Apicoltura, Tiso(Confeuro): “Tutelare miele italiano sia priorità governo”

Apicoltura, Tiso(Confeuro): “Tutelare miele italiano sia priorità governo”

26/03/2024 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 343 volte!

“Sti­amo seguen­do con mol­ta atten­zione e viva pre­oc­cu­pazione la situ­azione del miele ital­iano, mes­so in crisi dall’import sleale e dal cam­bi­a­men­to cli­mati­co. In par­ti­co­lare, la red­di­tiv­ità dei nos­tri api­coltori rischia di essere affos­sa­ta dalle impor­tazioni di prodot­ti extra Ue di qual­ità scarsa e con prezzi asso­lu­ta­mente fuori mer­ca­to, nonché dall’incremento dei costi di pro­duzioni dovu­ti anche alle per­tur­bazioni atmos­feriche. Insom­ma, un con­testo allar­mante e prob­lem­ati­co che deve essere imme­di­ata­mente atten­zion­a­to dal gov­er­no nazionale. A giudizio di Con­feu­ro, che esprime forte vic­i­nan­za al com­par­to degli api­coltori, è nec­es­sario agire con urgen­za su 3 fron­ti: innanz­i­tut­to in sede leg­isla­ti­va, tute­lando le aziende apis­tiche ital­iane dal dump­ing com­mer­ciale extra­co­mu­ni­tario. Soprat­tut­to tramite urgente rifor­ma Pac. In secundis, bisogna subito ripren­dere la ques­tione pes­ti­ci­di, cer­can­do una val­i­da alter­na­ti­va per tute­lare le api dai veleni dei fito­far­ma­ci. Infine, ma non meno impor­tante, pro­porre una cam­pagna di sen­si­bi­liz­zazione tra i con­suma­tori, accen­den­do i riflet­tori sulle etichette delle con­fezioni. È nec­es­sario che si leg­ga atten­ta­mente la prove­nien­za del miele. Ne va del­la salute dei cit­ta­di­ni. Aus­pichi­amo dunque che la tutela dei nos­tri pro­dut­tori e del­la qual­ità del nos­tro miele diven­ti pri­or­ità isti­tuzionale dell’agenda gov­er­na­ti­va”.

Così, in una nota stam­pa, Andrea Tiso, pres­i­dente nazionale Con­feu­ro, la Con­fed­er­azione degli Agri­coltori Europei e del Mon­do.

Related Images: