Politica, Iniziativa 9 Maggio: “Rigenerazione morale e partecipazione popolare per una società più equa”

Politica, Iniziativa 9 Maggio: “Rigenerazione morale e partecipazione popolare per una società più equa”

08/07/2024 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 231 volte!

Le ultime elezioni europee con la schi­ac­ciante vit­to­ria dell’astensionismo han­no dimostra­to, sem­mai ce ne fos­se anco­ra bisog­no, quan­to siano for­ti e peri­colosi in Italia il divario e lo scol­la­men­to tra comu­nità ed isti­tuzioni, tra elet­tori ed ammin­is­tra­tori: con i pri­mi, per gran parte indif­fer­en­ti alla soci­età che cam­bia, con i sec­on­di inca­paci di essere real­mente vici­ni alle istanze e ai dirit­ti del popo­lo. Per Inizia­ti­va 9 mag­gio, è chiaro ed evi­dente quan­to sia nec­es­saria e impro­cras­tin­abile una riv­o­luzione cul­tur­ale, una rigen­er­azione morale e civile, che ridia cen­tral­ità polit­i­ca e sociale al cit­tadi­no. E a par­tire da cosa? Innanz­i­tut­to van­no can­cel­late tutte quelle pseu­do norme che, a pri­ori, abban­do­nano per stra­da i più deboli, cre­an­do ghet­ti e spigoli del­lo scar­to. Occor­rono regole chiare che rispec­chi­ano una con­viven­za plu­rale sen­za dimen­ti­care di ali­menta­re la memo­ria. Ma le regole sono gli ele­men­ti cos­ti­tu­tivi delle isti­tuzioni e queste ultime sono gli stru­men­ti che uti­lizzi­amo per orga­niz­zare e coor­dinare i com­por­ta­men­ti sociali in modo che questi pos­sano con­cor­rere nel modo più effi­cace al benessere col­let­ti­vo, per­tan­to devono essere eque, sol­i­dali che sal­va­guardano la dig­nità d’og­ni essere vivente. Gli ital­iani, cosi come i popoli d’Eu­ropa, han­no dirit­to di conoscere e di essere mes­si nelle con­dizioni di assumere ogni deter­mi­nazione nel­la con­sapev­olez­za che sono infor­mati cor­ret­ta­mente. Se cam­bi­a­men­to dev’esser­ci sia guardan­do con fidu­cia all’Eu­ropa che con tutte le sue caren­ze e i difet­ti res­ta l’u­ni­ca vera sper­an­za per i nos­tri gio­vani. E l’italiano non deve asso­lu­ta­mente divenire uomo-mas­sa poiché ciò implicherebbe un peri­coloso azzera­men­to val­o­ri­ale che mette a ris­chio le basi del­la nos­tra stes­sa lib­ertà di giudizio, e del­la con­seguente capac­ità di oper­are nel mon­do. Occorre una rigen­er­azione ad ampio rag­gio, come det­to, che fun­ziona solo se sen­ti­ta e spon­tanea per cristal­liz­zare il prin­ci­pio sec­on­do cui la gente non riceve per — “corte­sia” — ma è “padrona” del per­cor­so che intende intrapren­dere, trac­cian­do il sol­co come “des­ti­no”. Un per­cor­so in cui lib­ertà e parte­ci­pazione siano le basi fon­da­men­tali del­la soci­età. C’è bisog­no dell’impegno con­sapev­ole ed atti­vo di tut­ti, ad ogni liv­el­lo e sen­za pau­ra. È nec­es­sario avere una polit­i­ca alta, illu­mi­na­ta, vera, fat­ta da tut­ti, per tut­ti, nell’interesse e per il bene di tut­ti. La polit­i­ca deve iden­ti­fi­car­si con la cen­tral­ità del­la per­sona, emanan­do norme eque, sem­pli­ci. Lo Sta­to deve avere una buro­crazia snel­la ed essen­ziale e si deve dotare di un pro­gram­ma eco­nom­i­co che coin­vol­ga i cit­ta­di­ni e che affron­ti seri­amente le dif­fi­coltà quo­tid­i­ane degli ital­iani. Siamo nel pieno di un decli­no eco­nom­i­co, sociale, demografi­co europeo (e ital­iano in Europa) che pare non conoscere fine, ci toc­ca val­utare il tas­so di “sosteni­bil­ità” del Bel­paese in prospet­ti­va futu­ra. Dipende da noi, se siamo in gra­do di agire nel pre­sente pen­san­do agli effet­ti futuri di ciò che fac­ciamo. La Fran­cia con il voto di Domeni­ca 7 Luglio è l’e­sem­pio che la parte­ci­pazione al voto dei cit­ta­di­ni, anche in situ­azioni estreme, diven­ta il vero metro di misura del­la Democrazia. Così in una nota il Grup­po esplo­rati­vo “Prospet­tive Future” impeg­na­to a ricer­care forme diverse per rilan­cia­re la parte­ci­pazione dei Cit­ta­di­ni nel­la vita socio — polit­i­ca — eco­nom­i­ca del­l’I­talia e del­la Unione Euro­pea. In atte­sa del­l’Assem­blea Gen­erale pre­vista per il prossi­mo set­tem­bre (Carmela Tiso Attilio Arbia, Car­la Sac­chi­ni, com­po­nen­ti del Grup­po Esplo­rati­vo di Inizia­ti­va Nove Mag­gio)

Related Images: