Lazio, AssoTutela rende più dolce la Pasqua dei piccoli del Policlinico Umberto I

Lazio, AssoTutela rende più dolce la Pasqua dei piccoli del Policlinico Umberto I

30/03/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 479 volte!

Ripren­dono, nel sol­co del­la tradizione, le inizia­tive benefiche e sol­i­dali che Asso­tutela, asso­ci­azione da anni impeg­na­ta per la dife­sa dei dirit­ti dei cit­ta­di­ni, ris­er­va in occa­sioni top­iche alle per­sone più frag­ili e in dif­fi­coltà. Dopo gli alberi di Natale allesti­ti pres­so i repar­ti di pedi­a­tria dei più gran­di ospedali romani, in occa­sione del­la San­ta Pasqua sarà la vol­ta di uova di cioc­co­la­to donate ai bam­bi­ni ricoverati al Poli­clin­i­co Umber­to I. Negli anni l’associazione ha avu­to il pre­gio di met­tere insieme impor­tan­ti sogget­ti attivi nel sociale e nelle fasce più rap­p­re­sen­ta­tive del mon­do eco­nom­i­co e cul­tur­ale. In questo caso, affi­ancherà il pres­i­dente dell’associazione Michel Mar­i­ta­to la con­dut­trice tele­vi­si­va, già min­istro delle Politiche agri­cole Nun­zia De Giro­lamo insieme alla gior­nal­ista e psi­colo­ga Bar­bara Fab­broni, in questo even­to pro­mosso in col­lab­o­razione con Oasi Park, Uni­Cu­sano, Ter­nana Cal­cio, Aduc­ta dis­in­fes­tazioni, Gen­co Srl. “Vogliamo donare un sor­riso e un pen­siero dolce ai pic­coli ricoverati in questo del­i­ca­to momen­to”, spie­ga il pres­i­dente di Asso­Tutela Mar­i­ta­to. “Veni­amo da due anni ter­ri­bili, dopo la pan­demia che ha fiac­ca­to il nos­tro spir­i­to e ora con il con­flit­to Rus­sia Ucraina rischi­amo di non uscire mai dal tun­nel. Quale migliore stru­men­to di un otti­mo uovo di cioc­co­la­to con sor­pre­sa, per addol­cire questi momen­ti? Ringrazio tut­ti col­oro che han­no per­me­s­so la real­iz­zazione di ques­ta inizia­ti­va sol­i­dale – con­tin­ua Mar­i­ta­to — non ci fer­mi­amo, in questo momen­to dif­fi­cile, con­tin­uer­e­mo a far sen­tire il nos­tro affet­to e la nos­tra vic­i­nan­za alle per­sone più frag­ili, vici­ni spir­i­tual­mente a col­oro che stan­no suben­do l’offensiva dell’assurda guerra”.