | 1 novem­bre – 23 feb­braio 2020

La serie di 76 pic­coli dip­in­ti a olio su car­ta, car­tone e leg­no, ese­gui­ti fra il 1885 e il 1936, cos­ti­tu­is­cono un cor­pus di grande inter­esse delle collezioni del Museo di Roma in Traste­vere. Uni­ca tes­ti­mo­ni­an­za nota del­la pro­duzione pit­tor­i­ca di Diego Angeli, bril­lante elze­virista, ritrat­tista ele­gante e raf­fi­na­to degli ambi­en­ti aris­to­crati­ci del­la Roma  fine sec­o­lo XIX. Il prezioso nucleo dei dip­in­ti, le cui mis­ure non super­a­no il for­ma­to di una car­toli­na, rap­p­re­sen­tano scor­ci del­la Sabi­na, di Firen­ze e Pari­gi, ma la mag­gior parte di queste “del­i­cate impres­sioni pae­sis­tiche” ha come sogget­to luoghi di Roma e del­la cam­pagna laziale, esem­plare tes­ti­mo­ni­an­za di quel­l’in­ten­so fas­ci­no eserci­ta­to sul­lo scrit­tore dai mon­u­men­ti e dal pae­sag­gio romano, des­ti­na­to ad influen­zare pro­fon­da­mente anche la sua attiv­ità gior­nal­is­ti­ca e let­ter­aria. L’intera serie dei  dip­in­ti sarà quin­di espos­ta , per la pri­ma vol­ta dall’acquisizione degli anni Novan­ta del­lo scor­so sec­o­lo, nelle sale del Museo e mes­sa in un con­fron­to  fuori da sche­mi crono­logi­ci e lin­guis­ti­ci  con le immag­i­ni fotogra­fiche scat­tate con la polaroid  da Simona Fil­ip­pi­ni,  nel cor­so di più di un decen­nio, tra Roma e le sue per­iferie. Lo sguar­do su Roma del­la Fil­ip­pi­ni ritrae uno spazio in con­tin­ua trasfor­mazione, qua­si inaf­ferra­bile, come lo scor­rere del fiume Tevere che attra­ver­sa la cit­tà, uguale ma sem­pre diver­so. www.museodiromaintrastevere.it

 

CARPE SIDERA. LA MERAVIGLIA DEL CIELO SULLA BELLEZZA DI ROMA 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | 8 novem­bre – 1 dicem­bre

L’astrofisico e fotografo Gian­lu­ca Masi, astronomo di Zetema Prog­et­to Cul­tura per il Plan­e­tario di Roma Cap­i­tale, con le immag­i­ni del­la mostra “Carpe Sidera” accos­ta magis­tral­mente la bellez­za del cielo not­turno, attra­ver­so alcu­ni dei suoi più spet­ta­co­lari fenomeni, a quel­la dei mon­u­men­ti e sim­boli del­la Cit­tà Eter­na, facen­do­ci risco­prire l’antico rap­por­to tra l’uomo e le stelle. Ammi­rare le stelle dalle gran­di cit­tà, tra le luci arti­fi­ciali, è sem­pre meno scon­ta­to, eppure il fir­ma­men­to non man­ca di offrire occa­sioni stra­or­di­nar­ie per far­lo. Esse rap­p­re­sen­tano uno spun­to impor­tante per risco­prire e preser­vare il pat­ri­mo­nio del cielo. Roma, con il suo ineguagli­a­bile pat­ri­mo­nio arche­o­logi­co e mon­u­men­tale, rap­p­re­sen­ta un luo­go ide­ale per far­lo. www.museodizoologia.it

 

AQUILEIA 2200

MUSEO DELL’ ARA PACIS | 9 novem­bre – 1 dicem­bre 2019

In occa­sione dei  2.200 anni dal­la fon­dazione di Aquileia, il Museo dell’Ara Pacis ospi­ta la mostra “Aquileia 2.200”, impor­tante even­to espos­i­ti­vo che intende riper­cor­rere le “trasfor­mazioni” del­la Cit­tà nei suoi momen­ti stori­ca­mente più sig­ni­fica­tivi: l’antica cit­tà romana, l’Aquileia bizan­ti­na e medio­e­vale, il Patri­ar­ca­to e la Chiesa aquileiese, sino a giun­gere al peri­o­do in cui la cit­tà fu parte dell’Impero asbur­gi­co ed infine agli anni del­la Pri­ma Guer­ra Mon­di­ale e del suc­ces­si­vo dopoguer­ra.

Nata dal­la col­lab­o­razione tra la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na, la Fon­dazione Aquileia e il Polo Muse­ale del Friuli Venezia Giu­lia la mostra riu­nisce alcune impor­tan­tis­sime opere d’arte romana prove­ni­en­ti dal Museo Arche­o­logi­co Nazionale — tra cui l’iconica “Tes­ta del Ven­to” bronzea — e cir­ca trenta calchi di reper­ti aquileiesi prove­ni­en­ti dal Museo del­la  Civiltà Romana e real­iz­za­ti nel 1938 in occa­sione del­la Mostra Augustea del­la Roman­ità, lad­dove Aquileia era la cit­tà più rap­p­re­sen­ta­ta insieme a Pom­pei e Ostia. Cinquan­ta  splen­dide fotografie scat­tate 40 anni fa dal Mae­stro Elio Ciol, attual­mente esi­b­ite al MAMM di Mosca, saran­no un impor­tante con­trib­u­to di mul­ti­me­di­al­ità che ren­derà molto coin­vol­gente la visi­ta alla mostra.

A corre­do del­la mostra sarà proi­et­ta­to in “loop” in zona apposi­ta­mente attrez­za­ta nel per­cor­so espos­i­ti­vo il fil­ma­to sui pri­mi due mil­len­ni di Aquileia real­iz­za­to da 3D Pro­duzioni con l’apporto di mate­ri­ali dell’Istituto Luce.

Oltre che cel­e­brare i 2.200 anni di sto­ria dell’antica cit­tà romana, la mostra vuole sot­to­lin­eare l’importanza del rap­por­to Aquileia-Roma e la stra­or­di­nar­ia capac­ità di palin­ge­n­e­si di una cit­tà, più volte risor­ta dopo inva­sioni, spo­li­azioni, guerre e ter­re­moti, la cui esisten­za ha avu­to un sig­ni­fi­ca­to non solo mil­itare, politi­co ed eco­nom­i­co per oltre due mil­len­ni, ma anche cul­tur­ale e ide­ale nel baci­no del Mediter­ra­neo e nel rap­por­to tra Ori­ente e Occi­dente.

Per sec­oli Aquileia è sta­ta il por­to più a set­ten­tri­one dell’intero Mediter­ra­neo e ha cos­ti­tu­ito la por­ta d’entrata di mer­ci, arte e idee prove­ni­en­ti da Nord Africa e Medio Ori­ente che, rielab­o­rate e metab­o­liz­zate, da Aquileia si sono dif­fuse nell’Italia Set­ten­tri­onale, nei Bal­cani e nel Noricum. www.arapacis.it

 

GIANCARLO SCIANNELLA — SCULTORE DI ARCHETIPI

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI  | 16 novem­bre – 16 feb­braio

La ret­ro­spet­ti­va di Gian­car­lo Scian­nel­la intende illus­trare il per­cor­so cre­ati­vo del Mestro noto per la sua pro­duzione artis­ti­ca che riv­isi­ta in ter­mi­ni con­tem­po­ranei la tradizione arti­gianale di Castel­li, la cui fama – com’è noto — è lega­ta per tradizione sec­o­lare alla pro­duzione ceram­i­ca. Orig­i­nario del pic­co­lo cen­tro abruzzese, Scian­nel­la recu­pera nelle colline cir­costan­ti la mate­ria di ter­ra che, gra­zie alla sua ispi­razione lega­ta alla Sto­ria e al Mito, ele­va a dimen­sione artis­ti­ca.

 

CARLO LEVI E L’ARTE DELLA POLITICA. DISEGNI E OPERE PITTORICHE DE L’OROLOGIO

MUSEI DI VILLA TORLONIA. CASINO DEI PRINCIPI | 21 novem­bre – 22 mar­zo 2020

La mostra a cura del Cen­tro Car­lo Levi di Mat­era e del­la Fon­dazione Car­lo Levi, nell’ambito del­la poliedri­ca per­son­al­ità di Levi, dal­la let­ter­atu­ra alla poe­sia, dal­la pit­tura al dis­eg­no, intende riflet­tere anche sul­la  pro­duzione  lega­ta alla ‘grafi­ca polit­i­ca’, che si è per gran parte real­iz­za­ta a cav­al­lo degli anni 1947–1948, sulle pagine del quo­tid­i­ano “L’Italia Social­ista” diret­to da Aldo Garosci. Le cir­ca 30 opere pit­toriche esposte, riferi­bili all’ambito crono­logi­co 1945–1950, inte­gr­eran­no lo scor­rere delle vicende storiche toc­cate dal gior­nale e dalle vignette, seg­na­lan­do di vol­ta in vol­ta affinità stilis­tiche, riprese tem­atiche, sot­to­lin­e­an­do anche l’assoluta orig­i­nal­ità e autono­mia del Levi illus­tra­tore satiri­co rispet­to all’artista  o all’autore di Cristo si è fer­ma­to a Eboli o del roman­zo L’orologio , usci­to nel 1950, che rap­p­re­sen­ta la con­troparte let­ter­aria delle stesse vicende illus­trate dalle tav­ole gra­fiche

 

LÁSZLÓ MOHOLY-NAGY E LA RIVOLUZIONE DELLA VISIONE. AVANGUARDIE UNGHERESI, FRA ESPRESSIONISMO E BAUHAUS

GALLERIA D’ARTE MODERNA | 28 novem­bre  – 15 mar­zo 2020

Mostra ded­i­ca­ta all’arte di Lás­zló Moholy-Nagy, artista d’origine ungherese e figu­ra chi­ave del movi­men­to Bauhaus nel mon­do, in occa­sione delle cel­e­brazioni per i 125 anni dal­la sua nasci­ta (1895–2020). La mostra, for­ma­ta da dip­inte e fotografie, spazierà anche nel­l’am­bito del­l’a­van­guardia ungherese e in par­ti­co­lare di quegli artisti per i quali fu deter­mi­nante l’af­fla­to d’arte e teorie di Moholy-Nagy. Saran­no anche real­iz­za­ti due focus: uno sul fotografo e allie­vo predilet­to di Moholy-Nagy, indis­sol­u­bil­mente lega­to alle teorie e sper­i­men­tazione fotografi­ca sul­la luce; l’al­tro sug­li artisti unghere­si pre­sen­ti a Roma fra gli anni Dieci e Quara­ta, con opere facen­ti parte del­la stes­sa collezione del­la GAM. La mostra è real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con Ròmai Mag­yar Akadémia — Ròma, Museo del­la Fotografia Ungherese di Kecskemét e Museo Déry di Debre­cen. La mostra ver­rà orga­niz­za­ta in col­lab­o­razione con l’Accademia d’Ungheria in Roma. www.galleriaartemodernaroma.it

 

SÀNDOR VÀLY

GALLERIA D’ARTE MODERNA (chiostro/giardino ester­no) | 28 novem­bre  – 15 mar­zo 2020

Nel­l’am­bito del­la mostra ded­i­ca­ta a Moholy-Nagy e all’a­van­guardia ungherese fra le due guerre, in una prospet­ti­va di ricostruzione ambi­en­tale con­tem­po­ranea delle teorie sul­la luce del­lo stes­so fonda­tore del­la Bauhaus, ver­rà allesti­ta alla GAM, nel­l’area del chiostro/giardino, un’in­stal­lazione di Sàn­dor Vàly. Artista visi­vo, per­former e cre­atore di ambi­en­ti mul­ti­me­di­ali, Vàly strut­tur­erà la sua instal­lazione ripren­den­do le teorie luminotec­niche di Moholy-Nagy, con­tes­tu­al­iz­zan­dole sia con il luo­go espos­i­ti­vo capi­toli­no e sia con le espe­rien­ze con­tem­po­ra­nee, a base storicis­ti­ca, del­la stes­sa prat­i­ca del mae­stro ungherese. www.galleriaartemodernaroma.it

 

SPAZI DELL’ARTE E GALLERIE STORICHE A ROMA (ANNI CINQUANTA-NOVANTA)

GALLERIA D’ARTE MODERNA (Sala Grafi­ca) | 28 novem­bre — 15 mar­zo 2020

Il prog­et­to espos­i­ti­vo e di work­shop abbina­to è in cor­re­lazione con i 40 anni del Cen­tro Ricer­ca e Doc­u­men­tazione Arti Visive (1979–2019)”, a cura di Alessan­dra Cap­pel­la, Clau­dio Cres­cen­ti­ni e Daniela Vas­ta, prevede l’organizzazione di una mostra e rel­a­ti­vo work­shop qual­i­fi­ca­to dall’esperienza di stu­dio e appro­fondi­men­to che da anni sta por­tan­do avan­ti il CRDAV rel­a­ti­va­mente alla doc­u­men­tazione del­l’at­tiv­ità espos­i­ti­va romana in sedi pub­bliche e pri­vate. Una final­ità che il Cen­tro persegue con la rac­col­ta e la sche­datu­ra di cat­a­loghi, mono­grafie, let­ter­atu­ra gri­gia (invi­ti, comu­ni­cati stam­pa, dépli­ant, ecc.), peri­od­i­ci, video e mate­ri­ale fotografi­co. www.galleriaartemodernaroma.it

 

INGE MORATH

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE (Piano ter­ra) | 30 novem­bre  – 19 gen­naio 2020  

Il Museo di Roma in Traste­vere ospi­ta la pri­ma ret­ro­spet­ti­va ital­iana di Inge Morath (1923–2002), la pri­ma fotore­porter don­na entra­ta a far parte del­la famosa agen­zia fotografi­ca Mag­num Pho­tos. I rap­por­ti lavo­ra­tivi con per­son­al­ità quali Ernst Haas, Robert Capa e Hen­ri Carti­er-Bres­son, con­tribuis­cono a chiarire l’evoluzione pro­fes­sion­ale del­la Morath e il per­son­ale stile fotografi­co nutri­to degli ide­ali uman­is­ti­ci suc­ces­sivi alla Sec­on­da Guer­ra Mon­di­ale, ma anche del­la fotografia quale “momen­to deci­si­vo” come la definì Carti­er-Bres­son. Le oltre cen­tocinquan­ta fotografie riper­cor­reran­no le tappe dei suoi prin­ci­pali reportage geo-etno­grafi­ci, inclu­den­do anche la nota serie di curiosi ritrat­ti con le maschere del dis­eg­na­tore Saul Stein­berg. www.museodiromaintrastevere.it

DICEMBRE

LA BULGARIA ATTRAVERSO LO SPECCHIO DEL TEMPO

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | 4 dicem­bre – 12 gen­naio 2020

Mostra fotografi­ca real­iz­za­ta in base allo svilup­po di 37 las­tre di vetro orig­i­nali risalen­ti agli anni Ven­ti e trenta del sec­o­lo scor­so. Le immag­i­ni esposte cat­tura­no preziose tes­ti­mo­ni­anze del­la cul­tura, tradizioni e cos­tu­mi del­la Bul­gar­ia. Il prog­et­to del­la Fon­dazione “Val­ori” viene pro­pos­to a Roma, nel­la sede del Museo di Roma in Traste­vere gra­zie al sosteg­no dell’Ambasciatore bul­garo in Italia S.E. Todor Stoy­anov e in col­lab­o­razione con l’Istituto bul­garo di cul­tura a Roma.

 

MOSTRE CON BIGLIETTO RIDOTTO PER I POSSESSORI MIC

 

In cor­so

CANOVA. Eter­na Bellez­za

MUSEO DI ROMA | Fino al 15 mar­zo 2020

Par­tendo da un excur­sus sul panora­ma artis­ti­co di Roma alla fine del Set­te­cen­to, la mostra intende inda­gare il legame inti­mo e fecon­do che unì Cano­va e Roma: dal suo arri­vo nel­la Cit­tà nel 1779 e la for­mazione sull’Antico — e non solo -, ai suoi esor­di neo­clas­si­ci, alla eco del­la soprag­giun­ta fama inter­nazionale fino alla nom­i­na di Com­mis­sario delle Belle Arti, tito­lo ricop­er­to nel Rinasci­men­to da Raf­fael­lo. Attra­ver­so una scelta di opere scul­toree in mar­mo, di ges­si, di tes­ti­mo­ni­anze pit­toriche e a stam­pa accu­rata­mente selezion­ate dal cura­tore Pro­fes­sor Giuseppe Pavanel­lo — docente di Sto­ria dell’Arte Mod­er­na pres­so l’Università di Tri­este, mem­bro del Comi­ta­to per l’Edizione Nazionale delle Opere di Anto­nio Cano­va, dell’Istituto di ricer­ca su Cano­va e il Neo­clas­si­cis­mo di Bas­sano, del Con­siglio sci­en­tifi­co del­la Fon­dazione Cano­va di Pos­sag­no — le diverse sezioni del per­cor­so espos­i­ti­vo saran­no tese ad appro­fondire e illus­trare l’influenza che l’ambiente cul­tur­ale romano esercitò sul­lo Scul­tore, il suo per­son­ale con­fron­to con l’Antico e il dial­o­go con gli artisti mod­erni, oltre ai fecon­di con­tat­ti con i suoi con­tem­po­ranei. La Mostra non mancherà di illus­trare il lavoro di Cano­va per i gran­di mon­u­men­ti papali, il rap­por­to con la com­mit­ten­za, l’esperienza del­la riv­o­luzione francese e infine il suo fon­da­men­tale ruo­lo di Ispet­tore delle Belle Arti. www.museodiroma.it

 

In arri­vo

C’ERA UNA VOLTA SERGIO LEONE

MUSEO DELL’ ARA PACIS | 17 Dicem­bre  – 3 mag­gio 2020

Ser­gio Leone ha reso leggen­dario il rac­con­to filmi­co del­la sto­ria di miti come il West o l’Amer­i­ca. E ora, dopo oltre mez­zo sec­o­lo, lui stes­so è diven­ta­to mito: si chia­ma infat­ti “C’era una vol­ta Ser­gio Leone”, parafrasan­do i titoli dei suoi cele­bri film, la grande mostra ospi­ta­ta all’Ara Pacis dopo il suc­ces­so riscon­tra­to alla Ciné­math­èque Française a Pari­gi. Pro­pos­ta dal­la  Cinete­ca di Bologna, prodot­ta e cura­ta in col­lab­o­razione con la Ciné­math­èque Française e l’Istituto Luce Cinecit­tà, la mostra ha carat­tere mul­ti­sen­so­ri­ale: si con­figu­ra come un viag­gio attra­ver­so l’universo dell’artista per conoscere la lavo­razione dei suoi film di cul­to ma anche l’uomo e la sua for­mazione. Com­pren­derà anche una ret­ro­spet­ti­va e la pub­bli­cazione del vol­ume ‘La riv­o­luzione Ser­gio Leone’, a cura di Christo­pher Frayling e di Gian Luca Farinel­li, diret­tore del­la Cinete­ca di Bologna che lavo­ra da anni sul cin­e­ma di Leone, con i restau­ri dei suoi film. www.arapacis.it

 

EVENTI RISERVATI AI POSSESSORI DELLA MIC CARD

PREVIA PRENOTAZIONE ALLO 060608

 

OPEN DAYS SITI DEL TERRITORIO

 

Saba­to 26 otto­bre

ore 9.00 – 13.00 | Casi­na del Car­di­nal Bessar­i­one, Colom­bario di Pom­ponio Hylas, Por­ta Asi­nar­ia

ore 14.00 – 18.00 | Insu­la di San Pao­lo alla Rego­la, Sepol­cro degli Sci­p­i­oni, Casa dei Cav­a­lieri di Rodi

 

Domeni­ca 27 otto­bre

ore 9.00 – 13.00 | Insu­la dell’Ara Coeli, Mau­soleo di Monte del Gra­no, Area Sacra di S. Omobono

ore 14.00 – 18.00 | Audi­to­ri­um di Mece­nate, Ipo­geo di Via Liven­za, Casa dei Cav­a­lieri di Rodi

 

Saba­to 23 novem­bre

ore 9.00 – 13.00 | Por­ta Asi­nar­ia, Insu­la dell’Ara Coeli, Casi­na del Car­di­nal Bessar­i­one

ore 14.00 – 18.00 | Audi­to­ri­um di Mece­nate, Colom­bario di Pom­ponio Hylas, Insu­la di San Pao­lo alla Rego­la

 

Domeni­ca 24 novem­bre

ore 9.00 – 13.00 | Nin­feo degli Anni­bal­di, Monte Tes­tac­cio, Mau­soleo di Monte del Gra­no

ore 14.00 – 18.00 | Sepol­cro degli Sci­p­i­oni, Ipo­geo di Via Liven­za, Casa dei Cav­a­lieri di Rodi

 

aMI­Ci

Spe­ciali con­ver­sazioni e vis­ite ded­i­cate ad aspet­ti par­ti­co­lari delle collezioni dei prin­ci­pali musei. I cura­tori accoglier­an­no i vis­i­ta­tori per una let­tura insoli­ta di quadri, scul­ture e spazi muse­ali.

 

MUSEI CAPITOLINI

Piaz­za del Campi­doglio, 1

Giovedì 14 novem­bre

ore 17.00 | aMI­Ci — Il Tab­u­lar­i­um: riu­ti­liz­zo di un edi­fi­cio attra­ver­so 2000 anni di sto­ria. Un per­cor­so alla scop­er­ta di luoghi sconosciu­ti. Visi­ta a cura di Rober­ta Tan­ganel­li e Pamela Man­zo

 

Giovedì 28 novem­bre

ore 17.00 | aMI­Ci — I seg­reti del­la Buona Ven­tu­ra di Car­avag­gio: dal sup­por­to all’immagine. Incon­tri a cura di Fed­er­i­ca Maria Papi.

 

Giovedì 5 dicem­bre 

ore 17.00 | aMI­Ci — I Fasti Capi­toli­ni: dal mar­mo inciso alla sto­ria di Roma. Visi­ta a cura di Daniela Velesti­no

 

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI

Via Quat­tro Novem­bre, 94

Mer­coledì 20 novem­bre

ore 15.30 | aMI­Ci — I Mer­cati di Tra­iano in pil­lole. Tra­iano e la guer­ra gius­ta. Visi­ta gui­da­ta a cura di Simon Pas­tor

 

Giovedì 12 dicem­bre

ore 15.30 | aMI­Ci — I Mer­cati di Tra­iano in pil­lole. Cosa ci fan­no delle suore nei Mer­cati di Tra­iano? Visi­ta gui­da­ta a cura di Pao­lo Vigliaro­lo

 

Mart­edì 17 dicem­bre

ore 15.30 | aMI­Ci – Per­son­ag­gi impor­tan­ti dei Mer­cati di Tra­iano

 

CENTRALE MONTEMARTINI

Via Ostiense, 106

Giovedì 17 otto­bre

ore 17.00 | aMI­Ci — Il treno di Pio IX alla Cen­trale Mon­temar­ti­ni. A cura di Ser­e­na Gugliel­mi

 

Mer­coledì 13 novem­bre

ore 17.00 | aMI­Ci — I cap­ola­vori di arte gre­ca alla Cen­trale Mon­temar­ti­ni. A cura di Bar­bara Nobiloni

 

Giovedì 12 dicem­bre

ore 17.00 | aMI­Ci — Le scop­erte arche­o­logiche del­la fine dell’800 nei quartieri Esquili­no e Quiri­nale. A cura di Ser­e­na Gugliel­mi

 

MUSEO DELL’ARA PACIS

Lun­gote­vere in Augus­ta (ango­lo via Toma­cel­li)

Mer­coledì 30 otto­bre — 20 novem­bre — 27 novem­bre — 4 dicem­bre

ore 17.00 | aMI­Ci — Incon­tri in Museo: uno sguar­do diver­so dal soli­to sul­la collezione e sul mon­u­men­to. A cura di Lucia Spag­n­uo­lo

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA

Casi­na delle Civette

Mer­coledì 23 otto­bre — 18 dicem­bre

Ore 15.30 | aMI­Ci – La Casi­na dell’immaginario. A cura di Maria Grazia Mas­safra

 

Casi­no Nobile

Giovedì 21 novem­bre

Ore 17.00 | aMI­Ci – Dietro le quinte. Incon­tri con i cura­tori delle collezioni per sve­larne aspet­ti meno noti. A cura di Anto­nia Arcon­ti

 

EVENTI NEI MUSEI E APERTURE STRAORDINARIE

GRATUITI PER I POSSESSORI MIC

 

 

I WEEKEND DELLA MIC

Ingres­so a 1 euro. Gra­tu­ito per i pos­ses­sori del­la MIC Card

Saba­to 19 otto­bre

20.00 – 24.00 | MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con Fon­dazione Musi­ca per Roma

 

Saba­to 26 otto­bre

20.00 – 24.00 | MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con Roma Tre Orches­tra

 

Saba­to 2 novem­bre

20.00 – 24.00 | MUSEI CAPITOLINI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con Accad­e­mia Nazionale San­ta Cecil­ia

 

Saba­to 9 novem­bre

20.00 – 24.00 | MUSEI CAPITOLINI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con Fon­dazione Musi­ca per Roma

 

Saba­to 16 novem­bre

20.00 – 24.00 | MUSEI CAPITOLINI

Even­to per­for­ma­ti­vo in col­lab­o­razione con Teatro di Roma

 

Saba­to 23 novem­bre  

20.00 – 24.00 | MUSEI CAPITOLINI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con il Teatro dell’Opera

 

Saba­to 30 novem­bre

20.00 – 24.00 | MUSEI CAPITOLINI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con Roma Tre Orches­tra

 

Saba­to 7 dicem­bre

20.00 – 24.00 | MUSEI CAPITOLINI

Even­to musi­cale in col­lab­o­razione con Accad­e­mia Nazionale San­ta Cecil­ia

 

MUSEI IN MUSICA

Ingres­so a 1 euro. Gra­tu­ito per i pos­ses­sori del­la MIC Card

Saba­to 14 dicem­bre

20.00 – 02.00 | L’undicesima edi­zione di Musei in Musi­ca pro­por­rà come con­sue­tu­dine l’apertura stra­or­di­nar­ia serale di tut­ti gli spazi del Sis­tema Musei Civi­ci. Pagan­do il bigli­et­to di un euro, o gra­tuita­mente con la MIC Card, il pub­bli­co potrà vis­itare le collezioni per­ma­nen­ti, ammi­rare le mostre tem­po­ra­nee in cor­so e usufruire di un ric­co pro­gram­ma di con­cer­ti e spet­ta­coli dal vivo.

 

VISITE GUIDATE, INCONTRI E ALTRE INIZIATIVE

INGRESSO E VISITA GUIDATA GRATUITI PER I POSSESSORI DELLA MIC CARD PREVIA PRENOTAZIONE ALLO 060608

 

EDUCARE ALLE MOSTRE, EDUCARE ALLA CITTÀ

Una let­tura ragion­a­ta del­la sto­ria di Roma dal cen­tro alla per­ife­ria, con incon­tri sul ter­ri­to­rio ed appro­fondi­men­ti su temi uman­is­ti­ci e sci­en­tifi­ci: come in un grande lab­o­ra­to­rio con­di­vi­so.

 

Giovedì 17 otto­bre

Ore 16.00 | MUSEI CAPITOLINI | Incon­tro e visi­ta alla mostra Luca Sig­norel­li e Roma. Oblio e riscop­erte

 

Lunedì 21 otto­bre

Ore 16.00 | MUSEO DELL’ARA PACIS | Espe­rien­ze didat­tiche a con­fron­to: lab­o­ra­tori di psi­coanal­isi dell’arte

 

Mer­coledì 30 otto­bre

Ore 16.00 | MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | Incon­tro sul tema Le gran­di scop­erte nell’area del Teatro di Mar­cel­lo durante gli anni del gov­er­na­tora­to: inter­ven­ti in equi­lib­rio tra emer­gen­za e sal­va­guardia

 

Mart­edì 12 novem­bre

(PER I POSSESSORI MIC CARD INGRESSO RIDOTTO ALLA MOSTRA E VISITA GRATUITA)

Ore 16.00 | MUSEO DI ROMA | Incon­tro sul tema Cano­va. Eter­na bellez­za

 

Ven­erdì 15 novem­bre

Ore 16.00 | MUSEI DI VILLA TORLONIA – CASINA DELLE CIVETTE | Incon­tro e visi­ta alla mostra Gioiel­lo. Inti­mo col­lo­quio

 

Giovedì 21 novem­bre

Ore 16.00 | MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | Incon­tro sul tema Il sapore dell’acqua. Moto per­petuo nel­la Regi­na Aquarum

 

Mer­coledì 27 novem­bre

Ore 16.00 | MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | Incon­tro sul tema Lo zoo in bian­co e nero. Architet­tura, sto­ria e ani­mali del gia­rdi­no zoo­logi­co di Roma

 

Mer­coledì 11 dicem­bre

Ore 16.00 | MUSEO DI ROMA | Incon­tro sul tema Fare arche­olo­gia a Roma: scavi e mon­u­men­ti nel­la vita del­la cit­tà

 

MUSEI DA TOCCARE

Vis­ite gui­date tat­tili-sen­so­ri­ali con oper­a­tori spe­cial­iz­za­ti, per vivere i musei in maniera indi­men­ti­ca­bile. Un’esperienza di acces­si­bil­ità per tut­ti, sia fisi­ca che cul­tur­ale.

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA

Casi­no Nobile

Saba­to 2 novem­bre – 7 dicem­bre

Ore 11.00 | Vedere con le mani: sen­tire le dif­feren­ze, per­cepire i mate­ri­ali, conoscere le sto­rie

 

Casi­na delle Civette

Ven­erdì 25 otto­bre – 29 novem­bre – 27 dicem­bre

Ore 16.00 | La casi­na delle mer­av­iglie

 

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI

Ven­erdì 8 novem­bre – 13 dicem­bre

Ore 16.00 | Sco­prire i Mer­cati di Tra­iano con le mani

 

MUSEO DELL’ARA PACIS

Domeni­ca 24 novem­bre – Lunedì 9 dicem­bre

Ore 15.30 | Esplo­razioni tat­tili all’Ara Pacis

 

Domeni­ca 27 otto­bre – Lunedì 11 novem­bre – Domeni­ca 29 dicem­bre

Ore 10.00 | Esplo­razioni tat­tili all’Ara Pacis

 

CENTRALE MONTEMARTINI

Giovedì 17 otto­bre – Ven­erdì 15 novem­bre  — Giovedì 12 dicem­bre

Ore 10.30 | I cap­ola­vori di scul­tura anti­ca del­la Cen­trale Mon­temar­ti­ni

 

Saba­to 26 otto­bre – 28 dicem­bre

Ore 15.30 | La Cen­trale Mon­temar­ti­ni: un incon­tro tra arche­olo­gia indus­tri­ale e arte clas­si­ca

 

Saba­to 23 novem­bre

Ore 10.30 | La Cen­trale Mon­temar­ti­ni: un incon­tro tra arche­olo­gia indus­tri­ale e arte clas­si­ca

 

MUSEI CAPITOLINI

Ven­erdì 18 otto­bre

Ore 16.00 | Tra potere e van­ità: donne e imper­a­tri­ci dell’Antica Roma

 

Ven­erdì 15 novem­bre

Ore 16.00 | Amore e Psiche: una favola intra­montabile

 

Ven­erdì 20 dicem­bre

Ore 16.00 | La piaz­za del Campi­doglio dall’antichità alla nasci­ta dei Musei Capi­toli­ni

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Ven­erdì 18 otto­bre – 8 novem­bre – 22 novem­bre – 6 dicem­bre – 20 dicem­bre

Ore 15.30 | Gli ani­mali a por­ta­ta di mano

 

MUSEO DI ROMA

Ven­erdì 8 novem­bre

Ore 11.00 | Il Museo di Roma e il suo rac­con­to intat­to

 

Ven­erdì 6 dicem­bre

Ore 15.30 | Il Museo di Roma e il suo rac­con­to intat­to

 

ARCHEOLOGIA IN COMUNE

Aper­ture stra­or­di­nar­ie per avvic­i­nar­si al pat­ri­mo­nio meno noto di Roma. Un’occasione imperdi­bile per conoscere meglio la cit­tà anti­ca e le sue ric­chezze nascoste.

Ingres­so e visi­ta gra­tui­ta solo per i pos­ses­sori MIC Card. Visi­ta gra­tui­ta per tut­ti pre­vio paga­men­to del bigli­et­to d’ingresso

Preno­tazione obbli­ga­to­ria allo 060608 a par­tire da sette giorni pri­ma la data dell’evento.

(max 20 per­sone per cias­cun grup­po)

 

OTTOBRE

Mer­coledì 16 otto­bre
ore 15.00 | Area arche­o­log­i­ca dei Fori Impe­ri­ali. Visi­ta gui­da­ta a cura di Beat­rice Pin­na Caboni

 

Saba­to 19 otto­bre
ore 11.00 | Mitreo del Cir­co Mas­si­mo. Visi­ta gui­da­ta a cura di Elis­a­bet­ta Carnabu­ci
ore 11.00 | Sepol­cri repub­bli­cani di via Sta­til­ia. Visi­ta gui­da­ta di Car­la Ter­mi­ni

 

Domeni­ca 20 otto­bre
ore 11.00 | Ipo­geo di via Liven­za. Visi­ta gui­da­ta di Simon­et­ta Ser­ra

 

Mart­edì 22 otto­bre
ore 14.30
| Il Nin­feo di via degli Anni­bal­di. Visi­ta gui­da­ta a cura di Fed­er­i­ca Michela Rossi

 

Mer­coledì 23 otto­bre
ore 14.30 | Case romane di S. Pao­lo alla Rego­la. Visi­ta gui­da­ta di Alessan­dra Tedeschi

 

Giovedì 24 otto­bre

ore 15.00 | Monte Tes­tac­cio. Visi­ta gui­da­ta a cura di Francesco Pacetti

ore 15.30 | Por­ta Asi­nar­ia. Visi­ta gui­da­ta a cura di Mar­i­an­na Fran­co

 

Saba­to 26 otto­bre
ore 10.00
| Area arche­o­log­i­ca dei Fori Impe­ri­ali. Visi­ta gui­da­ta a cura di Nico­let­ta Bernac­chio
ore 11.00 | Por­ta Tiburtina e Sepol­cro di Largo Talamo. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­lo Per­siani

ore 15.00 | Piramide, le Mura e il Cimitero Acat­toli­co. Visi­ta gui­da­ta a cura di Mari­na Mar­cel­li e Vanes­sa Ascen­zi

 

Domeni­ca 27 otto­bre
ore 11.00
| Por­ta Mag­giore e sepol­cro di Eurisace. Visi­ta gui­da­ta a cura di Pao­la Chi­ni

 

Mer­coledì 30 otto­bre
ore 15.00
| Case romane di S. Pao­lo alla Rego­la. Visi­ta gui­da­ta di Alessan­dra Tedeschi 

NOVEMBRE

 

Saba­to 2 novem­bre

Ore 10.00 | Por­ta San Sebas­tiano – Museo delle Mura. Visi­ta gui­da­ta a cura di Simon­et­ta Ser­ra

 

Domeni­ca 3 novem­bre
ore 10.00 | Cas­tro Pre­to­rio. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­lo Per­siani

 

Mer­coledì 6 novem­bre
ore 15.00 | Colom­bario di Pom­po­nius Hylas. Visi­ta gui­da­ta a cura di Ser­gio Pal­ladi­no

 

Giovedì 7 novem­bre

ore 15.00 | Monte Tes­tac­cio. Visi­ta gui­da­ta a cura di Francesco Pacetti

 

Saba­to 9 novem­bre
ore 10.00 | Area arche­o­log­i­ca dei Fori Impe­ri­ali. Visi­ta gui­da­ta a cura di Antonel­la Cor­saro

ore 11.00 | Mitreo del Cir­co Mas­si­mo. Visi­ta gui­da­ta a cura di Elis­a­bet­ta Carnabu­ci

 

Domeni­ca 10 novem­bre

ore 10.30 | Il sepol­cro degli Sci­p­i­oni. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­la Ter­mi­ni

ore 11.30 | Il sepol­cro degli Sci­p­i­oni. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­la Ter­mi­ni

 

Mart­edì 12 novem­bre

ore 14.30 | Area arche­olo­gia del Teatro Mar­cel­lo. Visi­ta gui­da­ta a cura di Ste­fa­nia Per­go­la e Mar­i­ale­tizia Buon­figlio

 

Mer­coledì 13 novem­bre  
ore 15.00 | Il Sepol­cre­to del­la via Ostiense. Visi­ta gui­da­ta a cura di Cristi­na Car­ta

 

Giovedì 14 novem­bre

ore 15.00 | Por­ta Asi­nar­ia. Visi­ta gui­da­ta a cura di Mar­i­an­na Fran­co

 

Saba­to 16 novem­bre

ore 11.00 | Sepol­cri repub­bli­cani di via Sta­til­ia. Visi­ta gui­da­ta di Simon­et­ta Ser­ra

 

Domeni­ca 17 novem­bre

ore 11.00 | Par­co degli Acque­dot­ti e Vil­la delle Vignac­ce – Via Lemo­nia (ango­lo Via dei Pub­li­ci) Visi­ta gui­da­ta a cura di Pao­la Chi­ni

 

Mart­edì 19 novem­bre
ore 14.30
| Il Nin­feo di via degli Anni­bal­di. Visi­ta gui­da­ta a cura di Fed­er­i­ca Michela Rossi

 

Mer­coledì 20 novem­bre 
ore 15.00
| Area arche­o­log­i­ca dei Fori Impe­ri­ali. Visi­ta gui­da­ta a cura di Mas­si­mo Vit­ti

 

Saba­to 23 novem­bre

ore 11.00 | Ponte Nomen­tano e Mau­soleo di Mene­nio Agrip­pa. Visi­ta gui­da­ta a cura di Ste­fa­nia Per­go­la

 

Domeni­ca 24 novem­bre

ore 10.30 | Il sepol­cro degli Sci­p­i­oni. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­la Ter­mi­ni

ore 11.30 | Il sepol­cro degli Sci­p­i­oni. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­la Ter­mi­ni

 

Mart­edì 26 novem­bre

ore 15.00 | Audi­to­ri­um di Mece­nate. Visi­ta gui­da­ta a cura di Mar­i­ale­tizia Buon­figlio

 

Saba­to 30 novem­bre

Ore 11.00 | Por­ta Tiburtina. Visi­ta gui­da­ta a cura di Simon­et­ta Ser­ra

 

DICEMBRE

 

Domeni­ca 1 dicem­bre

Ore 11.00 | Mau­soleo di Monte del Gra­no – Via Ascanio Pedi­ano, ingres­so par­co. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­la Ter­mi­ni

 

Mart­edì 3 dicem­bre
ore 14.30
| Il Nin­feo di via degli Anni­bal­di. Visi­ta gui­da­ta a cura di Fed­er­i­ca Michela Rossi

 

Mer­coledì 4 dicem­bre
ore 15.00 | Colom­bario di Pom­po­nius Hylas – Via di Por­ta Lati­na. Visi­ta gui­da­ta a cura di Ser­gio Pal­ladi­no

 

Ven­erdì 6 dicem­bre

ore 14.30 | Area arche­olo­gia del Teatro Mar­cel­lo. Visi­ta gui­da­ta a cura di Ste­fa­nia Per­go­la e Mar­i­ale­tizia Buon­figlio

 

Domeni­ca 8 dicem­bre

Ore 11.00 | Mura Aure­liane a San Loren­zo – Via Tiburtina Anti­ca (davan­ti Por­ta Tiburtina). Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­lo Per­siani

 

Mer­coledì 11 dicem­bre

ore 15.00 | Area arche­o­log­i­ca dei Fori Impe­ri­ali – Piaz­za del­la Madon­na di Lore­to. Visi­ta gui­da­ta a cura di Nico­let­ta Bernac­chio

 

Saba­to 14 dicem­bre

ore 11.00 | Mitreo del Cir­co Mas­si­mo – Piaz­za del­la Boc­ca del­la Ver­ità, 16. Visi­ta gui­da­ta a cura di Elis­a­bet­ta Carnabu­ci

ore 11.00 | Area arche­o­log­i­ca del Cir­co di Massen­zio. Visi­ta gui­da­ta a cura di Simon­et­ta Ser­ra

 

Domeni­ca 15 dicem­bre

Ore 11.00 | Vil­la e Museo del­la Vil­la dell’Auditorium – Audi­to­ri­um Par­co del­la Musi­ca. Via Pietro De Cou­bertin, 30 ingres­so museo (a destra del­la sala S. Cecil­ia entran­do dal­la Cavea). A cura di Pao­la Chi­ni

 

Mer­coledì 18 dicem­bre

Ore 15.00 | Area arche­o­log­i­ca di Piaz­za Man­fre­do Fan­ti. Visi­ta gui­da­ta di Car­la Ter­mi­ni

 

Ven­erdì 20 dicem­bre

Ore 15.00 | Mura Aure­liane tra Aure­liano e il Rinasci­men­to – Appun­ta­men­to Por­ta San Sebas­tiano. Visi­ta gui­da­ta a cura di Car­lo Per­siani

 

Saba­to 21 dicem­bre

ore 10.00 | Area arche­o­log­i­ca dei Fori Impe­ri­ali – Piaz­za del­la Madon­na di Lore­to. Visi­ta gui­da­ta a cura di Antonel­la Cor­saro

 

CON I TUOI OCCHI.

DIALOGHI A PIÙ VOCI DAVANTI A UN QUADRO

Un appun­ta­men­to men­sile al MUSEO DI ROMA per offrire a tut­ti la pos­si­bil­ità di con­di­videre ciò che lo sguar­do coglie in un’opera, sen­za il fil­tro del­la conoscen­za.

 

Mer­coledì 13 novem­bre | Ore 17.00. Incon­tro con­dot­to da Ful­via Stra­no

Mer­coledì 4 dicem­bre | Ore 17.00

 

VIOLETTA E ANDROMEDA

UNA STORIA ROMANA AL MUSEO DI ROMA

Un’esperienza mul­ti­sen­so­ri­ale per far riv­i­vere la sto­ria degli affres­chi cinque­cen­teschi esposti al ter­zo piano del Museo (ded­i­ca­to alla Roma delle demolizioni urban­is­tiche) e la percezione del luo­go di prove­nien­za (Casi­no del Bufa­lo a via del Tri­tone) dis­trut­to alla fine dell’800. L’esperienza del­la perdi­ta come pun­to di con­tat­to tra il tema espos­i­ti­vo del­la Sala e il vis­su­to per­son­ale del pub­bli­co, com­pos­to da veden­ti ben­dati e non veden­ti.

 

Giovedì 14 novem­bre | Ore 17.00 – Visi­ta inte­gra­ta mul­ti­sen­so­ri­ale con Ful­via Stra­no

Giovedì 12 dicem­bre | Ore 17.00 – Visi­ta inte­gra­ta mul­ti­sen­so­ri­ale con Ful­via Stra­no

 

ZOOHALLOWEEN

Ingres­so gra­tu­ito al Museo per i pos­ses­sori del­la MIC. Attiv­ità a paga­men­to

Tan­ti appun­ta­men­ti per i bam­bi­ni con o sen­za le loro famiglie alla ricer­ca dei mis­te­riosi seg­reti degli ani­mali del MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA. Dalle sfide a squadre a ser­ate da briv­i­do con piz­za per tut­ti a un’intera notte nelle sale del Museo, la notte più mostru­osa dell’anno.

Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20