Pomezia: chiesto 1, 6 milioni di euro alla IMPREME per non aver iniziato i lavori alla scuola Querceto

Pomezia: chiesto 1, 6 milioni di euro alla IMPREME per non aver iniziato i lavori alla scuola Querceto

12/01/2017 1 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2380 volte!

Pomezia: La soci­età IMPREME spa non inizia i lavori per la scuo­la dell’infanzia al Querce­to, il Comune richiede il recu­pero di 1.660.000 euro

Due richi­este di escus­sione delle polizze fideius­sorie sono state invi­ate dal Comune di Pomezia il 28 dicem­bre scor­so per il man­ca­to avvio dei lavori di real­iz­zazione di una scuo­la dell’infanzia nel com­pren­so­rio urban­is­ti­co P11 (Querce­to). La soci­età IMPREME avrebbe dovu­to infat­ti iniziare i lavori entro otto­bre 2016, come indi­ca­to nel per­me­s­so di costru­ire rilas­ci­a­to il 7/10/2015, per real­iz­zare una scuo­la dell’infanzia da cedere al Comune come pre­vis­to dal­la Con­ven­zione urban­is­ti­ca P11 stip­u­la­ta nel 1996.

“I lavori per la scuo­la non sono par­ti­ti – spie­ga il Sin­da­co di Pomezia Fabio Fuc­ci – per cui richiedi­amo il recu­pero di 1.660.000 euro, sol­di da rein­ve­stire in opere e servizi per la cit­tad­i­nan­za. Come accadu­to spes­so in pas­sato, interi quartieri sono sta­ti ogget­to di spec­u­lazione edilizia sen­za vedere mai la real­iz­zazione di opere di urban­iz­zazione: strade, aree ver­di, illu­mi­nazione, ecc. Al Querce­to la soci­età di costruzioni IMPREME non ha mai real­iz­za­to ciò che era pre­vis­to dal­la con­ven­zione, a par­tire dal­la scuo­la. Oggi a Pomezia la situ­azione, anche a liv­el­lo urban­is­ti­co, è molto diver­sa: la mia Ammin­is­trazione mette al pri­mo pos­to il benessere col­let­ti­vo e la for­ni­tu­ra di opere e servizi alla cit­tad­i­nan­za e vig­i­la costan­te­mente sulle con­ven­zioni già stip­u­late. Anche in questo caso inten­di­amo resti­tuire alla Cit­tà e al quartiere ciò che gli è sta­to nega­to”.

Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20