Agricoltura, Tiso(Confeuro): “Educazione alimentare a scuola sia priorità”.

Agricoltura, Tiso(Confeuro): “Educazione alimentare a scuola sia priorità”.

14/05/2024 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 522 volte!

“In questi giorni abbi­amo ascolta­to con inter­esse e atten­zione le recen­ti dichiarazioni del Min­istro dell’Agricoltura, del­la Sovran­ità Ali­menta­re e delle Foreste, Francesco Lol­lo­b­rigi­da, che ha espres­so il suo pieno sosteg­no all’iniziativa di inserire l’educazione ali­menta­re nelle scuole e la volon­tà di aggiun­gere nel­la Cos­ti­tuzione ital­iana la garanzia del­la sana ali­men­tazione del cit­tadi­no. Siamo par­lan­do di due vere e pro­prie pri­or­ità isti­tuzion­ali che Con­feu­ro pro­muo­vere e sol­lecita da tem­po, nel­la con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta che in questo modo il com­par­to agri­co­lo risul­terà anco­ra più tute­la­to dalle leg­gi e dal­la certez­za del dirit­to. Non è un caso, infat­ti, che alcu­ni mesi fa abbi­amo pro­mosso una petizione ad hoc al fine di chiedere l’inserimento del­la agri­coltura all’interno del­la nos­tra Car­ta Cos­ti­tuzionale: un mes­sag­gio fon­da­men­tale del con­cet­to di agri­coltura come bene comune, soprat­tut­to in questo momen­to stori­co e politi­co, dove migli­a­ia di pic­coli e medi agri­coltori sono in forte dif­fi­coltà eco­nom­i­ca e pro­fes­sion­ale. E anco­ra, uno stru­men­to demo­c­ra­ti­co for­mi­da­bile per sen­si­bi­liz­zare lo Sta­to sul­la neces­sità del­la salubrità dei cibi, sul­la qual­ità, gen­uinità e carat­ter­is­tiche organolet­tiche dei prodot­ti, sull’incremento dei con­trol­li e del mon­i­tor­ag­gio delle pro­duzioni extra Ue, sul­la trasparen­za sui prezzi e sul­la cos­ti­tuzione del pas­s­apor­to degli Ali­men­ti. Insom­ma, è chiaro ed evi­dente che sia impro­cras­tin­abile una nuo­va nor­ma­ti­va, che attribuis­ca un vero e pro­prio ruo­lo ai pic­coli pro­dut­tori e alle pic­cole imp­rese famil­iari quali garan­ti del­l’ap­provvi­gion­a­men­to e dei luoghi di pro­duzione e come tutori dei suoli coltivabili e dell’habitat. Al con­tem­po, Con­feu­ro crede che l’Italia sia un Paese che deve ripar­tire dalle sue fon­da­men­ta per pro­muo­vere nel mon­do lo stile ali­menta­re salutare che è alla base del­la nos­tra dieta mediter­ranea. Dunque, diven­ta fon­da­men­tale che l’educazione ali­menta­re sia mate­ria di stu­dio nelle scuole per val­oriz­zare innanz­i­tut­to una dieta sana, com­bat­tere l’obesità infan­tile ed evitare gli sprechi di cibo. Vedremo adesso se il gov­er­no saprà tradurre in fat­ti, quan­to enun­ci­a­to in parole”.

Così, in una nota stam­pa, Andrea Tiso, pres­i­dente nazionale di Con­feu­ro, Con­fed­er­azione degli agri­coltori europei e del mon­do.

Related Images: