Il docufilm “Barber Ring”, tra rinascita e riscatto, emoziona in Campidoglio

20/03/2024 0 Di Simone Bartoli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 151 volte!

Emozioni, rinasci­ta, nuove strade, riscat­to: sono i temi trat­tati dall’importante con­veg­no “Un’al­ter­na­ti­va di vita”, orga­niz­za­to dal­l’On. Maria Cristi­na Masi, e svoltosi giovedì 14 mar­zo in una affol­la­ta Sala Pro­to­mote­ca del Campi­doglio.

Il con­veg­no, mod­er­a­to dal­la gior­nal­ista Sil­via Toc­ci di Ostia Tv, ha pos­to l’attenzione sulle sto­rie di chi, prove­nen­do da strade tor­tu­ose, è rius­ci­to ad intrapren­dere strade vir­tu­ose, di rinasci­ta e riscat­to per una vita migliore.

Pro­prio in questo con­testo si inserisce il rac­con­to auto­bi­ografi­co di Manuel Ernesti, pro­tag­o­nista del docu­film “Bar­ber Ring”, diret­to dal bra­vo reg­ista Alessio Di Cosi­mo, proi­et­ta­to parzial­mente. L’opera descrive il suo per­cor­so travaglia­to, par­tendo dal­la per­ife­ria, fino ad arrivare ad essere un impren­di­tore di suc­ces­so, coin­vol­gen­do e soste­nen­do anche chi, come lui, ha avu­to un pas­sato tur­bo­len­to.

Manuel Ernesti ha avu­to infat­ti una vita travagli­a­ta: un’infanzia dura, il riscat­to come cam­pi­one di pugi­la­to, i peri­o­di dif­fi­cili e poi la rinasci­ta come impren­di­tore, in par­ti­co­lare tito­lare di una bar­be­ria che è diven­ta­ta anche un prog­et­to sociale, “Bar­ber Ring”. Qui Manuel ha pre­so sot­to brac­cio molti altri ragazzi dal pas­sato dif­fi­cile e inseg­na loro sia il mestiere di bar­bi­ere che il pugi­la­to.

Il docu­film ha riscos­so un grande apprez­za­men­to, ed è sta­to segui­to da alcune tes­ti­mo­ni­anze com­moven­ti di alcu­ni ragazzi pre­sen­ti, oltre all’abbraccio del fratel­lo Mar­co.

Il reg­ista, tra i vari ospi­ti inter­venu­ti, ha cita­to Francesca Pig­gianel­li, diret­trice di numerosi Fes­ti­val impor­tan­ti (tra cui Ostia Film Fes­ti­val ital­iano), ringrazian­dola per la proiezione e l’at­ten­zione che ha avu­to per il docu­film, e in genere che ha da sem­pre per il sociale. Al ter­mine del­l’even­to un grande e com­movente applau­so per tut­ti, comu­ni­can­do che il docu­film avrà anco­ra un grande per­cor­so nelle scuole…e non solo.

(foto con­cesse dal­la pro­duzione)

Related Images: