Roma, AssoTutela: “Metro a pezzi, Campidoglio assente”

Roma, AssoTutela: “Metro a pezzi, Campidoglio assente”

25/05/2022 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1237 volte!

“Quan­do abbi­amo udi­to al tele­fono quel­la voce tim­i­da e impac­cia­ta siamo rimasti sbig­ot­ti­ti, pen­sava­mo a uno scher­zo. Poi, a mano a mano che il ragaz­zo anda­va avan­ti con l’incredibile nar­razione del­la sua vicen­da, abbi­amo capi­to che purtrop­po, era tut­to vero”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che spie­ga: “Amine, un ragaz­zo di quar­ta ele­mentare costret­to su una sedia a rotelle per una grave for­ma di Artro­gri­posi mul­ti­pla, ha dovu­to rin­un­cia­re alla didat­ti­ca, a causa del­la inac­ces­si­bil­ità delle stazioni del­la metro A, pri­vate di scale mobili e ascen­sori, sot­to­posti da mesi a un eter­no col­lau­do. Dove­va recar­si al museo di Leonar­do da Vin­ci ma è sta­to pri­va­to del suo dirit­to alla didat­ti­ca”. Un prob­le­ma che affligge Roma da tem­po, il sis­tema dei trasporti che, se per uten­ti nor­mod­otati è soltan­to una sgrade­v­ole sec­ca­tu­ra, per i dis­abili come Amine si trasfor­ma in un serio imped­i­men­to alla vita comune. “Si trat­ta di un osta­co­lo alla mobil­ità, cos­ti­tuzional­mente garan­ti­ta – attac­ca anco­ra il pres­i­dente – per questo pre­sen­ter­e­mo querela nei con­fron­ti dell’azienda comu­nale dei trasporti e del­la stes­sa ammin­is­trazione capi­toli­na. Ė incon­cepi­bile che ben 5 stazioni di una impor­tante lin­ea met­ro­pol­i­tana siano bloc­cate da tali dis­gui­di men­tre le altre fun­zio­nano a inter­mit­ten­za. Per non par­lare dell’ultima arriva­ta, la lin­ea C, afflit­ta da con­tinui guasti men­tre la B da un mese sospende le corse alle 21 e, addirit­tura, res­ta chiusa nei fine set­ti­mana, per lavori di ammod­er­na­men­to. Vogliamo andare a fon­do del prob­le­ma”, chiosa Maritato.