Pescara: il 20 luglio torna il mega concerto de LA NOTTE DEI SERPENTI

05/07/2024 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 980 volte!

IL 20 LUGLIO ALLO STADIO DEL MARE DI PESCARA

LA 2ª EDIZIONE DE LA NOTTE DEI SERPENTI

IL CONCERTONE IDEATO E DIRETTO DAL MAESTRO ENRICO MELOZZI

per cel­e­brare la cul­tura e la musi­ca tradizionale abruzzese

SUL PALCO 

COLAPESCE DIMARTINO,COMA_COSE,

GIOVANNI CACCAMO, NOEMI, UMBERTO TOZZI 

e TANTI ARTISTI E MUSICISTI ABRUZZESI

accom­pa­g­nati dall’ORCHESTRA DEI SERPENTI

diret­ta dal Mae­stro ENRICO MELOZZI

CONDUCE LA SERATA
ANDREA DELOGU

 Dopo il suc­ces­so del­la pri­ma edi­zione, il 20 luglio allo Sta­dio del Mare di Pescara tor­na LA NOTTE DEI SERPENTI, il con­cer­tone ideato e diret­to dal Mae­stro ENRICO MELOZZI per omag­gia­re e cel­e­brare la cul­tura e la tradizione musi­cale abruzzese.

Il con­cer­to sarà ded­i­ca­to a Ste­fano Manci­ni, tec­ni­co audio recen­te­mente scom­par­so che ha lavo­ra­to alla pri­ma edi­zione del con­cer­tone.

Sul pal­co de La Notte dei Ser­pen­ti sali­ran­no gran­di nomi del panora­ma musi­cale ital­iano e inter­nazionale che prester­an­no le loro voci ai can­ti del­la tradizione popo­lare abruzzese, per l’occasione riv­is­i­tati in una chi­ave musi­cale mod­er­na ed ese­gui­ti dal vivo dall’Orchestra dei Ser­pen­ti diret­ta dal Mae­stro Enri­co Melozzi.

Ques­ta la line-up: COLAPESCE DIMARTINO, COMA_COSE, GIOVANNI CACCAMO, NOEMI e UMBERTO TOZZI.

Con­duce la ser­a­ta ANDREA DELOGU.

«Tor­na la Notte dei Ser­pen­ti con la sua sec­on­da edi­zione, dopo il grande suc­ces­so che abbi­amo ottenu­to lo scor­so anno. L’Abruzzo sta risco­pren­do quel­la tradizione musi­cale che da sem­pre ha carat­ter­iz­za­to la cul­tura popo­lare del nos­tro ter­ri­to­rioaffer­ma Mar­co Mar­silio, Pres­i­dente del­la Regione Abruz­zoLa Notte dei Ser­pen­ti anche gra­zie al suc­ces­so di pub­bli­co avu­to con la trasmis­sione del­l’even­to su Rai 1, è un ele­men­to che, pro­prio con la riv­is­i­tazione delle musiche che han­no trac­cia­to la sto­ria dei nos­tri pae­si, dei diver­si momen­ti dell’agricoltura e del­la pas­tor­izia, delle feste ad essa col­le­gate, con­sente di riv­i­vere e tra­man­dare le pro­prie tradizioni. Quel­la che inizial­mente era una mia forte con­vinzione di val­oriz­zare le nos­tre radi­ci, a par­tire dagli antichi momen­ti di fes­ta, è sta­ta sposa­ta da tan­tis­si­ma gente che oggi spes­so vuole anche essere pro­tag­o­nista facen­dosi coin­vol­gere nell’organizzazione. Inter­scam­bi­a­bili. Il bisog­no di risco­prire le pro­prie radi­ci più aut­en­tiche e gen­uine è sicu­ra­mente un seg­nale pos­i­ti­vo che ci incen­ti­va a con­tin­uare su ques­ta stra­da. L’esperienza di Enri­co Melozzi e i nomi impor­tan­ti degli artisti che il 20 luglio saran­no a Pescara con­sen­ti­ran­no anche in ques­ta occa­sione di rag­giun­gere un suc­ces­so oltre i con­fi­ni del­la nos­tra regione. L’invito che fac­ciamo a tut­ti col­oro che sono in vacan­za in Abruz­zo e nelle regioni lim­itrofe è quel­lo di venire a Pescara per sco­prire e vivere una grande ser­a­ta di fes­ta».

«Dopo il grande suc­ces­so del­la pri­ma edi­zione, che ha attrat­to più di 10.000 per­sone dal vivo e cir­ca 1 mil­ione gra­zie ai mezzi tele­vi­sivi del­la Rai, non vede­vo l’o­ra di rimet­tere in moto la macchi­na di ques­ta mer­av­igliosa man­i­fes­tazione spie­ga il Mae­stro Enri­co Melozzi, ideatore e diret­tore artis­ti­co e musi­cale de La Notte dei Ser­pen­ti Cel­e­brare e appro­fondire la bellez­za dei nos­tri can­ti e delle nos­tre tradizioni è fon­da­men­tale per ridare all’Abruz­zo quel­l’i­den­tità cul­tur­ale, musi­cale e fol­clor­i­ca che sem­bra­va smar­ri­ta. La sfi­da è trasfor­mare la musi­ca popo­lare in un lin­guag­gio pop, tele­vi­si­vo e acces­si­bile a tut­ti. Non è un com­pi­to facile: il ris­chio di sbagliare quan­do si toc­cano le tradizioni è altissi­mo. Tut­tavia, dopo anni pas­sati a stu­di­are la musi­ca popo­lare di tut­to il mon­do — dal­la Spagna al sud Italia, dal­l’est Europa alla musi­ca lati­no-amer­i­cana e cubana — mi sen­to pron­to ad affrontare con grande seren­ità ques­ta immen­sa sfi­da di riportare la musi­ca popo­lare abruzzese nelle case di tan­tis­sime per­sone. Ho sem­pre uti­liz­za­to il claim “pop­piz­zare il dialet­to e dialet­tiz­zare il pop”, e sono sicuro che ques­ta sia la for­mu­la vin­cente non solo per far capire agli abruzze­si e all’I­talia quan­to vale la nos­tra regione, ma anche per trasmet­tere ques­ta bellez­za a liv­el­lo inter­nazionale».

Il pub­bli­co de La Notte dei Ser­pen­ti potrà ascoltare i can­ti del­la tradizione musi­cale abruzzese impreziosi­ti da nuovi arran­gia­men­ti a cura del Mae­stro Enri­co Melozzi, che non andran­no ad intac­care l’autenticità dei testi orig­i­nali in dialet­to, man­te­nen­do intat­ta la loro poet­i­ca e la loro capac­ità di coin­vol­gere gli ascolta­tori che potran­no inter­pre­tar­li lib­era­mente.

Il pub­bli­co sarà parte atti­va del­lo show tramite la nuo­va app “Notte dei Ser­pen­ti, disponi­bile su Apple Store e Google Play. Gra­zie alla tec­nolo­gia “Be part of the Show”, infat­ti, durante l’evento ver­ran­no real­iz­zate delle core­ografie mul­ti­me­di­ali dinamiche e coin­vol­gen­ti al rit­mo del­la musi­ca pro­pos­ta sul pal­co del con­cer­tone. L’app durante l’utilizzo non richiede l’uso di con­nes­sione inter­net o Blue­tooth e per­me­tte di essere sem­pre aggior­nati tramite le noti­fiche con le ultime news sull’evento e infor­mazioni utili.

L’evento è real­iz­za­to in col­lab­o­razione con VUSCICHÈ, rino­ma­to brand sosteni­bile che recu­pera tes­su­ti antichi e li trasfor­ma in capi con­tem­po­ranei nel cuore del­la sel­vaggia regione dell’Abruzzo. Sul pal­co del­lo Sta­dio del Mare di Pescara i musicisti indosser­an­no gli abiti real­iz­za­ti dal mar­chio per dare risalto alla cul­tura abruzzese e all’arte sar­to­ri­ale, fonden­do la tradizione con l’avanguardia. Ogni indu­men­to ver­rà trasfor­ma­to e reso un’opera d’arte vivente gra­zie all’estetica abruzzese loda­ta e rein­ter­pre­ta­ta nei min­i­mi det­tagli, dai tes­su­ti uti­liz­za­ti alla resa finale.

L’Orches­tra dei Ser­pen­ti è com­pos­ta da Mar­co Dirani (bas­so), Nico­la Cos­ta, Gui­do Del­la Gat­ta, Alessan­dro San­ta­ca­te­ri­na (chi­tarre), Sal­va­tore Mufale (pianoforte), Gio­van­ni Anton­i­cel­li (pianoforte e sequen­ze), Rober­to Spina, Car­o­la Avola (bat­te­ria), Alber­to Bar­si(chi­tar­ra elet­tri­ca), Carme­lo Cola­jan­ni, Chris­t­ian Di Mar­co (stru­men­ti a fia­to vari) e Dani­lo Dipaoloni­co­la (fis­ar­mon­i­ca).

Denis Bal­lar­i­ni, Sofia Bevilac­qua, Fed­er­i­ca Buc­cel­la, Francesca Cal­abria, Adal­gisa Cam­er­a­no, Mari­aelisa Car­done, Giu­lia D’Alessandro, Sara D’Arielli, Sil­via Di Cen­so,Valenti­na Di CesareSiria Di Gia­co­mo, Mari­ace­leste Di Paolan­to­nio, Marzia Fer­ri­ni, Davide Iacobuc­ci, Marinel­la Iezzi, Flavia La Pas­ta, Manuela Lim­i­na, Sonia Lim­i­na,Ste­fa­nia Lim­i­na, Gia­da Manci­ni, Valenti­na Michilli, Ric­car­do Sebas­tiani, Wal­ter Ser­raioc­coDavide Set­teven­demie, Aurara Tesone, Fed­er­i­ca Tol­lis e Chiara Trot­ta sono i 28 can­tan­ti selezionati tramite la Call lan­ci­a­ta dal Mae­stro Enri­co Melozzi che si sono aggiun­ti al coro dell’Orchestra dei Ser­pen­ti già com­pos­to da Anna Azzo­la, Angela Can­tore­si, Cinzia Can­tore­si, Ele­na Cic­coni, Mon­i­ca Dezzi, Giuseppe Di Cesare, Cris­tiana Fal­coni, Fran­co Palum­bo, Tere­sa Scalese, Letizia Ser­pen­ti­ni e Mar­ti­na Zec­ca.

Ad accom­pa­gnare i can­ti popo­lari ci saran­no anche le core­ografie real­iz­zate dal cor­po di bal­lo com­pos­to da Lusy­may Di Ste­fano, Lau­ra Espos­i­to, Ilar­ia Frazzet­to, Gabriel­la Caru­so, Michela Caru­so, Fed­eri­co Mel­la e Francesco Rosario Zap­palà.

Gra­zie alla col­lab­o­razione con ARCA – Asso­ci­azione Region­ali Cori Abruzze­si, l’ideatore e diret­tore del con­cer­tone è al lavoro per coin­vol­gere il mag­gior numero pos­si­bile di cori abruzze­si per dare risalto a un altro impor­tante aspet­to del­la tradizione e del­la cul­tura abruzzese.

Per dare il nome a ques­ta inizia­ti­va cul­tur­ale e musi­cale vol­ta a dare una nuo­va visione dell’Abruzzo, Enri­co Melozzi ha scel­to di ispi­rar­si al cele­bre cul­to di San Domeni­co, che vede il suo pun­to api­cale nell’antichissimo rito Fes­ta dei Ser­pari” a Cocul­lo (L’Aquila),iden­ti­f­i­can­do nel ser­pente un sim­bo­lo esoti­co, potente, mis­te­rioso, affasci­nante e attrat­ti­vo.

Il grande even­to musi­cale, che nel­la sua pri­ma edi­zione ha attrat­to più di 10.000 per­sone allo Sta­dio del Mare, anche quest’anno diven­terà uno spe­ciale tele­vi­si­vo per la regia di Ange­lo Boz­zoli­ni.

Le scenografie si avval­go­no del­la col­lab­o­razione pres­ti­giosa dell’artista Mar­co Lodola, che arric­chirà lo spazio sceni­co con le sue iconiche scul­ture lumi­nose, alte fino a 5 metri.

L’evento è a ingres­so gra­tu­ito.

Il con­cer­tone de La Notte dei Ser­pen­ti è pro­mosso e finanzi­a­to dal­la Regione Abruz­zo, forte­mente volu­to dal Pres­i­dente del­la Regione Mar­co Mar­silio e real­iz­za­to in col­lab­o­razione con il Con­siglio Regionale dell’Abruzzo e il Comune di Pescara.

La pro­va di incon­tro con i nuovi can­tori si è svol­ta nel ridot­to del Teatro Comu­nale de L’Aquila gra­zie alla col­lab­o­razione con il Sin­da­co Pier­lui­gi Bion­di.

Con­fi­mi Indus­tria è main spon­sor dell’evento.

De Cec­co, Bper, Esa Energie, Edil­Cantieri e Mark­bass sono spon­sor dell’evento.

ENRICO MELOZZI è un com­pos­i­tore, diret­tore d’orchestra, vio­lon­cel­lista e pro­dut­tore discografi­co ital­iano. Da gio­vanis­si­mo inizia a com­porre opere liriche, sin­fonie, bal­let­ti, musi­ca da cam­era, opere sacre, colonne sonore per cor­tome­trag­gi, lun­gome­trag­gi e spet­ta­coli teatrali per i quali riceve numerosi riconosci­men­ti impor­tan­ti. Nel 1999 diven­ta assis­tente di Michael Riessler, con il quale col­lab­o­ra dap­pri­ma come copista e poi come arran­gia­tore e pro­dut­tore artis­ti­co: ques­ta espe­rien­za lo por­ta ad avvic­i­nar­si alla musi­ca con­tem­po­ranea mon­di­ale. Nel 2002 debut­ta come diret­tore d’orchestra con la sua opera su Oliv­er Twist. Insieme a Gio­van­ni Sol­li­mafon­da il grup­po 100 Cel­los ed è pro­mo­tore del­la pri­ma maxi-reunion di vio­lon­cel­listi in Italia, che ha raduna­to a mar­zo 2012 più di 140 vio­lon­cel­listi prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do. Nel 2016 fon­da l’Orchestra Not­tur­na Clan­des­ti­na, di cui è diret­tore musi­cale. Per sostenere l’orchestra eco­nomi­ca­mente orga­niz­za a Roma i Rave Clan­des­ti­ni di Musi­ca Clas­si­ca, vero e pro­prio esper­i­men­to sociale in cui la musi­ca clas­si­ca è pro­tag­o­nista di un con­cer­to di oltre 15 ore. Nel 2021 gli viene affida­to l’incarico di Mae­stro Con­cer­ta­tore del­la Notte del­la Taran­ta, ruo­lo che con­di­viderà con la can­tautrice Madame. È pro­mo­tore del pri­mo lab­o­ra­to­rio al mon­do di com­po­sizione musi­cale col­let­ti­va, dove com­pos­i­tori di tutte le età e astrazioni artis­tiche, com­pon­gono col­let­ti­va­mente, al servizio di un reg­ista e di uno spet­ta­co­lo teatrale. Ha diret­to l’orchestra del Fes­ti­val di San­re­mo per Noe­mi (2012 e 2014), Achille Lau­ro (2019), Pin­gui­ni Tat­ti­ci Nucleari (2020), Fas­ma (2021), Måne­skin (2021, 2022 e 2023), High­snob & Hu (2022), Ana Mena (2022), Giusy Fer­reri (2022), Mr.Rain (2023 e 2024), Sethu (2023), Gian­lu­ca Grig­nani (2023), Bnkr44 (2024), Gazzelle (2024) e Ghali (2024). Negli anni ha fir­ma­to gli arran­gia­men­ti di numerosi brani di artisti del cal­i­bro di Roc­co Hunt, Il Volo, Nic­colò Fabi e tan­ti altri.

 

www.lanottedeiserpenti.it
www.instagram.com/enricomelox/?hl=itwww.facebook.com/enricomelozzimusic
https://twitter.com/EnricoMelozziwww.youtube.com/channel/UCKF8CVqnt0KmHCgv5b6cpag

Related Images: