DECRETO CANTIERI, ASSOTUTELA: “GOVERNO SI DIMENTICA DEGLI AQUILANI”

DECRETO CANTIERI, ASSOTUTELA: “GOVERNO SI DIMENTICA DEGLI AQUILANI

01/07/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 902 volte!

Nuo­va fig­u­rac­cia isti­tuzionale e polit­i­ca del gov­er­no gialloverde che nell’ultimo decre­to cantieri, appe­na approva­to, decide di dimen­ti­car­si dei poveri aquilani col­pi­ti dal sis­ma del 2009. Par­ti­amo dal pre­sup­pos­to che il nuo­vo provved­i­men­to, in prim­is, è una vera e pro­pria con­trad­dizione leg­isla­ti­va, che intro­duce norme di sem­pli­fi­cazione ma finisce in realtà per com­pli­care il quadro delle regole. Det­to questo, c’è poi lo scivolone sul­la cit­tà de L’Aquila: siamo d’accordo con l’onorevole Pez­zopane, il decre­to cantieri fa tut­to tranne che rilan­cia­re il tema del­la ricostruzione. Il gov­er­no toglie 75 mil­ioni L’Aquila: ques­ta è l’unica, vera, triste novità. Inoltre, non si tro­va nes­suna soluzione per edilizia pub­bli­ca, tasse e per­son­ale. Alla resa dei con­ti, il gov­er­no di Salvi­ni e Di Maio si sta dimostran­do tut­to fumo e niente arrosto”.

Così, in una nota, il pres­i­dente di Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to, ex can­dida­to sin­da­co al Comune di Roma.