Ue, Tiso(SaCosa): “Rafforzare pace con diplomazia e non con corsa a armamenti”

Ue, Tiso(SaCosa): “Rafforzare pace con diplomazia e non con corsa a armamenti”

25/03/2024 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 516 volte!

“In questi mesi di con­flit­ti bel­li­ci e attac­chi ter­ror­is­ti­ci, anche in Unione Euro­pea è diven­ta­to pri­or­i­tario nel­la agen­da polit­i­ca-isti­tuzionale il tema del­la dife­sa comune e di come “pro­teggere” meglio i cit­ta­di­ni e difend­ere i suoi val­ori. Molti leader vor­reb­bero puntare e pun­tano sen­za nascon­der­si trop­po alla cor­sa agli arma­men­ti, ma — a giudizio di Sa Cosa — l’UE dovrebbe intrapren­dere azioni strate­giche diverse in mate­ria di dife­sa e di incre­men­to del­la capac­ità di agire in modo autonomo, investen­do su mag­gior diplo­mazia, aiu­ti uman­i­tari, coop­er­azione allo svilup­po, dirit­ti umani, sosteg­no eco­nom­i­co, polit­i­ca com­mer­ciale. Insom­ma Brux­elles dovrebbe svilup­pare strate­gie geopolitiche che pre­servi­no real­mente la pace, raf­forzi­no la sicurez­za inter­nazionale, pro­muo­vano il dial­o­go è la coop­er­azione inter­nazionale e con­so­lidi­no la democrazia, lo Sta­to di dirit­to, i dirit­ti umani e le lib­ertà fon­da­men­tali. Eppure, il ris­chio è che si pro­ce­da in posizione diame­tral­mente oppos­ta e che l’Europa rischi di scon­fes­sare i pro­pri prin­cipi ed essere risuc­chi­a­ta, fino a una posizione di sec­on­do piano rispet­to alle gran­di super poten­ze mon­di­ali. A bre­vis­si­mo ci saran­no le nuove elezioni europee e vedremo se i nuovi lead­ers avran­no la stof­fa di riportare la Ue lì dove meri­ta, non snat­u­ran­do i suoi val­ori fon­dan­ti, a par­tire dal­la garanzia del­la pace e dal­la tutela dei cit­ta­di­ni”.

 

Così, in una nota stam­pa, Roc­co Tiso, ref­er­ente nazionale di Sa Cosa, comi­ta­to spon­ta­neo di cit­ta­di­ni – ami­ci per la ver­ità.

Related Images: