I nuovi appuntamenti dell’Estate Romana dal 3 al 9 luglio 2024

I nuovi appuntamenti dell’Estate Romana dal 3 al 9 luglio 2024

03/07/2024 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1493 volte!

I nuovi appuntamenti dell’Estate Romana

Dal 3 al 9 luglio 2024

Il pro­gram­ma degli even­ti è disponi­bile su culture.roma.it, sui canali FB e IG @cultureroma, X culture_roma e con #Cul­tureRoma e #EstateRomana2024

Si inau­gu­ra una nuo­va set­ti­mana di appun­ta­men­ti dell’Estate Romana 2024. Fino al 15 otto­bre, cin­e­ma, teatro, dan­za, con­cer­ti, arte, let­ter­atu­ra, incon­tri, attiv­ità e lab­o­ra­tori per bam­bi­ni e famiglie sono gli ingre­di­en­ti del ric­co cal­en­dario esti­vo di inizia­tive pro­mosse dall’Asses­so­ra­to alla Cul­tura di Roma Cap­i­tale. In pro­gram­ma, le man­i­fes­tazioni pro­poste dalle isti­tuzioni cul­tur­ali cit­ta­dine e dalle asso­ci­azioni vincitri­ci dell’avvi­so pub­bli­co bien­nale “Estate Romana 2023 ‑2024”, de“Lo spet­ta­co­lo dal vivo fuori dal Cen­tro – Anno 2024” – attra­ver­so cui Roma Cap­i­tale ha des­ti­na­to cir­ca 2 mil­ioni di euro, fon­di con­ces­si dal Min­is­tero del­la Cul­tura, a valere sul Fon­do Nazionale per lo Spet­ta­co­lo dal Vivo (Fnsv) –  e dell’Avvi­so pub­bli­co per la con­ces­sione di con­tribu­ti des­ti­nati a sale teatrali pri­vate con capien­za infe­ri­ore a 100 posti per la sta­gione 2023/2024, nonché di altre prog­et­tual­ità che l’amministrazione capi­toli­na ha riconosci­u­to par­ti­co­lar­mente meritevoli di sosteg­no per l’eccezionale ril­e­van­za in ambito cul­tur­ale, artis­ti­co e cre­ati­vo. Ecco alcu­ni degli appun­ta­men­ti.

Roma, Audi­to­ri­um Par­co del­la Musi­ca 10 07 2023
ROMA SUMMER FEST
STING
©Fon­dazione Musi­ca Per Roma — Musac­chio, Ian­niel­lo, Pasquali­ni & Fucil­la

 

IN EVIDENZA

Pres­so lo Sta­dio Palati­no, all’interno del Par­co Arche­o­logi­co del Colosseo, prende il via il7 luglio la XXIII edi­zione di Let­ter­a­ture - Fes­ti­val Inter­nazionale di Roma, la stor­i­ca man­i­fes­tazione dell’Estate Romana pro­mossa dall’Asses­so­ra­to alla Cul­tura di Roma Cap­i­tale e cura­ta dall’Isti­tuzione Bib­lioteche di Roma, che da oltre vent’anni rap­p­re­sen­ta un pun­to di rifer­i­men­to del­la pro­gram­mazione cul­tur­ale cit­tad­i­na. Cinque ser­ate a ingres­so gra­tu­ito (7, 9, 11, 13 e 16 luglio a par­tire dalle 21, con acces­so alle 20.30, in via di San Gre­go­rio 30), con la parte­ci­pazione di impor­tan­ti ospi­ti ital­iani e inter­nazion­ali, tra cui Sil­via Aval­lone, A. K. Blake­more, Peter Cameron, Ascanio Celes­ti­ni, Roy Chen, Mau­r­izio de Gio­van­ni, Temim Fruchter, Ami­ra Ghen­im, Ali­cia Giménez-Bartlett, Paul Lynch, Claire Mes­sud, Anna Met­calfe, Lau­rent Petit­man­gin, Alessan­dro Piper­no, Tatiana Ţibuleac e molti altri. L’edizione di quest’anno, dal tito­loQues­ta è la Sto­ria. Omag­gio a Elsa Morante, è ded­i­ca­ta alla conoscen­za e all’ascolto di una delle più gran­di scrit­tri­ci del Nove­cen­to ital­iano, in occa­sione dei cinquant’anni dal­la pri­ma pub­bli­cazione, nel 1974, del suo roman­zo La Sto­ria. Si inizia il 7 luglio alle 21 con le note di Rus­ti­ca X Band di Pasquale Innarel­la, le let­ture di Car­lo Cec­chi da La Sto­ria, gli inter­ven­ti di Anna Met­calfe e Sil­via Aval­lone, i brani da Sto­rie di uno sce­mo di guer­ra let­ti da Ascanio Celes­ti­ni e, per con­clud­ere la ser­a­ta, la musi­ca di e con Ginevra Nervi. Il 9 luglio, sem­pre alle 21, saran­no ospi­ti Ami­ra Ghen­im, Lau­rent Petit­man­gin, la vincitrice o il vinci­tore del Pre­mio Stre­ga 2024, che sarà asseg­na­to il 4 luglio, e Mau­r­izio de Gio­van­ni, per finire anco­ra con la musi­ca di e con Ginevra Nervi.

Il Fes­ti­val si avvale del­la col­lab­o­razione e parte­ci­pazione di diver­si part­ner: Par­co Arche­o­logi­co del Colosseo, SIAE-Soci­età Ital­iana degli Autori ed Edi­tori, LEA-Liberi Autori Edi­tori e Bib­liote­ca nazionale cen­trale di Roma, sot­to gli aus­pi­ci del Cen­tro per il libro e la let­tura e il patrocinio di AIE-Asso­ci­azione Ital­iana Edi­tori, ADEI-Asso­ci­azione degli Edi­tori Indipen­den­ti, ALI-Asso­ci­azione Librai Ital­iani e AICI-Asso­ci­azione delle Isti­tuzioni di Cul­tura Ital­iane. Il pro­gram­ma è cura­to da Simona Cives con il con­trib­u­to del comi­ta­to sci­en­tifi­co com­pos­to da Pao­lo Di Pao­lo, Mela­nia Maz­zuc­co, Davide Orec­chio, Igia­ba Scego, Nadia Ter­ra­no­va e il coor­di­na­men­to artis­ti­co di Fab­rizio Arcuri. Media part­ner: RAI Cul­tura; Mobil­i­ty part­ner: ATAC.

Il pro­gram­ma com­ple­to è sul sito www.culture.roma.it/festivaldelleletterature e sui social del­la man­i­fes­tazione. Tut­ti gli appun­ta­men­ti sono a ingres­so gra­tu­ito sen­za preno­tazione fino a esauri­men­to posti; ver­ran­no trasmes­si anche in diret­ta stream­ing sulle pagine Face­book di Bib­lioteche di Roma e di LETTERATURE Fes­ti­val Inter­nazionale di Roma e sul canale YouTube di Bib­lioteche di Roma.

Giun­to alla VII edi­zione, nel com­p­lesso Eni del Gazometro Ostiense (via del Com­mer­cio 9/11) dal 5 al 7 luglio tor­na Videocit­tà, il fes­ti­val ideato da Francesco Rutel­li, con la direzione cre­ati­va di Francesco Dobrovich, che inda­ga i più inno­v­a­tivi cod­i­ci dell’audiovisivo e del dig­i­tale. Instal­lazioni maestose, videoarte, espe­rien­ze immer­sive, live e dj set, talk, AV expe­ri­ence e tan­to altro accen­der­an­no, anche quest’anno, la più grande area di arche­olo­gia indus­tri­ale d’Europa. Dopo l’elemento lunare (2022) e quel­lo del­la Ter­ra (2023), il 2024 ha come tema la Galas­sia. Come ogni anno, ad aprire il fes­ti­val sarà l’imponente opera site-spe­cif­ic che inve­stirà il cilin­dro metal­li­co più grande del Gazometro. Per il 2024, l’installazione, dal tito­lo Neb­u­la, è fir­ma­ta da Qui­et Ensem­ble, stu­dio cre­ati­vo di pun­ta nel panora­ma delle arti visive e new media in Italia, e Gior­gio Moroder, pio­niere del­l’u­so del sin­te­tiz­za­tore, mae­stro di colonne sonore, Pre­mio Oscar e David di Donatel­lo alla Car­ri­era, riconosci­u­to in tut­to il mon­do come una delle fig­ure più influ­en­ti dell’elettronica e del­la dis­co music. Il reti­co­lo metal­li­co si trasformerà in una costel­lazione fit­tis­si­ma che avvol­gerà il pub­bli­co da ogni direzione, dive­nen­do parte di una notte tra­pun­ta­ta di astri con suoni prove­ni­en­ti da galassie lon­tane. L’installazione, real­iz­za­ta da Eni con il sup­por­to sci­en­tifi­co del­l’INAF e del­l’Osser­va­to­rio Astro­nom­i­co di Roma, e con la pro­duzione esec­u­ti­va di Even­ti Ital­iani, ver­rà pre­sen­ta­ta il 5 luglio alle 19.30, con un talk e uno speech con gli stes­si Qui­et Ensem­ble e Moroder e conFrancesco Dobrovich. Mod­era: Nico­las Bal­lario. L’opera sarà poi vis­i­bile nei giorni del­la man­i­fes­tazione dalle 22 alle 3 di notte.

xr:d:DAF6D7a2vaM:6,j:5897879919626582259,t:24012117

Non mancherà la Videoarte, nel­la sezione cura­ta da Dami­ana Leoni e Rä di Mar­ti­no, con le instal­lazioni di Sahej Rahal, Camille Hen­rot e Bjørn Mel­hus (gli appun­ta­men­ti saran­no antic­i­pati da un talk mod­er­a­to da Luca Lo Pin­to, Diret­tore artis­ti­co del MACRO). Per le AV per­for­mance, sono atte­si Ric­car­do Giovinet­to, RIP, upsam­my & Jonathan Cas­tro, Elec­tric Indi­go, Mans O & Joan San­doval, Ultra­vi­o­let­to, Daniele Spanò eLuca Brinchi men­tre per i live set e dj set, anche quest’anno curati da Michele Lot­ti, sul main stage, è in pro­gram­ma una selezione di nomi imperdi­bili del­la sce­na nazionale e inter­nazionale tra cui Thru Col­lect­ed, BLUEM, Chiara Floris, Tom­my Cash, Over­mono, Venerus, Cate­ri­na Bar­bi­eri, Mar­cel Weber aka MFO e Folam­our. Tra le novità del­la VII edi­zione, aumen­tano le espe­rien­ze immer­sive e VR, curate da Anna Lea Antoli­ni. Gra­zie alla col­lab­o­razione con Rai Cin­e­ma ver­rà allesti­ta una sala VR con 30 visori e 30 postazioni per la fruizione sin­croniz­za­ta di con­tenu­ti in realtà vir­tuale selezionati dal­la library di Rai Cin­e­ma Chan­nel VR tra cui: Le Bal de Paris, espe­rien­za immer­si­va cre­a­ta dal­la core­ografa andalusa nat­u­ral­iz­za­ta francese Blan­ca Li in col­lab­o­razione con Chanel, e Peace­ful Places di e con Margheri­ta Lan­di e Agnese Lan­za, la cui poet­i­ca si muove tra dan­za e per­for­mance art. In pri­ma nazionale, il 5 luglioalle 19 ver­rà pre­sen­ta­ta la pri­ma espe­rien­za in VR del Teatro dell’Opera di Roma: ODE cor­poris, idea­ta e cura­ta dal­la stes­sa Anna Lea Antoli­ni con Giu­liano Danieli per la regia di Gui­do Gem­ini­ani. Tra i prog­et­ti spe­ciali, ver­rà pro­pos­ta la proiezione di Un sog­no in volo, cor­tome­trag­gio vinci­tore del­la terza edi­zione del con­test Ani­mi­amo­ci, quest’anno ded­i­ca­to a Mat­teo Armelli­ni, operaio mor­to sul lavoro il 5 mar­zo 2012 durante l’allestimento di un pal­co a Reg­gio Cal­abria. Il cor­to, real­iz­za­to dal­lo stu­dio Bozzet­to & co, sarà pre­sen­ta­to il 7 luglio alle 19.30 alla pre­sen­za dei tre autori Chiara “Kiki” Helm, Thomas Gavazzeni e Michele Mis­tror­i­go.

Per la sezione Kids & Fam­i­ly, si rin­no­va la col­lab­o­razione con lo IED: tut­ti i giorni dalle 19 alle 2 di notte, un team di stu­den­ti dei cor­si di Lau­rea in Media e Sound Design, con la super­vi­sione del­la vj artist Alice Fel­loni, creerà un Dig­i­tal Play­ground real­iz­zan­do ani­mazioni in tem­po reale “gio­ca­bili” da parte del pub­bli­co, alter­nate a per­for­mance live.

Pro­gram­ma com­ple­to su www.videocitta.com. Bigli­et­ti online su https://dice.fm.

Dal 6 al 14 luglio il Par­co dell’Appia Anti­ca farà da pal­cosceni­co alla III edi­zione del Roma Unplugged Fes­ti­val, la ker­messe fir­ma­ta Eti­caarte sot­to la direzione artis­ti­ca di Gian Luca Pec­chi­ni. Otto giorni di live, lezioni-con­cer­to, una mas­ter­class e un con­cer­to itin­er­ante, vis­ite gui­date e rac­con­ti di sto­ria. Sul pal­co le voci più inter­es­san­ti del jazz (e non solo) accen­der­an­no i riflet­tori su alcu­ni dei luoghi sim­bo­lo del pat­ri­mo­nio stori­co e arche­o­logi­co di Roma: la Dimo­ra Stor­i­ca Casale delle Vignac­ce (via Murac­ci dell’Ospedaletto snc), il Mau­soleo di Romo­lo nel­la Vil­la di Massen­zio (via Appia Anti­ca 153) e il Mau­soleo di Cecil­ia Metel­la (via Appia Anti­ca 161), a cui si aggiunge il per­cor­so che farà da sce­nario a un con­cer­to itin­er­ante da Vil­la di Massen­zio a Vil­la dei Quin­tili. Tra gli even­ti in cartel­lone, il 6 luglio alle 21 al Mau­soleo di Romo­lo nel­la Vil­la di Massen­zioap­pun­ta­men­to con Sea War­rior, lezione-con­cer­to gra­tui­ta del­la vio­lon­cel­lista e polistru­men­tista Nao­mi Berrill per rac­con­tare il Com­p­lesso di Massen­zio. La Berrill tornerà la mat­ti­na del 7 luglio alle 10.30 per una lezione-con­cer­to mat­inée gra­tui­ta pres­so il Mau­soleo di Cecil­ia Metel­la, in duo con il vio­lon­cel­lista Andrea Ben­i­nati con il prog­et­toIslanders. L’8 luglio alle 21 è atte­sa Noe­mi che, accom­pa­g­na­ta solo dal pianoforte, si esi­birà nel­la Dimo­ra Stor­i­ca Casale delle Vignac­ce. Il 9 luglio a salire sul pal­co alle 21 sarà Adri­ana Cal­can­hot­to (vincitrice di due Latin Gram­my Awards), tra le gran­di pro­tag­o­niste del­la can­zone brasil­iana con il prog­et­to Errante Tour. Dove pre­vis­to, bigli­et­ti online su www.ticketone.it o su https://roma-unplugged-festival.minisite.ai.

Non solo musi­ca: a com­pletare il cartel­lone del­la rasseg­na, infat­ti, c’è Rac­con­ti di sto­ria: alle ore 18, all’interno del Com­p­lesso del Mau­soleo di Cecil­ia Metel­la Cas­trum Cae­tani, un ciclo di incon­tri su even­ti, per­son­ag­gi e idee cha han­no fat­to la sto­ria del­la Regi­na Viarum nei sec­oli, pre­ce­du­ti alle ore 17 da una visi­ta gui­da­ta del sito. Il 9 luglio è in cal­en­dario Dove com­in­cia l’Appia, un appro­fondi­men­to sul trat­to iniziale del­la via Appia con Daniele Man­a­cor­da, docente ordi­nario di Metodolo­gia e tec­ni­ca del­la ricer­ca arche­o­log­i­ca pres­so la Facoltà di Let­tere e Filosofia del­l’U­ni­ver­sità Roma Tre. Bigli­et­ti online su www.parcoarcheologicoappiaantica.it/informazioni-del-parco.

Terza domeni­ca per Melodie in Vil­la, il prog­et­to che por­ta la grande musi­ca nelle ville e nei parchi del­la cit­tà, pro­mosso dal­l’Asses­so­ra­to alla Cul­tura di Roma Cap­i­tale e dalDipar­ti­men­to Attiv­ità Cul­tur­ali, a cura di Zètema Prog­et­to Cul­tura e dell’associazioneEnar­chè. Un ric­co pro­gram­ma, a ingres­so libero e gra­tu­ito, che spazia dalle musiche del Set­te­cen­to, alle arie d’opera otto­cen­tesche con uno sguar­do alle melodie degli albori del Nove­cen­to, pas­san­do per il can­tau­tora­to ital­iano fino alle sonorità del­la musi­ca etni­ca. Il 7 luglio, alle ore 11 a Vil­la Bonel­li (via Camil­lo Mon­tal­ci­ni 1), tor­na di Autori romani nel mon­do a cura del Quar­tet­to Pes­soa, quar­tet­to d’archi che eseguirà arie del Set­te­cen­to e dei pri­mi del Nove­cen­to con un breve excur­sus sulle colonne sonore di com­pos­i­tori romani (e non solo) famosi nel mon­do: Ennio Mor­ri­cone e Nico­la Pio­vani.

La rasseg­na pros­eguirà fino al 28 luglio con gli altri tre con­cer­ti in altret­tan­ti ville e parchi cit­ta­di­ni.

CINEMA

Tor­na a luglio l’iniziativa “Viva il Cin­e­ma!”, pro­mossa da Roma Cap­i­tale e orga­niz­za­ta da Zètema Prog­et­to Cul­tura e Fon­dazione Cin­e­ma per Roma, che porterà la set­ti­ma arte nelle per­iferie del­la cit­tà: come nel­la scor­sa edi­zione, saran­no real­iz­zate tre diverse arene cin­e­matogra­fiche che pro­por­ran­no al pub­bli­co un totale di 46 proiezioni gra­tu­ite per ritrovare il gus­to di riu­nir­si davan­ti a uno scher­mo e per con­di­videre l’esperienza del cin­e­ma. La pri­ma è in cor­so fino al 17 luglio a Tor Bel­la Monaca, in via Gio­van­ni Cas­tano (VI Munici­pio), men­tre dall’8 al 26 luglio sarà allesti­to lo spazio all’aperto nel com­pren­so­rio di San­ta Maria del­la Pietà a Monte Mario (XIV Munici­pio). La terza are­na, sit­u­a­ta al Corviale in via Pog­gio Verde (XI Munici­pio), sarà oper­a­ti­va dal 15 al 24 luglio. Le proiezioni ver­ran­no introdotte da alcu­ni fra i più autorevoli e applau­di­ti pro­tag­o­nisti del cin­e­ma ital­iano. La pro­gram­mazione inizierà a par­tire dalle ore 21.15 e tut­ti i film saran­no proi­et­tati in ital­iano. Il prog­et­to, finanzi­a­to dall’Unione Euro­pea Next Gen­er­a­tion EUnell’ambito del PNRR, rien­tra tra gli Inter­ven­ti Imma­te­ri­ali indi­vid­uati nel­la lin­ea prog­et­tuale Piani Urbani Inte­grati M5C2 — Inves­ti­men­to 2.2, des­ti­nati alle per­iferie delle Cit­tà Met­ro­pol­i­tane.

Tra i pri­mi film pro­posti all’Are­na di Tor Bel­la Monaca: il 3 luglio La Stan­ga­ta di George Roy Hill, che ver­rà introdot­to da Gabriel Mon­te­si. A seguire, il 4 luglio, il reg­ista Gabriele Mainet­ti intro­dur­rà la proiezione del­la sua opera sec­on­da, Freaks Out. Pre­visti poi i filmIo non ho pau­ra di Gabriele Sal­va­tores (5 luglio), Green Book di Peter Far­rel­ly (6 luglio) e Scial­la! (Stai sereno) di Francesco Bruni (7 luglio). L’8 luglio sarà Giampao­lo Morel­li a pre­sentare il suo esor­dio alla regia, 7 ore per far­ti innamorare. Il giorno dopo, il 9 luglio, è pre­vista la proiezione di Nes­suno mi può giu­di­care di Mas­si­m­il­iano Bruno.

La pro­gram­mazione dell’Are­na di San­ta Maria del­la Pietà (XIV Munici­pio) esor­disce con Dram­ma del­la gelosia di Ettore Sco­la (8 luglio) e Jok­er di Todd Phillips (9 luglio).

Info: www.romacinemafest.it.

Al Casili­no Sky Park (via del­la Bel­la Vil­la 106), è in cor­so fino al 24 set­tem­bre CINEMA SUL TETTO — Visioni Per­iferiche, la rasseg­na cin­e­matografi­ca pro­pos­ta da Fusolab che ogni mart­edì alle 21, pro­pone un cal­en­dario di inter­es­san­ti proiezioni (e non solo) su una ter­raz­za panoram­i­ca pos­ta a 18 metri di altez­za. Il 9 luglio è in cartel­lone I peg­giori giornidi Mas­si­m­il­iano Bruno ed Edoar­do Leo. Ingres­so libero (max 200 spet­ta­tori).

Alle Terme di Cara­calla, nell’ambito del Cara­calla Fes­ti­val 2024, per la rasseg­na Pic­co­lo Cin­e­ma Puc­ci­ni, a cura di Giu­liano Danieli con la parte­ci­pazione del Cen­tro Stu­di Gia­co­mo Puc­ci­ni di Luc­ca, il 4 luglio ver­ran­no proi­et­tati Tosca (Italia, 1918) regia di Alfre­do De Antoni (copia restau­ra­ta dal­la cinete­ca di Bologna) e Avan­ti a lui trema­va tut­ta Roma (Italia, 1946) regia di Carmine Gal­lone, con Anna Mag­nani pro­tag­o­nista, mes­so a dis­po­sizione dal CSC – Cinete­ca Nazionale. Inizio proiezioni ore 21. Bigli­et­ti online su www.ticketone.it.

Alla Casa del Cin­e­ma di Vil­la Borgh­ese, dal 5 al 7 luglio si svol­ger­an­no le Gior­nate del cin­e­ma romeno 2024 a cura di: Ambas­ci­a­ta di Roma­nia in Italia, Asso­ci­azione Dacin Sara – Bucarest, Pres­i­den­za Com­mis­sione Cul­tura del­la Cam­era dei Dep­u­tati, Cen­tro Nazionale del­la Cin­e­matografia di Bucarest e Accad­e­mia di Roma­nia in Roma.

Info e pro­gram­ma det­taglia­to: https://roma.mae.ro/it.

Nel Teatro all’aperto Ettore Sco­la, invece, pros­egue la pro­gram­mazione esti­va a cura del­la Fon­dazione Cin­e­ma per Roma. In set­ti­mana al via due nuove rasseg­ne. Fino al 31 luglio I bam­bi­ni ci guardano pro­pone dieci opere del cin­e­ma ital­iano in cui lo sguar­do dei più gio­vani assume un ruo­lo di pri­mo piano affrontan­do temi, desideri, pau­re di un’infanzia che spes­so è nega­ta. In pro­gram­ma il 7 luglio La mafia uccide solo d’estate di Pier­francesco Dilib­er­to “Pif” e l’8 luglio Ger­ma­nia anno zero di Rober­to Rosselli­ni. Fino al 30 luglio Atten­ti a quei due por­ta sul­lo scher­mo indi­men­ti­ca­bili film con pro­tag­o­nisti Paul New­man e Robert Red­ford, due gigan­ti del­la recitazione sen­za averne l’aria, due sig­nori di rara ele­gan­za, capaci di scelte con­tro­cor­rente tan­to sul­lo scher­mo quan­to nel­la vita. Si com­in­cia il 3 luglio con Butch Cas­sidy and the Sun­dance Kid di George Roy Hill (v.o.s.), a seguire il 4 luglio The ver­dict di Sid­ney Lumet (v.o.s.), il 6 luglio The Sting di George Roy Hill (v.o.s.), il 9 luglio The Hus­tler di Robert Rossen (v.o.s.).

Tutte le proiezioni iniziano alle 21.30 e sono gra­tu­ite fino a esauri­men­to posti. Info e pro­gram­mi com­pleti su www.casadelcinema.it.

Fino al 14 luglio pros­egue Il Cin­e­ma in Piaz­za, l’evento orga­niz­za­to e pro­mosso dal­laFon­dazione Pic­co­lo Amer­i­ca e giun­to alla sua X edi­zione. Ogni sera alle 21.15, dal mer­coledì alla domeni­ca, in pro­gram­ma proiezioni (in lin­gua orig­i­nale sot­toti­to­lati e film ital­iani con sot­toti­toli in inglese), incon­tri spe­ciali e ret­ro­spet­tive tra piaz­za San Cosi­ma­to a Traste­vere, Par­co del­la Cervel­let­ta a Tor Sapien­za (ingres­si da via di Tor Cer­vara, ango­lo via del­la Cervel­let­ta, e da via Giuseppe Spataro), Par­co di Monte Cioc­ci a Valle Aure­lia (ingres­si: da via di Valle Aure­lia, da via de Cristo­faro e da via di Dom­izia Lucil­la 76), fino al Cin­e­ma Troisi (via Giro­lamo Induno 1), diven­ta­to il quar­to luo­go del­la man­i­fes­tazione. Tra gli appun­ta­men­ti del­la set­ti­mana, alla Cervel­let­ta, il 4 luglio, Alessan­dro Borghi e Luca Marinel­li incon­tr­eran­no il pub­bli­co per pre­sentare Le otto mon­tagne di Felix Van Groenin­gen e Char­lotte Van­der­meer­sch, vinci­tore ai David di Donatel­lo 2023 come Miglior Film; mod­era la gior­nal­ista Chiara Del Zan­no. Ari Aster, reg­ista e sceneg­gia­tore già ospite nell’edizione del 2023, tor­na il 5 luglio a San Cosi­ma­to per pre­sentare il suo ulti­mo lavoro Beau is Afraid, un’epi­ca odis­sea nelle para­noie umane. Al Mae­stro Orson Welles saran­no ded­i­cati i giovedì, sem­pre a Piaz­za San Cosi­ma­to, con una ret­ro­spet­ti­va dei suoi film per risco­prire e rivedere le opere man­i­festo del reg­ista. Si parte con Quar­to Potere, pre­sen­ta­to da Car­lo Ver­done il 7 luglio in un incon­tro mod­er­a­to da Alber­to Crespi. Ingres­so libero e gra­tu­ito (a eccezione degli even­ti spe­ciali al Cin­e­ma Troisi). Tutte le infor­mazioni e il pro­gram­ma com­ple­to sono disponi­bili suhttps://ilcinemainpiazza.it.

Nel quartiere Esquili­no, all’interno dei Gia­r­di­ni di piaz­za Vit­to­rio Emanuele II, fino al 15 set­tem­bre è in cor­so Not­ti di Cin­e­ma a Piaz­za Vit­to­rio, la stor­i­ca are­na cin­e­matografi­ca all’aperto a cura di ANEC LAZIO, giun­ta alla XXIV edi­zione. La ric­ca pro­gram­mazione, oltre a numerose rasseg­ne e proiezioni dei migliori film dell’ultima sta­gione cin­e­matografi­ca, vede anche la pre­sen­za di ospi­ti d’eccezione. In pro­gram­ma: il 3 luglio la proiezione del film Il ragaz­zo e l’airone di Hayao. Miyaza­ki; il 4 luglio Un mon­do a parte di Ric­car­do Milani che incon­tr­erà il pub­bli­co pri­ma del­la proiezione: il 5 luglio La chimera di Alice Rohrwach­er; il 6 luglio Fer­rari di Michael Mann; il 7 luglio Dieci minu­ti di Maria Sole Tog­nazzi che incon­tr­erà il pub­bli­co pri­ma del­la proiezione; l’8 luglio Povere crea­ture! di Yor­gos Lan­thi­mos, introdot­to da Nico­la Lagioia; il 9 luglio Palazz­i­na Laf di Michele Riondi­no che incon­tr­erà il pub­bli­co pri­ma del­la proiezione. Tranne dove diver­sa­mente indi­ca­to, inizio proiezioni alle ore 21.30. Bigli­et­ti disponi­bili online suwww.cinevillageroma.it e www.vivispettacolo.it.

Nel Munici­pio XII, in largo Alessan­d­ri­na Rav­iz­za, fino all’8 set­tem­bre il CineVil­lage Mon­teverde, l’arena orga­niz­za­ta da Agis Lazio srl, pro­por­rà le proiezioni dei film di suc­ces­so usci­ti nelle sale di recente insieme a incon­tri con per­son­al­ità del cin­e­ma, pre­sen­tazioni, spet­ta­coli dal vivo. Novità di quest’anno: il cin­e­ma in cuf­fia, per vivere un’esperienza inno­v­a­ti­va e immer­si­va a liv­el­lo sonoro con un audio di alta qual­ità. A ogni spet­ta­co­lo, gli spet­ta­tori ricev­er­an­no una cuf­fia blue­tooth, che ver­rà poi riti­ra­ta e igi­en­iz­za­ta dal­lo staff. In set­ti­mana pre­viste le proiezioni di: Volare di Margheri­ta Buy che incon­tr­erà il pub­bli­co pri­ma del­la proiezione (3 luglio), La sala pro­fes­sori di İlker Çatak (4 luglio), L’ultima vol­ta che siamo sta­ti bam­bi­ni di Clau­dio Bisio che incon­tr­erà il pub­bli­co pri­ma del­la proiezione (5 luglio), Per­fect Days di Wim Wen­ders (6 luglio), Un altro Fer­ragos­to di Pao­lo Virzì (7 luglio), Io Cap­i­tano di Mat­teo Gar­rone che ver­rà antic­i­pa­to dall’incontro con i due attori Sey­dou Sarr e Moustapha Fall (8 luglio), L’odio di Math­ieu Kasso­vitz. Tranne dove diver­sa­mente indi­ca­to, inizio proiezioni alle ore 21.30. Bigli­et­ti disponi­bili online su www.cinevillageroma.it e www.vivispettacolo.it.

Nel Munici­pio VII fino al 7 set­tem­bre pros­egue la pro­gram­mazione di Il Cin­e­ma alle Mura… e non solo a cura del Comi­ta­to Mura Latine, la rasseg­na cin­e­matografi­ca, a ingres­so libero, arti­co­la­ta in tre diverse arene del ter­ri­to­rio (Par­co delle Mura in viale Metro­n­io, Gia­r­di­ni di Via San­nio e Roman­i­na Par­co dei Tri­ci­cli in via Petro­cel­li), che pro­pone un cin­e­ma per tut­ti (for­ma­ti­vo, com­me­dia, avven­tu­ra), che va dal cin­e­ma di qual­ità per bam­bi­ni ai film cult e iconi­ci ital­iani e stranieri. In set­ti­mana nell’arena Par­co delle Mura sono in pro­gram­ma il film La fines­tra sul cor­tile di Alfred Hitch­cock (4 luglio) e il film d’animazione Shrek di Andrew Adam­son e Vicky Jen­son (9 luglio). Inizio proiezioni alle ore 21.

MUSICA

Nel verde dell’Accad­e­mia Filar­mon­i­ca Romana (via Flaminia 118) si con­clude il 4 luglioHar­moniæ, l’ultima edi­zione del fes­ti­val esti­vo I Gia­r­di­ni del­la Filar­mon­i­ca. Tra gli ulti­mi con­cer­ti, il 3 luglio in pro­gram­ma due appun­ta­men­ti con Musi­ca Ama­ta, il prog­et­to del­la Filar­mon­i­ca Romana intera­mente ded­i­ca­to ai musicisti ama­tori. Si com­in­cia alle 20 in Sala Casel­la con Tiziana Lafian­dra (flau­to tra­ver­so), Simone Tozzi (vio­li­no), Fed­eri­co Mon­ti (vio­la), Mas­si­mo Milone (vio­lon­cel­lo) e Ilar­ia Sica (pianoforte) che eseguiran­no musiche di Mozart, Chopin e Liszt; si pros­egue alle 21.30, nei Gia­r­di­ni, con il con­cer­to di musi­ca da cam­era tenu­to dell’Orches­tra d’archi Ostiense diret­ta da Mas­si­m­il­iano Car­li­ni. A chi­ud­ere la rasseg­na, il 4 luglio, alle 20 in Sala Casel­la, sarà Sur­faces che vedrà docen­ti di pres­ti­giose uni­ver­sità amer­i­cane pre­sentare, insieme a musicisti di musi­ca clas­si­ca con­tem­po­ranea, nuove com­po­sizioni elet­troa­cus­tiche ese­gui­te in un con­cer­to mul­ti­dis­ci­pli­nare, dove melodie stru­men­tali ed elet­tron­iche incon­tr­eran­no la video arte. Sul pal­co Vir­gilio Volante (pianoforte), Enzo Fil­ip­pet­ti (sas­so­foni), Dan Flana­gan (vio­li­no), Sofia Coc­co (clar­inet­to), Mile­na Pun­zi (vio­lon­cel­lo), Ric­car­do San­to­boni (live elec­tron­ics), John Craw­ford (live video). Musiche di Gio­van­ni Costan­ti­ni, Car­los Del­ga­do, Dan Flana­gan, Eric Klein, Hubert Howe, Lin­da Mar­cel, Ric­car­do San­to­boni, Eric Schwartz, Adam Vidik­sis. A seguire, alle 21.30 nei Gia­r­di­ni, il recital Questo Amore del can­tat­tore Ange­lo Mag­gi, artista romano poliedri­co e appas­sion­a­to che, tra poe­sie di Euge­nio Mon­tale e di Jacques Prévert e musiche da Chopin a De Gre­gori, coin­vol­gerà il pub­bli­co in un inno all’Amore in tutte le sue forme, accom­pa­g­na­to da Davide Annec­chiari­co (pianoforte) e dal Quar­tet­to Agape, com­pos­to da Mar­i­ana Dud­nic (vio­li­no), Vir­ginia Rosi­ni (vio­li­no), Anna Rol­lan­do (vio­la), Fab­rizia Pandimiglio (vio­lon­cel­lo). Bigli­et­ti online su www.vivaticket.com.

Pros­egue fino al 15 agos­to la nuo­va edi­zione di Vil­la Ada Fes­ti­val, la man­i­fes­tazione pro­pos­ta da Knock s.r.l. nel cuore di Vil­la Ada (ingres­so da via di Ponte Salario 28). Tra gli appun­ta­men­ti del­la set­ti­mana alle ore 21, il 3 luglio è atte­so Ghe­mon con il suo live Una coset­ta così; il 4 luglio sarà sul pal­co lo stori­co grup­po punk The Fear; il 5 luglio, diret­ta­mente da Detroit, Moody­man, uno dei pro­duc­er più inno­v­a­tivi e ricer­cati al mon­do, al fian­co dei Soul Clap, duo di Boston tra house, influen­ze vin­tage dis­co ed elec­tro-funk (per tut­ti e tre i con­cer­ti, bigli­et­ti online su https://dice.fm/?lng=it e su www.ticketone.it). Il 7 luglio, appun­ta­men­to alle 21 con Vil­la Ada Posse, prog­et­to sul­la sce­na musi­cale ragga­muf­fin che vedrà esi­bir­si Lady Flavia, Raina e Ginko. Tranne dove diver­sa­mente indi­ca­to, ingres­so gra­tu­ito.

Al Par­co del Celio (ingres­so da via del Par­co del Celio), con vista panoram­i­ca sul Colosseo, pros­egue fino al 22 set­tem­bre Jazz&Image — Live @Colosseo il fes­ti­val jazz a cura dell’Asso­ci­azione cul­tur­ale Soud&Image. Di segui­to, i con­cer­ti in pro­gram­ma alle 21.30 ques­ta set­ti­mana: sec­on­da data, il 3 luglio, per Jere­my Pelt New York Quin­tet men­tre il 4 luglio Ste­fano Reali por­ta al pub­bli­co la sua Gersh­win Suite. Seguono le esi­bizioni di Pao­lo Vival­di e i Solisti dell’Augusteo (5 luglio); Cinzia Tedesco Big Bandin Singing Al Jear­rau (6 luglio); Sher­man Irby e il Willie Jones III Quar­tet (7 luglio);Anon­i­ma Armonisti (8 luglio); Francesca La Col­la & Band (9 luglio). Ingres­so a paga­men­to; acquis­to bigli­et­to pres­so la bigli­et­te­ria del­la man­i­fes­tazione. Preno­tazioni suprenotazioni.alexanderplatz@gmail.com, chia­man­do allo 06.86781296 o su What­sApp al numero 349.9770309.

A Vil­la Bonel­li (via Camil­lo Mon­tal­ci­ni 1) pros­egue fino al 22 set­tem­bre (con una pausa nel mese di agos­to), Strav­il­la! Bonel­li Play­ground, fes­ti­val di teatro, nuo­vo cir­co, musi­ca e lab­o­ra­tori per tut­ta la famiglia a cura dell’Asso­ci­azione Dis­am­bigua APS. Il 5 luglio alle 18 è in pro­gram­ma Musi­ca al Par­co con Enri­co Gof­fre­do che pro­por­rà, con i suoi vinili, una selezione musi­cale var­ie­ga­ta che va dall’house all’electro, dal funk all’italian dis­co. Ingres­so libero.

Pros­egue fino al 24 otto­bre, in diver­si luoghi del Munici­pio IV, del Munici­pio X e del Munici­pio XIV, la XIII edi­zione di Agorà — Teatro e Musi­ca alle Radi­ci, il fes­ti­val di teatro, musi­ca, cir­co, clowner­ie, spet­ta­coli itin­er­an­ti e lab­o­ra­tori orga­niz­za­to da Il Naufra­gar­Mè­Dolce, la com­pag­nia fon­da­ta da Chiara Casari­co e Tiziana Scroc­ca. In Piaz­za San­ta Maria Con­so­la­trice, il 4 luglio alle 17.30, è ded­i­ca­to a tut­ti Rata­touille, spet­ta­co­lo musi­cale itin­er­ante che coin­vol­gerà spet­ta­tori di ogni età. Pro­tag­o­nisti: Tiziana Scroc­ca, Rita Super­bi e Catia Castagna. Il 9 luglio, dal­la medes­i­ma piaz­za, par­tirà alle 18 la per­for­mance itin­er­ante di musi­ca di stra­da del­la Ban­da Fan­faRo­ma. Parte­ci­pazione lib­era e gra­tui­ta.

Si inau­gu­ra il 3 luglio, al Goethe-Insti­tut Rom (via Savoia 15), la nuo­va edi­zione del Fes­ti­val Arte­Scien­za a cura del Cen­tro Ricerche Musi­cali CRM che sceglie per il 2024 il sot­toti­to­lo Atlantide atte­sa. Inno­vazione artis­ti­ca e con­di­vi­sione cul­tur­ale. In pro­gram­ma,fino al 20 set­tem­bre, con­cer­ti, instal­lazioni sonore e visu­ali, improvvisi di dan­za e di teatro, ma anche sem­i­nari e work­shop, nel seg­no dell’innovazione e del­la sper­i­men­tazione, con la direzione artis­ti­ca di Michelan­ge­lo Lupone. Questi i con­cer­ti alle ore 21 nell’Auditorium dell’istituto: si parte il 3 luglio con Fes­ta d’estate, il con­cer­to dell’ensemble Musik­fab­rik, for­mazione tedesca fra le più impor­tan­ti nell’ambito del­la musi­ca con­tem­po­ranea e dell’innovazione artis­ti­ca; il 4 luglio sarà sul pal­co il Syn­tax Ensem­ble con il loro spet­ta­co­lo Elec­tro in cui si alter­nano lavori recen­ti per ensem­ble ed elet­tron­i­ca di com­pos­i­tori ital­iani nati tut­ti intorno agli anni Ottan­ta-Novan­ta (Rober­to Vetra­no, Mat­teo Frances­chi­ni, Gaia Aloisi, Vit­to­rio Mon­talti, Gabriele Man­ca) e del rus­so Dmitri Kourliand­s­ki. Spir­i­to di ricer­ca e curiosità ver­so il reper­to­rio con­tem­po­ra­neo dis­tin­guono il pianista ita­lo-olan­dese Erik Bertsch, pro­tag­o­nista insieme al com­pos­i­tore Mar­co Strop­pa all’elettronica, nel con­cer­to del 5 luglio dal tito­lo Ricer­care. Il 6 luglio è atte­so Gen­er­a­tionalances, con­cer­to dell’Opi­fi­cio Sonoro, ensem­ble diret­to da Mar­co Momi: com­pos­i­tori di diverse nazion­al­ità e gen­er­azioni si incon­tra­no attra­ver­so “pon­ti” e cor­rispon­den­ze; il 7 luglio il flau­to di Manuel Zur­ria, con live elec­tron­ics di James Dashow, sarà pro­tag­o­nista del con­cer­to Sound­ings. Inda­gan­do le pos­si­bil­ità tec­niche e tim­briche del­lo stru­men­to abbina­to all’elettronica, Zur­ria eseguirà opere di Alvin Luci­er, Francesca Verunel­li, Emre Şen­er e del­lo stes­so Dashow. Introdot­to da un col­lo­quio su Domeni­co Guaccero a cura di Luig­i­no Piz­za­leo (ore 19), il con­cer­to dell’8 luglio sarà intera­mente ded­i­ca­to al com­pos­i­tore pugliese, la cui la figu­ra e opera cos­ti­tu­is­cono un nodo fon­da­men­tale dell’avanguardia ital­iana del XX sec­o­lo. Il con­cer­to ver­rà incen­tra­to su opere ded­i­cate espres­sa­mente alla voce con le inter­pre­tazioni di Vir­ginia Gui­di ed Emanuele Gizzi, con Ari­an­na Granieri al pianoforte e Mir­jana Nardel­li live elec­tron­ics. Il 9 luglio alle 19, è ded­i­ca­to al 40° anniver­sario del­la scom­parsa di Domeni­co Guaccero (1927–1984) – poliedri­co musicista, espo­nente di spic­co del­la Nuo­va Musi­ca in Italia tra gli anni Ses­san­ta e Set­tan­ta – l’incontro dal tito­lo Azione e Seg­no, con Michelan­ge­lo Lupone, Fran­co Sbac­co e Leonar­do Zac­cone (ingres­so gra­tu­ito); a seguire, alle 21, appun­ta­men­to con Sin­fo­nia, con­cer­to omag­gio per ensem­ble in cui il Col­let­ti­vo Meta­di­a­pa­son, diret­to da Leonar­do Zac­cone, eseguirà le prime due Sin­fonie com­poste da Guaccero e l’opera Luz (dal ciclo Descrizione del cor­po). Tranne dove diver­sa­mente indi­ca­to, ingres­so a paga­men­to.

Fino al 14 set­tem­bre, appun­ta­men­to al Par­co del Tor­rione Pren­esti­no (via Pren­esti­na 73) per Estate al Tor­rione a cura di Non­na Roma OdV. Il fes­ti­val pun­ta a riqual­i­fi­care un’area sim­bo­lo del quartiere Pigne­to con una pro­gram­mazione vol­ta all’interdisciplinarietà artis­ti­ca e alla mul­ti­cul­tur­al­ità. Ogni set­ti­mana, per­for­mance artis­tiche e teatrali, spet­ta­coli di musi­ca dal vivo, pre­sen­tazioni di lib­ri, incon­tri con autori, lab­o­ra­tori cre­ativi e didat­ti­ci. Di segui­to, i con­cer­ti in pro­gram­ma ques­ta set­ti­mana alle ore 21: Bru­tal Piano live (3 luglio); Maredé (4 luglio); Max Car­nage in ver­sione acus­ti­ca (6 luglio); Fed­eri­co Fabi (7 luglio); Tiziana Lo Con­te & Rober­to Fega (8 luglio); Lep­re live (9 luglio). Ingres­so gra­tu­ito.

Dall’8 al 19 luglio, è in pro­gram­ma la IV edi­zione del fes­ti­val mul­ti­dis­ci­pli­nare Sem­pre più Fuori a cura di Cran­pi e con la direzione artis­ti­ca di Antoni­no Pir­il­lo e Gior­gio Andri­ani. Il prog­et­to pro­va a com­porre, tra for­mati e lin­guag­gi che alter­nano teatro, musi­ca, dan­za, cin­e­ma, let­ter­atu­ra, arte e fotografia, una map­pa del con­tem­po­ra­neo che con­tem­plino sia la cre­ativ­ità emer­gente che i cult imperdi­bili del­la più recente sper­i­men­tazione artis­ti­ca, accostate ad altre attiv­ità cul­tur­ali, pen­sate come stru­men­ti di coe­sione sociale e civile. L’8 luglio alle 23, pres­so l’Accademia Tedesca Roma Vil­la Mas­si­mo (largo di Vil­la Mas­si­mo 1), Francesco Leineri pre­sen­ta il con­cer­to video installa­ti­vo site-spe­cif­ic 12 motivi, prog­et­to mul­ti­me­di­ale in cui il com­pos­i­tore unisce musi­ca, per­for­mance live e video dig­i­tale per costru­ire un per­cor­so che, gra­zie a dod­i­ci video girati ad hoc negli spazi dell’Accademia e din­torni. Durante l’esecuzione, i video ver­ran­no proi­et­tati su un grande scher­mo cir­co­lare sospe­so sul pianoforte, cre­an­do un rac­con­to dei luoghi e degli indi­vidui che li vivono. Se in musi­ca il “moti­vo” è melo­dia, nell’ambito di ques­ta per­for­mance il ter­mine si ricon­giunge anche con il suo sig­ni­fi­ca­to let­terale: dod­i­ci moti­vazioni per stare, per affrontare il cir­costante. Ingres­so libero con preno­tazione con­sigli­a­ta su Eventbrite.

Alle Terme di Cara­calla, il Cara­calla Fes­ti­val 2024 omag­gia Gia­co­mo Puc­ci­ni, nei 100 anni dal­la scom­parsa, con una nuo­va pro­duzione di Tosca, pro­pos­ta dal 5 luglio al 9 agos­to con il prog­et­to scenografi­co di Mas­si­m­il­iano e Dori­ana Fuk­sas, al loro debut­to nell’opera lir­i­ca. La regia è affi­da­ta a Francesco Miche­li, men­tre sul podio sale Antoni­no Fogliani. Nel ruo­lo del tito­lo si alter­nano Car­men Gian­nat­ta­sio (5, 17, 26 luglio; 3, 7 e 9 agos­to) e Sonya Yonche­va (24 e 31 luglio), men­tre Cavara­dos­si è incar­na­to da Saimir Pir­gu (5, 17, 26 luglio; 3, 7 e 9 agos­to), Vit­to­rio Grigo­lo (24 e 31 luglio) e Arsen Soghomonyan (26 luglio). Yonche­va e Grigo­lo tor­nano a inter­pretare insieme i pro­tag­o­nisti del più romano dei cap­ola­vori di Puc­ci­ni dopo il grande suc­ces­so ottenu­to nel­la tournée del­la Fon­dazione Capi­toli­na in Giap­pone a set­tem­bre 2023. Nel­la parte di Scarpia, invece, si alter­nano Clau­dio Sgu­ra (5 luglio; 3, 7 e 9 agos­to) e Rober­to Frontali (17, 24, 26 e 31 luglio).  Orches­tra e Coro, diret­to da Ciro Vis­co, con la parte­ci­pazione del­la Scuo­la di Can­to Corale, sono quel­li del Teatro dell’Opera di Roma. I movi­men­ti core­ografi­ci sono di Mat­tia Agatiel­lo. Repliche: 17, 24, 26, 31 luglio; 3, 7, 9 agos­to alle 21. Bigli­et­ti online su www.ticketone.it.   

Nel­la cavea dell’Audi­to­ri­um Par­co del­la Musi­ca Ennio Mor­ri­cone pros­egue l’estate del­la Fon­dazione Musi­ca per Roma con il Roma Sum­mer Fest 2024. Il 3 luglio in arri­vo per la pri­ma vol­ta i Die Antwo­ord, for­mazione rap/rave orig­i­nar­ia di Cit­tà del Capo in Sudafrica com­pos­ta da Nin­ja e ¥o‑landi. Il 7 luglio sarà un’altra artista statu­nitense, Cat Pow­er, a pre­sentare dal vivo il suo nuo­vo album, Cat Pow­er Sings Dylan: The 1966 Roy­al Albert Hall Con­cert. Chi­ude la ser­a­ta del 9 luglio il live di James Blake che mesco­la pop e musi­ca elet­tron­i­ca pre­sen­tan­do il suo ulti­mo album, Play­ing Robots into Heav­en, insieme ad alcu­ni dei brani che l’hanno reso cele­bre.

Inizio spet­ta­coli ore 21. Bigli­et­ti online su www.auditorium.com/it/ticket-one.

Nel par­co del­la Casa del Jazz, per la ker­messe esti­va Sum­mer­time 2024, il 3 luglio è in pro­gram­ma l’esibizione del­la can­tante romana Chiara Civ­el­lo che accom­pa­g­na­ta dal­la Med­it Orches­tra, ripro­por­rà i brani del suo quin­to album, Can­zoni, nel decen­nale del­la sua usci­ta. A salire sul pal­co il 5 luglio, sarà invece il bat­ter­ista Johnathan Blake, uno dei bat­ter­isti più esper­ti del­la sua gen­er­azione, in quin­tet­to con Jaleel Shaw (alto sax), Fabi­an Almazan (piano), War­ren Wolf (vibra­fono), Dezron Dou­glas (contrabbasso).Prima del con­cer­to, l’artista ter­rà un incon­tro pub­bli­co alle 19.30 dialo­gan­do con il pres­ti­gioso criti­co amer­i­cano Ash­ley Kahn e Luciano Linzi (la parte­ci­pazione all’incontro è gra­tui­ta fino a esauri­men­to posti). Il 7 luglio arri­va, per la sua uni­ca data ital­iana, l’acclamata polistru­men­tista, can­tante e can­tautrice Meshell Nde­geo­cel­lo, per pre­sentare il suo ulti­mo album The Omni­chord Real Book. Pri­ma e dopo il con­cer­to, laser­a­ta sarà ani­ma­ta dal Dj set di Lady Coco, pseudon­imo di Costan­za Scaloni. Sarà poi il turno, l’8 luglio, del­la com­positrice, can­tante e artista visi­va Cécile McLorin Sal­vant, voce uni­ca e grande pas­sione per la ricer­ca di con­nes­sioni tra vaude­ville, blues, tradizioni popo­lari, teatro, jazz e musi­ca baroc­ca. Ad accom­pa­g­narla Sul­li­van Fort­ner (piano), Yasushi Naka­mu­ra (bas­so) e Kyle Poole (bat­te­ria). Chi­ude il 9 luglio il con­cer­to di Enri­co Rava, uno dei jazz­isti ital­iani più conosciu­ti e apprez­za­ti a liv­el­lo inter­nazionale, accom­pa­g­na­to per l’occasione da Francesco Dio­dati (chi­tar­ra), Mat­teo Pag­gi(trom­bone), Francesco Pon­ti­cel­li (con­tra­b­bas­so) ed Evi­ta Poli­doro (bat­te­ria). Inizio con­cer­ti ore 21. Bigli­et­ti online su www.ticketone.it.

E anco­ra all’Auditorium Par­co del­la Musi­ca Ennio Mor­ri­cone, nel­lo Stu­dio 1, l’8 luglio alle 16 l’Accad­e­mia Nazionale di San­ta Cecil­ia pro­pone il Con­cer­to finale degli allievi del Cor­so di Vio­la, accom­pa­g­nati dal docente Simone Bri­a­tore e dal­la pianista Sofia Adi­nolfi. Ingres­so libero fino ad esauri­men­to posti.

Nel Par­co del­la Casa del Jazz, fino al 2 agos­to, appun­ta­men­to con la XXXIV edi­zione de I Con­cer­ti nel Par­co, Estate 2024, la stor­i­ca rasseg­na orga­niz­za­ta da I Con­cer­ti nel Par­co ETS in col­lab­o­razione con Fon­dazione Musi­ca per Roma. Il 4 luglio, pri­ma romana per Beck Steig, il nuo­vo spet­ta­co­lo musi­cale del duo partenopeo Ebbane­sis, for­ma­to da Viviana Can­giano e Ser­e­na Pisa, che, come attra­ver­so il buco del­la ser­ratu­ra, mostra le due artiste in un cameri­no, in quel tem­po fat­to di preparazione, intim­ità, goliar­dia e con­fi­den­ze che pre­ce­dono il con­cer­to in pub­bli­co. Uno spet­ta­co­lo di teatro can­zone den­so di acrobazie vocali, musi­cali e recita­tive.  Il 6 luglio è la vol­ta di Replay con l’Orches­tra Papil­lon diret­ta da Rober­to Nobilio e for­ma­ta da gio­vani e gio­vanis­si­mi ragazzi. In pro­gram­ma musiche di Mar­quez, Shostakovich, Schu­bert, Manci­ni. Mad­ri­na d’eccezione del­la ser­a­ta sarà Cate­ri­na Guz­zan­ti che con­dur­rà la Lot­te­ria WIN THE SHOW #Concertiparco24 che prevede la vinci­ta di pre­mi in ambito cul­tur­ale e di spet­ta­co­lo. Inizio spet­ta­coli alle ore 21. Bigli­et­ti online su www.ticketone.it.

Fino al 7 set­tem­bre, a Vil­la Celimon­tana (via del­la Nav­i­cel­la 12) pros­egue l’estate di Vil­lage Celimon­tana, la rasseg­na orga­niz­za­ta da Jazz Vil­lage Roma. Tra gli spet­ta­coli del­la set­ti­mana, in cartel­lone alle ore 22: La Con­ven­ti­co­la degli Ultra­mod­erni (3 luglio); Phone­ma Gospel Singers (4 luglio); Bud­dy’s Place Big Band (5 luglio); Patrizio Destriere, in un con­cer­to omag­gio al Mae­stro Ennio Mor­ri­cone (6 luglio); Rockin’ Ang­ie & The Shak­ers (7 luglio). Tor­na l’appuntamento del lunedì con Greg ogni lune­day, in com­pag­nia di Clau­dio “Greg” Gre­gori (8 luglio), e con Swing Swing Swing che ques­ta set­ti­mana vedrà pro­tag­o­nista il Chiara Talone Swing Quar­tet (9 luglio). Ingres­so gra­tu­ito.

TEATRO E DANZA

Nell’ambito del­la XIII edi­zione di Agorà — Teatro e Musi­ca alle Radi­ci a cura de Il Naufra­gar­Mè­Dolce, il 3 luglio alle 17.30 appun­ta­men­to pres­so il Par­co Lin­eare Ciclope­donale di Pri­mavalle (via dei Mon­for­t­ani) per una nuo­va tap­pa del ciclo di spet­ta­coli di teatro urbano Pop Up The­atre che, in ques­ta gior­na­ta, pro­por­rà la repli­ca di Carosel­lo, per­for­mance itin­er­ante di vari­età, con musi­ca e comic­ità, ispi­ra­to ai carosel­li tele­vi­sivi pen­sato per un pub­bli­co adul­to e in par­ti­co­lare per gli anziani. Pro­tag­o­nisti: Rita Super­bi, Tiziana Scroc­ca e Chiara Casari­co. Parte­ci­pazione lib­era e gra­tui­ta.

 

Sul pal­co dell’Arena del Teatro India, si con­clude il 5 luglio il Fes­ti­val Fuori Pro­gram­ma, prodot­to da E.D.A. Tra gli ulti­mi appun­ta­men­ti in cartel­lone, il 3 luglio alle 19.45 va in sce­na NEIGHBOURS Part l, pri­ma parte di un dit­ti­co cre­ato e inter­pre­ta­to da Rauf “Rub­ber­Legz” Yasit e Brigel Gjo­ka con la col­lab­o­razione di William Forsythe. Uno spet­ta­co­lo dal gus­to min­i­mal­ista e di forte por­ta­ta sper­i­men­tale che nasce nell’incontro tra la break dance e la dan­za con­tem­po­ranea. Alla stes­sa ora, il 4 luglio, è atte­sa la per­for­mance Semâ del­la Com­pag­nia Lin­ga: un viag­gio alla scop­er­ta delle leg­gi che regolano il movi­men­to di grup­po e la con­sapev­olez­za col­let­ti­va dei gesti nel­lo spazio. Idea e core­ografia: Katarzy­na Gdaniec e Mar­co Can­talupo. Con Aude-Marie Bouchard,Csa­ba Var­ga, Cindy Villemin, Mar­tin Angiuli, Lia Ujčič, András Engel­mann, Bon­ni Bogya ed Enzo Blond.

Il 4 luglio alle 21 debut­ta il prog­et­to Tem­po Sospe­so fir­ma­to da Adri­ana Bor­riel­lo eThier­ry De Mey. Un’opera trans-dis­ci­pli­nare dove dan­za, suono, luce, scenografia dialogano sec­on­do incro­ci coor­di­nati dal­la core­ografa e dan­za­trice Adri­ana Bor­riel­lo. Al cen­tro del­la sce­na, l’installazione Dream Catch­er real­iz­za­ta da Thier­ry De Mey, che rap­p­re­sen­ta una sug­ges­ti­va fores­ta di bam­bù sospe­si e into­nati, un ambi­ente che invi­ta gli spet­ta­tori a esperire il suono e il movi­men­to in un gio­co con­tin­uo di vibrazioni e riso­nanze. Sul pal­co, insieme ad Adri­ana Bor­riel­lo, anche i dan­za­tori, Eri­ca Bravi­ni, Michele Ermi­ni, Michael Incar­bone, Donatel­la Mor­rone e Ile­nia Romano. Le repliche del 6, 7 e 8 luglio rien­tra­no nel­la pro­gram­mazione del Teatro di Roma). Inoltre, il 5 luglio(ore 18.30) e il 7 e 8 luglio (ore 18), è vis­i­bile l’installazione Tem­po Sospeso_walking through, lun­ga 24 metri, com­pos­ta da 1130 pali di bam­bù appe­si in aria da sot­tili cavi metal­li­ci e da un per­cor­so iscrit­to a ter­ra, con attiv­ità sul movi­men­to e sul suono curate dal­la com­pag­nia.

Il 5 luglio alle 19.45, infine, va in sce­na la pri­ma ital­iana di Songs and Silences, l’ul­ti­mo lavoro del core­ografo e musicista Amos Ben-Tal e del suo col­let­ti­vo OFF­pro­jects. Una serie di bre­vi assoli di dan­za in silen­zio si alter­nano alle ipnotiche can­zoni di Ben-Tal ese­gui­te dal vivo, cre­an­do un mosaico ipno­tiz­zante di movi­men­to, suono e parole. I per­former – Luca Cacit­ti, Wolf Gov­aerts, Adam Khazh­mu­radov, Mile­na Twiehaus – si muovono tra il pub­bli­co, cre­an­do un’es­pe­rien­za inti­ma.

Bigli­et­ti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

A Vil­la Carpeg­na (piaz­za di Vil­la Carpeg­na) fino al 13 luglio l’Asso­ci­azione Fuori Con­testo pre­sen­ta la XII edi­zione di Fuori Pos­to Fes­ti­val – Fes­ti­val di Teatri al lim­ite, rasseg­na teatrale gra­tui­ta con la direzione artis­ti­ca di Emil­ia Mar­tinel­li. Cen­trale, in ques­ta edi­zione, sarà il con­cet­to di conflitto/condivisione, due parole inter­con­nesse e in qualche modo dipen­den­ti l’una per l’altra. In pro­gram­ma, spet­ta­coli dal vivo, lab­o­ra­tori ded­i­cati a tutte le fasce d’età, instal­lazioni inter­at­tive, uno spazio libero ded­i­ca­to alle voci del ter­ri­to­rio, dove più gen­er­azioni sono chia­mate a rac­con­tare e a rie­vo­care i vis­su­ti del par­co, diven­tan­do “por­ta­tori di memo­ria” anche al di fuori del fes­ti­val. Tra gli appun­ta­men­ti, il 5 luglio alle 19 il pub­bli­co potrà pren­dere parte a Ter­ra Madre, spet­ta­co­lo di teatro itin­er­ante e inter­at­ti­vo: una cam­mi­na­ta, di cir­ca 15 — 20 minu­ti, di osser­vazione ogget­ti­va del ter­ri­to­rio che si attra­ver­sa, che si apre e si chi­ude, come un cer­chio, nel luo­go in cui avviene la mes­sa in sce­na e il cui finale cam­bia in ogni repli­ca. Di e conLau­ra Nardinoc­chi e Nic­colò Mat­covich. Il 6 luglio alle 19 c’è Shakespe­ri­ana, spet­ta­co­lo itin­er­ante scrit­to e diret­to da Tiziana Scroc­ca, con la com­pag­nia ama­to­ri­ale dell’Accad­e­mia Stap Bran­cac­cio, con Domeni­co Fazio, Anton­i­na Lai, Rosa Maria Mar­tini­co, Alessan­dro Miele, Fabio Pel­lic­cia­r­di, Gior­gia Pietropaoli e Fed­er­i­ca Rolle. Una com­pag­nia di “gui­t­ti” decide di met­tere in sce­na Shake­speare. Non una sin­go­la opera, ma un intrec­cio di tragedie e comme­die per rac­con­tare l’ossessione da parte dell’autore per due temi fon­da­men­tali che carat­ter­iz­zano le sue opere: “Amore e Potere” e la loro com­bi­nazione, ossia, “l’Amore del Potere” e “il Potere dell’Amore”. Il 7 luglio alle 17 Cate­ri­na Lupi­ta Feli­cioni e Lore­na Ercolani pro­pon­gono la per­for­mance …Nell’atto poet­i­co: un’indagine sul­l’at­to cre­ati­vo umano in con­tin­uo supera­men­to e ria­dat­ta­men­to, sen­za un fine sta­bil­i­to in viag­gio, attra­ver­so parole e immag­i­ni. Un altro spet­ta­co­lo itin­er­ante è quel­lo in cal­en­dario a seguire, alle 18.30, Orlan­do al Par­co trat­to “Orlan­do furioso di Ludovi­co Arios­to rac­con­ta­to da Ita­lo Calvi­no”, di e con Jes­si­ca Bertag­ni e Dani­lo Tur­na­turi, in cui i per­son­ag­gi del­la sto­ria come i per­son­ag­gi di un gio­co, pren­der­an­no vita all’interno del­la vil­la. Alle 19.30, è in pro­gram­ma uno stu­dio del­lo spet­ta­co­lo Come mi vesto di Emil­ia Mar­tinel­li e Tiziana Scroc­ca, che affronta il tema del­la vio­len­za di genere ispi­ran­dosi anche alla pau­ra e al con­seguente cor­ag­gio che ogni don­na esprime ogni vol­ta che esce per stra­da. Il 9 luglio, sem­pre dalle 17 alle 19, è ded­i­ca­to a tut­ti il lab­o­ra­to­rio LIS Teatro visi­vo del cor­po, a cura del reg­ista e attore sor­do Dario Pasquarel­la. attra­ver­so giochi visivi, di ruo­lo, improvvisazione e di movi­men­to, i parte­ci­pan­ti potran­no esplo­rare la comu­ni­cazione cor­porea nelle sue poten­zial­ità espres­sive e cre­ative. Un viag­gio ‘’a occhi aper­ti’’ che dal cor­po arri­va a toc­care il mon­do delle emozioni, per viver­le e inter­pre­tar­le (gra­tu­ito con preno­tazione obbli­ga­to­ria ainfo@fuoricontesto.it o al 333.2260621). Tranne dove diver­sa­mente indi­ca­to, ingres­so libero e gra­tu­ito.

Si con­clude la rasseg­na Mer­ca­to del­la For­mazione a cura dell’Asso­ci­azione Cul­tur­ale Calpur­nia. Il prog­et­to ha pro­pos­to una serie di lab­o­ra­tori volti a sup­port­are artisti e pro­fes­sion­isti del teatro e del­la cul­tura nell’elaborazione di pro­ces­si cre­ativi des­ti­nati al pub­bli­co e alla pro­duzione. Gli esi­ti di questi lab­o­ra­tori saran­no pre­sen­tati nel cor­so delFes­ti­val dell’arte spac­ca­ta in pro­gram­ma il 6 luglio al Teatro Bib­liote­ca Quar­tic­ci­o­lo, dove andran­no in sce­na i prog­et­ti final­isti: Da quali stelle siamo cadu­ti? del Col­let­ti­vo Il Nido; Ri-medi­are un cor­po fal­lace di Mar­ti­na Cavaz­zana; Queste calze sono blu di Boarino/Sighinolfi. Due repliche alle 18 e alle 20. Ingres­so gra­tu­ito; info e preno­tazioni alla mail organizzazione@asscalpurnia.it.

Nell’ambito del­la pro­gram­mazione del­la Fon­dazione Teatro di Roma, al Teatro Tor­lonia, il 7 luglio alle 20.30 ver­rà por­ta­to in sce­na lo spet­ta­co­lo Apoc­alisse in cor­so, esi­to finale del lab­o­ra­to­rio Clas­si­co in sce­na: La com­me­dia delle emozioni, con le attri­ci e gli attori del Cor­so di Per­fezion­a­men­to 2024 del Teatro di Roma. Regia di Tom­ma­so Capo­dan­no e dram­matur­gia di Matilde D’Accardi. Di e con Andrea Bald­of­fei, Emanuele Bal­doni, Iulia Bonagu­ra, Andrei Costan­ti­no Cuci­uc, Alessan­dra De Con­cilio, Car­oli­na Euse­bi­et­ti, Mar­co Fab­rizi, Loren­zo Fochesato, Marzia Furlan, Anna Dall’Olio, Samuele Gam­bi­no, Fed­eri­co Gariglio, Eleono­ra Laus­dei, Alessan­dro Man­ni­ni, Gio­van­ni Mar­ra, Andrea Maior­ca, Francesca Pic­co­lo, Edoar­do Pipi­tone,Fed­er­i­ca Quar­tana, Samuele Sat­ta, Jes­si­ca Sed­da, Fab­rizia Sor­renti­no, Rachele Spin­ozzi e Giu­lia Suca­pane.

Ingres­so libero con preno­tazione obbli­ga­to­ria a scuola@teatrodiroma.net.

A Piaz­za Gian­i­co­lo, la man­i­fes­tazione esti­va pre­sen­ta­ta da Sco­mo­do in col­lab­o­razione con il Cot­ton Club, il 9 luglio alle 21.30 tor­na il Sum­mer Com­e­dy Camp, for­mat di open mic pro­mosso dal col­let­ti­vo di stand up Roma com­e­dy club e dal Pier­rot Le Fou, pun­to di rifer­i­men­to per la stand up com­e­dy romana. Ingres­so libero.

Alle Terme di Cara­calla, nell’ambito del Cara­calla Fes­ti­val 2024, il cartel­lone esti­vo del Teatro dell’Opera di Roma, la pro­pos­ta core­uti­ca si inau­gu­ra il 9 luglio — con repli­ca il 10 — con Le not­ti romane di Dior, una ser­a­ta che unisce moda, musi­ca e dan­za. Pro­tag­o­nistaEleono­ra Abbag­na­to che, insieme alle étoile, ai pri­mi bal­leri­ni, ai solisti e al Cor­po di Bal­lo dell’Opera di Roma, indos­sa le creazioni di Maria Grazia Chi­uri del­la Mai­son Dior real­iz­zate per due diver­si bal­let­ti: Nuit Romaine di Angelin Preljo­caj — con musiche su base reg­is­tra­ta che van­no da Vival­di ai Daft Punk — e Nuit Dan­sée di Gior­gio Manci­ni, core­ografia sui tre movi­men­ti del Tirol Con­cert for piano and orches­tra di Philip Glass, ese­gui­to dal vivo. Quest’ultima è una nuo­va creazione. Lo spet­ta­co­lo viene pre­sen­ta­to per la pri­ma vol­ta in Italia a Cara­calla dopo la tournée con il Cor­po di Bal­lo dell’Opera di Roma a Pari­gi e Dubai. Tra i prin­ci­pali inter­preti l’étoile Rebec­ca Bianchi e il pri­mo bal­leri­no Michele Satri­ano. Sul podio dell’Orchestra del­la Fon­dazione sale Alvise Casel­lati

Bigli­et­ti online su www.ticketone.it.   

Al Teatro Tor Bel­la Monaca, per la rasseg­na Tor Bel­la Monaca Teatro Fes­ti­val, in Are­na ester­na, il 4 luglio va in sce­na La sto­ria di Francesco, spet­ta­co­lo lib­era­mente trat­to dal roman­zo La Sapien­za di un povero di Eloi Leclerc, con la dram­matur­gia e la regia diPino Quar­tul­lo, con Francesco Tor­torel­la, Rober­to Fazi­oli, Francesco Trasat­ti, Mas­si­m­il­iano Vio­la, Gior­gio Mel­one, Simone Sabìa, Rachele Sar­ti. Viene rac­con­ta­to l’ultimo peri­o­do del­la vita del San­to di Assisi, entra­to in crisi e rifu­giatosi in un ere­mo, con alcu­ni frati suoi ami­ci, molto pre­oc­cu­pati per lui. Il 5 luglio, arri­va Mat­ri­mo­nio e altre cat­a­strofi di N.L. White, diret­to e inter­pre­ta­to da Alessan­dra Mortel­li­ti e Luca Fer­ri­ni. La rou­tine mat­ri­mo­ni­ale di una cop­pia, ormai lon­tana dal­la pas­sione, sem­bra all’improvviso implodere finché una pic­co­la svista diven­terà invece la scin­til­la che scaten­erà la macchi­na com­i­ca. A seguire, il 7 luglio, è la vol­ta di Mas­quer­ade Mask con la dram­matur­gia e la regia di Mas­si­mo Mac­chi­avel­li e Luca Comas­tri e con le musiche orig­i­nali di Umber­to Cav­al­li. Lo spet­ta­co­lo è un trib­u­to a tut­ti i per­son­ag­gi del­la cul­tura tradizionale teatrale ital­iana: dal vec­chio Pan­ta­le­one, ai servi­tori, dal Dot­tore ai Cap­i­tani, nobili e aman­ti. I per­son­ag­gi con i loro scherzi e le loro bat­tute affrontano temi sociali fon­da­men­tali: l’amore, il potere, la mis­e­ria dei meno for­tu­nati e la magia. Al ter­mine del­la rap­p­re­sen­tazione, la com­pag­nia sarà a dis­po­sizione per appro­fondire e rispon­dere alle curiosità del pub­bli­co e per mostrare l’artigianato delle maschere. Debut­ta il 9 luglio (in repli­ca il 10 luglio) Nove­cen­to di Alessan­dro Bar­ic­co, con Ste­fano Messi­na che cura anche la regia con Chiara Bonome. In sce­na la vicen­da di Dan­ny Bood­mann T.D. Lemon Nove­cen­to, nato sul­la nave Vir­gin­ian, una delle tante che attra­ver­sa­vano l’Atlantico cariche di gente da portare in Amer­i­ca, e che su quel­la nave trascorse tut­ta la vita facen­do il pianista, sen­za mai met­tere piede a ter­ra. Inizio spet­ta­coli alle 21.

In Sala Pic­co­la, il 7 luglio alle 17.30 si ter­rà lo spet­ta­co­lo Alieni e… Polpette!, esi­bizione finale del Lab­o­ra­to­rio Immag­i­naTeatro 023–024 con­dot­to da Rober­ta Gen­tili con bam­bi­ni dai 6 ai 10 anni. Sul pal­co Livia Abbon­danzieri, Alessio Aino, Angel­i­ca d’Alessio, Zoe Cip­pitel­li, Samuele Ciri­ni, Isabel Zoe For­coni, Gioele Proi­et­to e Mari­a­sole Restuc­cia.Nel cielo di un pic­co­lo quartiere abi­ta­to da soli bam­bi­ni, un giorno appare una enorme mac­chia scu­ra. Sarà una tor­ta, una piz­za o un’enorme nuvola? Sono solo i marziani che stan­no per atter­rare sul­la Ter­ra, pro­prio in quel pic­co­lo quartiere di per­ife­ria di una grande cit­tà.

Bigli­et­ti online su www.vivaticket.com.  

ARTE

Pros­egue fino all’11 otto­bre la III edi­zione di WIDE Art Based Spots, il prog­et­to di PINGO Soci­età Coop­er­a­ti­va Sociale Inte­gra­ta che, pres­so le Indus­trie Flu­vi­ali (via del Por­to Flu­viale 35), pro­por­rà per tut­ta l’estate una serie di even­ti men­sili – vernissage, dj-set, lab­o­ra­tori per bam­bine e bam­bi­ni, work­shop – costru­iti attorno alla prog­et­tazione e alla real­iz­zazione di opere d’arte per­ma­nen­ti, in un grande lab­o­ra­to­rio cre­ati­vo. Il pre­sup­pos­to di WIDE è nel­la sin­te­si fra pae­sag­gio urbano, nat­u­rale e inte­ri­ore. La cit­tà è un eco­sis­tema dall’intelligenza col­let­ti­va che, al pari di una fores­ta, deve la sua esisten­za alla diver­sità e vari­età degli organ­is­mi che la abi­tano. Fino al 2 agos­to dalle 11 alle 17 saran­no vis­itabili gli spazi inter­es­sati dagli inter­ven­ti artis­ti­ci del­la ker­messe, con pos­si­bil­ità, su richi­es­ta, di acced­ervi con visi­ta gui­da­ta. Ques­ta set­ti­mana, è disponi­bile l’opera #01 real­iz­za­ta da Giulio Vespri­ni e inau­gu­ra­ta lo scor­so 27 giug­no. Acces­so gra­tu­ito con preno­tazione obbli­ga­to­ria online su Eventbrite. Info su www.industriefluviali.ite wide.industriefluviali.it.

Fino all’11 luglio, in piaz­za Bar­tolomeo Per­e­strel­lo, a Tor Pig­nat­tara, appun­ta­men­to con La cit­tà che non c’è, il Fes­ti­val di Lib­ri e Comu­nità ideato dall’associazione TIPE, in col­lab­o­razione con Ris­ma book­shop. Quest’anno al cen­tro del dibat­ti­to ci sarà il modo in cui inter­pre­ti­amo lo spazio, quel­lo umano, urbano o immag­i­nario. Nel cor­so del­la man­i­fes­tazione, tra i box del mer­ca­to in piaz­za Per­e­strel­lo, sarà vis­itabile la mostra Enci­clo­pe­dia visi­va delle diverse metodolo­gie di sis­temazione di insie­mi di ogget­ti – LIBRO, un estrat­to dell’ultimo prog­et­to fotografi­co di Michael Trut­ta – che fir­ma anche la curatela con Beat­rice Pud­du – in cui anal­iz­za 12 luoghi di diver­sa natu­ra, acco­mu­nati dal fat­to che dispon­gono di un ele­va­to numero di ogget­ti da dover gestire, focal­iz­zan­dosi sul­la fun­zione del libro. Una rif­les­sione sul­la natu­ra del­la fotografia come doc­u­men­to e stru­men­to visi­vo per la cat­a­logazione. Acces­so libero.

Il Palaz­zo Espo­sizioni Roma e il Museo Nazionale Romano, Terme di Dio­cleziano dal 3 luglio al 6 otto­bre ospit­er­an­no le mostre ded­i­cate all’artista Javier Marín, scultore,disegnatore e pit­tore mes­si­cano che da oltre 30 anni rende omag­gio alla cul­tura e alla sto­ria dell’arte ital­iana, con­t­a­m­i­nan­do i temi di ispi­razione preis­pan­i­ca con forme e lin­guag­gi pro­pri del manieris­mo toscano e del baroc­co romano. Il prog­et­to espos­i­ti­vo, inti­to­la­to MATERIAE e a cura di Lau­ra González Flo­res, è uno dei prin­ci­pali appun­ta­men­ti di ril­e­van­za cul­tur­ale all’interno delle cel­e­brazioni dei 150 anni del­la nasci­ta dei rap­por­ti diplo­mati­ci tra Italia e Mes­si­co. L’esposizione rac­con­ta il per­cor­so dell’artista e la sua ricer­ca, dalle prime espe­rien­ze di scul­tura mon­u­men­tale alle nuove sper­i­men­tazioni in resina rici­cla­ta, ottenute attra­ver­so immag­i­ni dig­i­tali o uti­liz­zan­do stam­pan­ti 3D. A Palaz­zo Espo­sizioni Roma è pre­sen­ta­ta la pro­duzione più recente, incen­tra­ta sull’utilizzo delle nuove tec­nolo­gie e sul tema del­la sosteni­bil­ità ambi­en­tale svilup­pa­to gra­zie al riu­ti­liz­zo di resine di scar­to derivate da pro­duzione indus­tri­ale. Sono esposte 35 opere real­iz­zate in resina poli­estere ama­ran­to, leg­no, arazzi, tes­su­ti, stampe dig­i­tali e video. Il prog­et­to è pro­mosso dal Min­is­tero del­la Cul­tura, dal­la Direzione Gen­erale Musei, dall’Asses­so­ra­to alla Cul­tura di Roma Cap­i­tale e dall’Azien­da Spe­ciale Pala­ex­po, con il patrocinio dell’Ambas­ci­a­ta del Mes­si­co in Italia, con gli aus­pi­ci del­la Pres­i­den­za Com­mis­sione Cul­tura, Cam­era dei Dep­u­tati, real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con la Fon­dazione Javier Marín, la Gal­le­ria Ter­reno Bal­dio Arte e la Gal­le­ria Bar­bara Paci.

Pros­egue fino al 25 agos­to Expo­dem­ic, la II edi­zione del Fes­ti­val delle Accad­e­mie e degli Isti­tu­ti di Cul­tura stranieri a Roma, a cura di Loren­zo Benedet­ti con la col­lab­o­razione di Francesca Cam­pana. La mostra rac­con­ta lo stret­to legame tra la nasci­ta e lo svilup­po delle espo­sizioni e la sto­ria delle accad­e­mie, sia attra­ver­so il coin­vol­gi­men­to di artisti stranieri attual­mente res­i­den­ti sia con doc­u­men­ti stori­ci.

Nell’ambito del fes­ti­val, nel­la sala Fontana, fino al 28 luglio è espos­ta l’installazione Il cane a sei zampe. La sto­ria di un’icona che guar­da al futuro attra­ver­so la quale Enirac­con­ta la sto­ria del­la pro­pria comu­ni­cazione visi­va. In mostra una rac­col­ta di pagine pub­blic­i­tarie, fotografie, dis­eg­ni e man­u­ali che han­no accom­pa­g­na­to l’iconica figu­ra del “cane a sei zampe”, dal pri­mo suc­ces­so icono­grafi­co dis­eg­na­to da Lui­gi Brog­gi­ni, alle cam­pagne pub­blic­i­tarie che si sono suc­ce­dute nel tem­po.

Pros­egue inoltre, fino al 1° set­tem­bre, la mostra Car­la Accar­di a cura di Daniela Lan­cionie Pao­la Bonani, pro­mossa da Roma Cap­i­tale, idea­ta, prodot­ta e orga­niz­za­ta da Azien­da Spe­ciale Pala­ex­po e real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con Archiv­io Accar­di San­fil­ip­po e con il sosteg­no del­la Fon­dazione Sil­vano Toti.

Orari mostre: dal mart­edì alla domeni­ca ore 10–20, ulti­mo ingres­so un’ora pri­ma. Bigli­et­ti online su https://ecm.coopculture.it

 

Negli spazi muse­ali del MACRO, pros­eguono fino al 25 agos­to tutte le mostre in cor­so. A par­tire da Il sospet­to del par­adiso, pri­ma espo­sizione ded­i­ca­ta da un’istituzione muse­ale aPatrizia Cav­al­li (Todi, 1947 – Roma, 2022), figu­ra car­dine del­la poe­sia ital­iana del sec­on­do Nove­cen­to. In mostra, oltre 200 fotografie di Loren­zo Cas­tore scat­tate nel­la sua casa romana e una selezione di dat­tilo­scrit­ti e mano­scrit­ti insieme a diver­si prog­et­ti edi­to­ri­ali che l’hanno vista col­lab­o­rare con artisti visivi. Viene, inoltre, mostra­to il proces­so imp­ie­ga­to dal­la Cav­al­li per l’annotazione, costruzione, limatu­ra e pub­bli­cazione delle poe­sie. Il pub­bli­co, infine, potrà ascoltare le parole del­la Cav­al­li nel video di Gian­ni Bar­cel­loni dal­la serie Il nav­i­ga­tore. Ritrat­ti di scrit­tori.

Pros­egue anche la mostra Autori­trat­to al lavoro, pri­ma grande mostra anto­log­i­ca ded­i­ca­ta dal museo all’artista romana Elis­a­bet­ta Benas­si, del­la quale ven­gono riper­cor­si oltre ven­ti anni del­la sua pro­duzione, giustap­po­nen­do lavori stori­ci dei pri­mi anni Duemi­la, a opere recen­ti e a tre nuove pro­duzioni real­iz­zate apposi­ta­mente per l’occasione.

Tutte le mostre sono vis­itabili dal mart­edì al ven­erdì ore 12–19; saba­to e domeni­ca ore 10–19. Ulti­mo ingres­so 60 minu­ti pri­ma del­la chiusura. Bigli­et­ti online su https://ecm.coopculture.it.

Al Mat­ta­toio di Roma, fino al 28 luglio SPAZIO GRIOT ani­ma gli spazi con la sua pro­gram­mazione artis­ti­ca esti­va, River­beri / Rever­ber­a­tions, che quest’an­no posa lo sguar­do sug­li effet­ti con­tinui di varie strut­ture ege­moniche di potere e sulle strate­gie imp­ie­gate per min­i­miz­zare e inde­bolire la loro influen­za. In cor­so talk, even­ti musi­cali, per­for­mance, proiezioni e instal­lazioni. In mostra A Plot A Scan­dal di Ligia Lewis (3–16 luglio) e Path To The Stars di Móni­ca de Miran­da (17–28 luglio). Pro­gram­ma com­ple­to suwww.mattatoioroma.it.

Sem­pre negli spazi del Mat­ta­toio pros­eguono invece fino al 25 agos­to le due mostre in cor­so. Nel Padiglione 9a, è vis­itabile L’alba che aspet­ta­vo. Por­to­gal­lo, 25 aprile 1974 — Immag­i­ni di una riv­o­luzione pro­pos­ta e pre­sen­ta­ta dall’Ambas­ci­a­ta del Por­to­gal­lo in Italia, pro­mossa da Roma Cap­i­tale e Azien­da Spe­ciale Pala­ex­po, con il Camões, I. P., il Min­is­tero del­la Cul­tura del Por­to­gal­lo e cura­ta da Alessan­dra Mau­ro conCon­trasto. L’esposizione riper­corre, a 50 anni di dis­tan­za, gli even­ti del­la “riv­o­luzione dei garo­fani” (così chia­ma­ta per il gesto di Celeste Caeiro che in una piaz­za di Lis­bona com­in­ciò a offrire garo­fani ai sol­dati). Attra­ver­so la pre­sen­tazione di cir­ca 100 fotografie di gran­di autori come i por­togh­e­si Alfre­do Cun­ha e Car­los Gil, gli ital­iani Pao­la Agosti, Faus­to Giac­cone, Augus­ta Conchiglia, inter­nazion­ali come Sebastião Sal­ga­do, Guy Le Quer­rec, Inge­borg Lipp­man, Peter Col­lis, accom­pa­g­nate da fil­mati d’epoca, for­ni­ti dal­la RTP — Rádio e Tele­visão de Por­tu­gal, instal­lazioni video e wall­pa­per con la ricostruzione di alcu­ni tra i murales più cele­bri del peri­o­do, la mostra riper­corre even­ti e pro­tag­o­nisti di quel­la riv­o­luzione, insieme a temi come la Rifor­ma Agraria, la decol­o­niz­zazione, il ruo­lo delle donne e i con­tribu­ti artis­ti­ci. Nel Padiglione 9b, è a cura di Ada Lom­bar­di la mostra Ser­afi­no Maio­ra­no. ANIMO SOS.PESO, pri­ma anto­log­i­ca ded­i­ca­ta all’artista, con oltre cen­to tra le sue opere più rap­p­re­sen­ta­tive real­iz­zate a par­tire dal­la metà degli anni Ottan­ta.

Tutte le espo­sizioni sono a ingres­so libero e vis­itabili dal mart­edì alla domeni­ca ore 11–20; chiu­so lunedì (ingres­so con­sen­ti­to fino a un’o­ra pri­ma del­la chiusura).

Tra le tante inizia­tive pro­mosse dal­la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na ai Beni Cul­tur­ali si seg­nala che alla Gal­le­ria d’Arte Mod­er­na di via F. Crispi, dal 6 luglio 2024 al 2 feb­braio 2025, apre al pub­bli­co la nuo­va mostra Estet­i­ca del­la defor­mazione. Pro­tag­o­nisti dell’Espressionismo Ital­iano, che offre uno sguar­do su uno dei movi­men­ti artis­ti­ci più orig­i­nali del pri­mo Nove­cen­to ital­iano, attra­ver­so cir­ca 130 opere di oltre 30 artisti di spic­co, tra cui Rena­to Birol­li, Lucio Fontana, Rena­to Gut­tuso, Gia­co­mo Manzù, prove­ni­en­ti dalle collezioni capi­to­line e dal­la pres­ti­giosa Collezione Giuseppe Ian­nac­conedi Milano.

Nel­la stes­sa sede muse­ale, sem­pre a par­tire dal 6 luglio e fino al 3 novem­bre, si potrà ammi­rare anche À jour, instal­lazione site-spe­cif­ic idea­ta e real­iz­za­ta dall’artista Lau­ra VdB (Van der Bol) Fac­chi­ni che si svilup­pa dall’ingresso del museo fino al chiostro e che, come sug­gerisce il tito­lo, richia­ma la tec­ni­ca di ricamo uti­liz­za­to dalle monache del­l’ex con­ven­to delle Carmeli­tane Scalze, l’edificio tar­do cinque­cen­tesco sede oggi del­la Gal­le­ria.

In set­ti­mana, inoltre, per il ciclo di incon­tri Artisti a Vil­la Borgh­ese, a cura di Clau­dio Cres­cen­ti­ni, il 5 luglio alle 17.30, al Museo Car­lo Bilot­ti Aranciera di Vil­la Borgh­ese, la pit­trice Lina Pas­salac­qua, conosci­u­ta come “l’ultima futur­ista”, incon­tr­erà il pub­bli­co per par­lare del suo rap­por­to artis­ti­co con la natu­ra. Insieme alla pit­trice e al cura­tore inter­ver­ran­no Ida Mitra­no (stor­i­ca, crit­i­ca d’arte e sag­gista) e Rita Pedone­si (art pro­mot­er e cura­trice di even­ti cul­tur­ali). Ingres­so gra­tu­ito fino a esauri­men­to posti.

Tor­na, il 7 luglio, il con­sue­to appun­ta­men­to con la pri­ma domeni­ca del mese a ingres­so gra­tu­ito per tut­ti nei Musei civi­ci e in alcune aree arche­o­logiche del­la cit­tà, come il Cir­co Mas­si­mo (ore 9.30–19.00, ulti­mo ingres­so alle 18), i Fori Impe­ri­ali (ingres­so dal­la Colon­na Tra­iana ore 9–19.15, ulti­mo ingres­so un’ora pri­ma), l’Area Sacra di Largo Argenti­na (ingres­so da via di San Nico­la De’ Cesari­ni di fronte al civi­co 10, ore 9.30–19, ulti­mo ingres­so alle 18), il Museo del­la For­ma Urbis (ore 10–19, ulti­mo ingres­so alle 18). Il Museo è allesti­to all’interno del Par­co Arche­o­logi­co del Celio (sem­pre ad acces­so libero e gra­tu­ito per tut­ti ore 7–20, ingres­so da viale del Par­co del Celio 20/22 e Cli­vo di Scau­ro 4). Per l’occasione, Vil­la di Massen­zio sull’Appia, pro­l­ungherà l’orario di aper­tu­ra fino alle ore 22 (ulti­mo ingres­so ore 21.30). Nei Musei civi­ci saran­no vis­itabili gra­tuita­mente sia le collezioni per­ma­nen­ti sia le mostre tem­po­ra­nee, a eccezione del­la mostra TEATRO. Autori, attori e pub­bli­co nel­l’An­ti­ca Roma ospi­ta­ta al Museo dell’Ara Pacis che sarà fruibile con bigli­et­tazione ordi­nar­ia. Fa eccezione alla gra­tu­ità anche la visi­ta in realtà aumen­ta­ta e vir­tuale Cir­co Max­i­mo Expe­ri­ence (ore 17–21, ingres­so ogni 15 minu­ti, l’ultimo alle 19.50; www.circomaximoexperience.it), cui si potrà parte­ci­pare con bigli­et­to a tar­if­fazione ordi­nar­ia (per i pos­ses­sori di Roma MIC Card è con­sen­ti­to l’ingresso con bigli­et­to ridot­to).

Inoltre, non rien­tra­no nel­la gra­tu­ità le vis­ite al Bunker e rifu­gi anti­aerei di Vil­la Tor­lonia,le strut­ture sot­ter­ra­nee sit­u­ate sot­to il Casi­no Nobile, real­iz­zate durante la Sec­on­da guer­ra mon­di­ale, che pros­eguono nel mese di luglio con un nuo­vo orario esti­vo (per i sin­goli, in lin­gua ital­iana: ogni saba­to alle 17 e ogni domeni­ca alle 10 e alle 17. Per i sin­goli, in lin­gua inglese: ogni saba­to alle 11. Restano invariati gli orari di visi­ta per i grup­pi. Anche in questo caso, si potrà parte­ci­pare alla visi­ta con bigli­et­to a tar­if­fazione ordi­nar­ia. Info e acquis­to bigli­et­ti: https://museiincomuneroma.vivaticket.it.

Per tut­ti gli even­ti, vis­ite e incon­tri, info e preno­tazioni allo 060608 (atti­vo tut­ti i giorni ore 9–19). www.museiincomuneroma.it; www.sovraintendenzaroma.it.

KIDS

Nell’ambito del­la XII edi­zione di Fuori Pos­to Fes­ti­val – Fes­ti­val di Teatri al lim­ite, la rasseg­na teatrale a cura dell’Asso­ci­azione Fuori Con­testo a Vil­la Carpeg­na (piaz­za di Vil­la Carpeg­na), il 3 luglio dalle 17 alle 19 Eleono­ra Tregambe e Chiara Borsel­lacon­ducono Ate­lier del­la fia­ba, lab­o­ra­to­rio artis­ti­co per bam­bine e bam­bi­ni dai 5 ai 10 anni che, par­tire da alcune fiabe, potran­no svilup­pare idee gra­fiche e pit­toriche con immag­i­ni, dis­eg­ni e mate­ri­ali di varia natu­ra, ma anche stru­men­ti musi­cali da uti­liz­zare durante la per­for­mance finale Fiabe tra gli alberi, ispi­ra­ta alle fiabe dei Fratel­li Grimm, in pro­gram­ma il 6 luglio alle 18 (spet­ta­co­lo a ingres­so gra­tu­ito sen­za preno­tazione). Stes­so orario il 4 luglio per Sognare ad occhi aper­ti per rag­giun­gere le stelle, lab­o­ra­to­rio di let­tura e teatro, a cura di Car­lot­ta Solidea, sem­pre per bam­bine e bam­bi­ni dai 5 ai 10 anni che, dal­la let­tura delle pagine di “Mur­do, Il libro dei sog­ni impos­si­bili” di Alex Cousseau, par­ti­ran­no alla ricer­ca del pro­prio futuro. Il 6 luglio dalle 17 alle 18, la libre­ria Quan­teSto­rie invi­ta i bam­bi­ni a immerg­er­si nel­la let­tura con il lab­o­ra­to­rio Spazio Aria fres­ca – QUANTESTORIE LEGGIAMO, con lib­ri selezionati tra le migliori case editri­ci per l’infanzia (gra­tu­ito sen­za preno­tazione). L’8 luglio dalle 17 alle 19 tor­na Eleono­ra Tregambe per Danzi­amo la natu­ra, con let­ture di albi illus­trati e lab­o­ra­to­rio ispi­rati al tema del­la natu­ra. Tranne dove diver­sa­mente indi­ca­to, attiv­ità gra­tu­ite con preno­tazione obbli­ga­to­ria a info@fuoricontesto.it o al 333.2260621

Al Teatro Tor Bel­la Monaca, per la rasseg­na di Teatro Ragazzi, in Sala Pic­co­la il 5 e 6 luglio alle 19, Teatro Le Maschere e 2Giga pre­sen­tano Ari­one fer­ma la guer­ra, com­me­dia musi­cale per voce solista e arpa mag­i­ca, scrit­ta e diret­ta da Gigi Pal­la (anche in sce­na) con Dario Gui­di e Gabriel­la Prat­icò. Ari­one, principe di Estovia, pas­sa il tem­po can­tan­do e suo­nan­do l’arpa, suben­do con pro­fon­da rasseg­nazione le lezioni di spa­da e tutte le attiv­ità politiche che carat­ter­iz­zano la gior­na­ta di un principe. Quan­do rifi­u­ta di sposare l’altezzosa principes­sa Satyr­ia, figlia del re di Oves­tia, reg­no da sem­pre in com­pe­tizione con quel­lo di Estovia, il gio­vane principe si tro­verà a dover guidare il suo eserci­to su una nave da guer­ra. Con sé porterà l’immancabile arpa: rius­cirà con l’arma dell’arte e del­la bellez­za a fer­mare la guer­ra? Spet­ta­co­lo per bam­bi­ni dai 4 ai 10 anni. Bigli­et­ti online su www.vivaticket.com.

Pros­egue fino al 27 set­tem­bre la III edi­zione di Cit­tà Fores­ta – Le Cos­mi­comiche, prog­et­to nato da un’idea di Benedet­ta Carpi De Resmi­ni e cura­to da Lat­i­tu­do Art Projects – ispi­ra­to all’opera di Ita­lo Calvi­no e che quest’anno affronta il con­cet­to del “comi­co”. Due gli incon­tri in cal­en­dario ques­ta set­ti­mana alla Bib­liote­ca Galline Bianche e nell’anfiteatro anti­s­tante (viale delle Galline Bianche 105) a Labaro. Il 3 luglio alle 16.30, Gaia Scaramel­la guiderà il lab­o­ra­to­rio cre­ati­vo Bel­lim­busti Comi­ci e, a seguire, il work­shop Foto Comiche con Luis Do Rosario e Isabel­la Man­ci­oli, durante il quale i pic­coli fotografi saran­no invi­tati a real­iz­zare un reportage. Il 4 luglio, sem­pre alle 16.30, si parte con il lab­o­ra­to­rio radio­fon­i­co Radio Com­i­ca dell’Associazione Ponte­d­in­con­tro, per creare un pod­cast sul pro­prio quartiere (dai 6 anni), a seguire il work­shop Poster Comi­cicon lo street artist URKA e, per finire, il lab­o­ra­to­rio Luoghi Comi­ci con i gio­vani architet­ti del col­let­ti­vo VIVI­AMO­LAq.  Parte­ci­pazione gra­tui­ta con preno­tazione obbli­ga­to­ria alla mail communication@latitudoartprojects.net, al numero 06.59877542 o su What­sApp al 333.1245191.

Pros­egue a Vil­la Bonel­li (via Camil­lo Mon­tal­ci­ni 1) il fes­ti­val di teatro, nuo­vo cir­co, musi­ca e lab­o­ra­tori per tut­ta la famiglia Strav­il­la! Bonel­li Play­ground, a cura dell’Asso­ci­azione Dis­am­bigua APS. Per i più pic­coli, il 6 luglio dalle 17 alle 19, pri­mo appun­ta­men­to del lab­o­ra­to­rio di cir­co e gio­co­le­ria con Eleono­ra Cir­ul­li che, nei pan­ni del Clown Caroti­na, intrat­ter­rà bam­bi­ni di tutte le età con giochi e ani­mazione, le fav­ole del magi­co teatri­no e tante bolle di sapone (altre date: 13 e 20 luglio). Il 7 luglio alle 12 e alle 17 Daniela Cardelli­ni por­ta in sce­na Dani e la Gio­co­le­ria, un eccen­tri­co spet­ta­co­lo di gio­co­le­ria com­i­ca tut­to al fem­minile. Ingres­so libero.

A Piaz­za Gian­i­co­lo, la man­i­fes­tazione esti­va pre­sen­ta­ta da Sco­mo­do in col­lab­o­razione con il Cot­ton Club, il 7 luglio alle 10 è in pro­gram­ma Sco­mo­do Kids, una mat­ti­na­ta orga­niz­za­ta per i più pic­coli con il lab­o­ra­to­rio di ceram­i­ca nel cor­so del quale i bam­bi­ni, gui­dati da Manuela Faio­la, impar­eran­no a model­lare l’argilla uti­liz­zan­do anche tec­niche di dec­o­razione come l’in­ci­sione e la pit­tura. Attiv­ità gra­tui­ta.

Al Teatro Vil­la Pam­philj il 7 luglio alle 17.30, per la rasseg­na Teatro Ragazzi, la Com­pag­nia Teatrale C’è un asi­no che vola por­ta in sce­na Il castel­lo di Tremarel­lo, spet­ta­co­lo di burat­ti­ni di Gior­gio Rizzi – che cura anche le scene e i burat­ti­ni — e di Wal­ter Brog­gi­ni che fir­ma anche la regia. Cos­tu­mi di Elide Bologni­ni. La Principes­sa Mafal­da è sta­ta rapi­ta e Brighel­la, incar­i­ca­to del ritrova­men­to, chiede aiu­to a Menegh­i­no, ami­co leale, onesto e gen­eroso. Insieme partono all’avventura armati del solo bas­tone. Purtrop­po, oltre al ter­ri­bile brig­ante Spara­fu­cile, che vuole mon­ete d’oro in cam­bio del­la Principes­sa Mafal­da, i due ami­ci devono affrontare un sin­istro per­son­ag­gio che vive nel Castel­lo di Tremarel­lo, luo­go con­sid­er­a­to ter­ri­bile e spaven­toso. Spet­ta­co­lo adat­to a tutte le età. A paga­men­to, info e preno­tazioni: scuderieteatrali@gmail.com – 06.5814176.

Al Palaz­zo Espo­sizioni Roma, il 3 luglio alle 10.30 e il 7 luglio alle 11, sono pre­visti due nuovi appun­ta­men­ti di Sot­to il seg­no di Accar­di, visi­ta ani­ma­ta e lab­o­ra­to­rio sulle opere dell’artista Car­la Accar­di ded­i­ca­ta a ragazze e ragazzi dai 7 agli 11 anni. In Ate­lier, il seg­no astrat­to sarà il pun­to di parten­za per un grande gio­co visi­vo all’interno del Cubo con cui sper­i­menta­re pieni e vuoti, rit­mi e ripe­tizioni, rib­al­ta­men­ti e cam­bi di direzione.

Preno­tazione online su https://ecm.coopculture.it.

Tra le inizia­tive pro­mosse dal­la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na ai Beni Cul­tur­ali e riv­olte alle famiglie e ai più pic­coli, al Plan­e­tario di Roma, in set­ti­mana, Gabriele Catan­zaro, nei pan­ni del­lo strav­a­gante Dot­tor Stel­lar­i­um guiderà i bam­bi­ni a sco­prire il mon­do delle stelle con i due spet­ta­coli Vita da stel­la (5 luglio alle 18) e Accade tra le stelle (6 luglio alle 18), men­tre il 7 luglio alle 18 l’appuntamento è con lo spet­ta­co­lo gio­coso e inter­at­ti­vo Giro­ton­do tra i Pianeti.

Acquis­to bigli­et­ti online su https://museiincomuneroma.vivaticket.itwww.planetarioroma.it.

Tra le attiv­ità riv­olte ai bam­bi­ni e ai ragazzi pro­mosse da Bib­lioteche di Roma si seg­nala l’appuntamento alla Bib­liote­ca Cor­nelia il 3 luglio alle 16.45 con le Let­ture a perdi­fi­a­toper bam­bi­ni di 4–8 anni a cura delle volon­tarie del Servizio Civile, le volon­tarie Nati per leg­gere e le bib­liote­carie; info: 06.45460411 — ill.cornelia@bibliotechediroma.it.

Alla Bib­liote­ca Lau­renti­na, invece, il 4 luglio alle 17.30, per bam­bi­ni dai 4 agli 8 anni è pre­vis­to Il rit­mo delle sto­rie, lab­o­ra­to­rio musi­cale sulle note del mon­do Dis­ney a cura diRaf­faele March­ese del Servizio Civile (preno­tazione: 06.45460760 -ill.laurentina@bibliotechediroma.it) men­tre il 9 luglio alle 17, per bam­bi­ni dai 5 anni in su, ver­rà ospi­ta­to il pri­mo dei lab­o­ra­tori del prog­et­to Belong­ing, curati da Lat­i­tu­do Art Project e real­iz­za­ti dall’artista fran­co-litu­a­na Ilona Miknevi­ciute, per impara­re insieme a costru­ire un gia­rdi­no domes­ti­co (preno­tazione su communication@latitudoartprojects.net).

INCROCI ARTISTICI

Dal 4 al 6 luglio, nel quartiere Pigne­to, entra nel vivo Bande de Femmes, il fes­ti­val di fumet­to e illus­trazione orga­niz­za­to dal­la Libre­ria fem­min­ista Tuba – a cura di Sarah Di Nel­la, Ginevra Cas­set­ta e Mar­ta Capesciot­ti – giun­to quest’anno alla sua XI edi­zione. Tra gli appun­ta­men­ti in pro­gram­ma, il 4 luglio in via Pesaro, sarà pre­sen­ta­to il lavoro dell’artista svedese Han­nah Arne­sen (alle 20.45; con Dilet­ta Bel­lot­ti) e quel­lo del­l’artista libanese Jana Tra­boul­si (alle 21.45, con Michela Bec­chis). Il 5 luglio un focus par­ti­co­lare è riv­olto alle fanzine ital­iane fra anni Set­tan­ta e Duemi­la: alle 20.45, con l’opera di Dafne Bog­geri (Out of the grid. Ital­ian Zine 1978–2006 — Les press­es du réel, 2024) con Giu­lia Val­li­cel­li; si par­lerà di auto­pro­duzioni con Ele­na Mis­trel­lo che, alle 21 in com­pag­nia di Giu­lia Ceset­ti, rac­con­terà la sto­ria di Trac­cia­to Palesti­na (Foa Boc­cac­cio 003, 2024). Il 6 luglio alle 21.30, in dial­o­go con Lau­ra Pug­no, ci sarà Anke Feucht­en­berg­er, autrice tedesca di Com­pagna cucu­lo, (Coconi­no press-Fan­dan­go, 2024), rac­con­to di for­mazione attra­ver­so gli occhi di una bam­bi­na del­la Ger­ma­nia dell’Est fra gli anni Ses­san­ta e la cadu­ta del muro di Berli­no. Tut­ti gli appun­ta­men­ti sono a ingres­so libero. Cal­en­dario com­ple­to su www.bandedefemmes.it.

Al Vil­la Ada Fes­ti­val, la man­i­fes­tazione pro­pos­ta da Knock s.r.l. nel cuore di Vil­la Ada (ingres­so da via di Ponte Salario 28), il 3 luglio alle 19 è in cal­en­dario il talk di Ler­cio pod­cast con Amnesty Inter­na­tion­al che dialogherà con l’attore Gian­mar­co Sauri­no e con i gior­nal­isti di Domani Edi­to­ri­ale. L’8 luglio alle 21 appun­ta­men­to con De Core Fes­ti­val, edi­zione spe­ciale del for­tu­na­to pod­cast di Alessan­dro Pier­a­van­ti e Dani­lo “da Fiu­mi­ci­no” Con­tal­do che ospiterà l’associazione fon­da­ta da Anna Fogli­et­ta, Every child is my child. Ingres­so gra­tu­ito.

Nell’ambito de La cit­tà che non c’è, il Fes­ti­val di Lib­ri e Comu­nità ideato dall’associazione TIPE, in col­lab­o­razione con Ris­ma book­shop, in cor­so in piaz­za Bar­tolomeo Per­e­strel­lo, a Tor Pig­nat­tara, il 4 luglio dalle 19 alle 21 sono tut­ti invi­tati all’incontro Costru­ire mer­av­iglia, nel cor­so del quale si par­lerà di come immag­inare nuovi spazi per la comu­nità par­tendo dal sen­so del­la mer­av­iglia. Inter­ven­gono: Luca Moli­nari, Irene Ranal­di e Andrea Pis­to­rio. Mod­era: Pao­la Cara­madre. Il dibat­ti­to sarà introdot­to dal coro Quadra­coro. Ingres­so libero.

Pros­egue fino al 15 otto­bre la II edi­zione di Cap­ola­vori del­la Let­ter­atu­ra, rasseg­na a cura del­la Fon­dazione De Sanc­tis in col­lab­o­razione con Bib­lioteche di Roma. Appun­ta­men­to il 4 luglio alle 19.30 alla Bib­liote­ca Euro­pea (via Savoia 13) per appro­fondire insieme a Wal­ter Siti, la Casa d’altri di Sil­vio D’Arzo. L’in­con­tro sarà trasmes­so in diret­ta stream­ing sul­la pag­i­na Face­book e sul canale YouTube di Bib­lioteche di Roma. Ingres­so libero fino a esauri­men­to posti.

 

ATTIVITÀ DELLE BIBLIOTECHE

Numerose, anche ques­ta set­ti­mana, le inizia­tive pro­mosse da Bib­lioteche di Roma. Si parte il 3 luglio alle 18, alla Bib­liote­ca Casa delle Let­ter­a­ture, con la pre­sen­tazione del libro Tec­nolo­gia del­la riv­o­luzione. Pro­gres­so e battaglie sociali dal microonde all’intelligenza arti­fi­ciale di Dilet­ta Huyskes (Il Sag­gia­tore, 2024), una rif­les­sione sull’utilizzo delle nuove tec­nolo­gie, sem­pre più sofisti­cate, e sul loro impat­to sociale. Insieme all’autrice inter­ven­gono Mau­ra Ganci­tano, Chiara Sfre­go­la e Anna Ascani(ingres­so libero fino a esauri­men­to posti).

Doppio appun­ta­men­to in pro­gram­ma il 4 luglio: alle 17.30, la Bib­liote­ca Flaminia ospi­ta la pre­sen­tazione, con l’autrice, del libro La figlia inutile di Lau­ra For­ti (Guan­da, 2024), una sto­ria di esilio e di abban­dono che attra­ver­sa tut­to il Nove­cen­to ital­iano (info e preno­tazione: 06.45460441 — ill.flaminia@bibliotechediroma.it); in con­tem­po­ranea, alla Bib­liote­ca Valle Aure­lia, si ter­rà la Con­feren­za per i 70 anni del­la tv ital­iana con Ste­fano Bal­as­sone, stori­co diri­gente RAI, tra con­tribu­ti video, immag­i­ni e una rif­les­sione sul recente Rego­la­men­to europeo per la Lib­ertà dei Media (ingres­so libero fino a esauri­men­to posti).

Pros­eguono gli incon­tri con VIECCE! La vita nei quartieri di Roma, la serie di pod­cast ded­i­ca­ta alla vita nei quartieri del­la cit­tà, durante i quali si potrà ascoltare il pod­cast dal vivo e parte­ci­pare al rac­con­to del pro­prio rione. Il 9 luglio dalle 17 alle 19, a ospitare il live sarà la Bib­liote­ca Nel­son Man­dela. L’incontro prevede anche una intro­duzione ai pod­cast, la scrit­tura, la reg­is­trazione e infine il mon­tag­gio e la pub­bli­cazione di un pod­cast sul quartiere. L’iniziativa è real­iz­za­ta in col­lab­o­razione con ASSIPOD.org — Asso­ci­azione Ital­iana Pod­cast­ing, Roma Cap­i­tale e l’Isti­tuzione Bib­lioteche di Roma. preno­tazione su www.eventbrite.it.

 

 

TUTTE LE INFO SU CULTURE.ROMA.IT E SUI SOCIAL DI ROMA CULTURE:

FACEBOOK: facebook.com/cultureroma

INSTAGRAM: instagram.com/cultureroma

X: twitter.com/culture_roma

#Cul­tureRoma #EstateRomana2024

Related Images: