Intelligenza artificiale, Tiso(SaCosa): “Troppa superficialità: servono regole e vincoli”

Intelligenza artificiale, Tiso(SaCosa): “Troppa superficialità: servono regole e vincoli”

22/03/2024 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 407 volte!

Intel­li­gen­za arti­fi­ciale, trop­pa super­fi­cial­ità nell’affrontare una riv­o­luzione infor­mat­i­ca e dig­i­tale che, se non dis­ci­plina­ta e vin­co­la­ta in modo vir­tu­oso, rischia di ren­dere schi­avi gli esseri umani. In questo con­testo peri­coloso e nuo­vo, sta alle isti­tuzioni trovare il gius­to equi­lib­rio, por­tan­do l’IA a essere una risor­sa e non una arma con­tro la lib­ertà dei cit­ta­di­ni”. Il moni­to, in una nota stam­pa, giunge da Roc­co Tiso, ref­er­ente nazionale di Sa Cosa, comi­ta­to spon­ta­neo di cit­ta­di­ni – ami­ci per la ver­ità. Che sot­to­lin­ea: “L’in­tel­li­gen­za arti­fi­ciale sta diven­tan­do ormai parte inte­grante del­la nos­tra quo­tid­i­an­ità e diven­ta dunque nec­es­sario e impre­scindibile gov­ernarla e saper­la usare in maniera cor­ret­ta e atten­ta, e così facen­do, ren­der­la utile nelle attiv­ità di tut­ti i giorni. Com­ple­mentare ma non dom­i­nante. Tut­tavia, l’approccio sociale, politi­co e isti­tuzionale nei con­fron­ti di ques­ta inno­vazione epocale, è anco­ra trop­po mor­bido, incon­sapev­ole, qua­si di sot­to­va­l­u­tazione. Mai errore appare più grave vis­to e con­sid­er­a­to che l’intelligenza arti­fi­ciale rischia di impattare enorme­mente e neg­a­ti­va­mente sul­la vita degli esseri umani. Un esem­pio? Met­ten­do a ris­chio mil­ioni di posti lavoro nel mon­do. Siamo di fronte a una ipote­si allar­mante, per­tan­to che fare? Se, da un lato, infat­ti, la polit­i­ca e le isti­tuzioni devono trac­cia­re la lin­ea per gov­ernare ques­ta riv­o­luzione, carpen­done il poten­ziale, dall’altra devono innanz­i­tut­to lavo­rare per tute­lare le migli­a­ia di pro­fes­sion­isti e i posti di lavoro che saran­no in peri­co­lo. E non solo. Non pos­si­amo per­me­t­tere che l’intelligenza arti­fi­ciale pren­da il sopravven­to sull’essere umano nei diver­si set­tore di vita. Un dato d’altronde è di facile intu­izione: l’Intelligente arti­fi­ciale è des­ti­na­ta ad avere un impat­to sul mer­ca­to sem­pre più scon­vol­gente e la tec­nolo­gia ha cam­bi­a­to e sta cam­bian­do il mon­do del lavoro in maniera forte: dunque l’intelligenza arti­fi­ciale va rego­la­ta in maniera rap­i­da e sapi­ente a favore di cit­ta­di­ni, ter­ri­tori e imp­rese. Ques­ta la sfi­da che aspet­ta la polit­i­ca: fare in modo che l’IA rispet­ti i dirit­ti umani e sia sicu­ra e affid­abile. Ci rius­cire­mo?”, con­clude Roc­co Tiso, ref­er­ente nazionale di Sa Cosa, comi­ta­to spon­ta­neo di cit­ta­di­ni – ami­ci per la ver­ità.

Related Images: