Roma. PCI: Sonia Pecorilli, una lavoratrice alla guida della Regione Lazio. Domenica 22 a Tiburtino. Presentazione col segretario nazionale Mauro Alboresi

Roma. PCI: Sonia Pecorilli, una lavoratrice alla guida della Regione Lazio. Domenica 22 a Tiburtino. Presentazione col segretario nazionale Mauro Alboresi

19/01/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1205 volte!

Car­la Baroni, a sin­is­tra, Cristi­na Ben­venu­ti a destra e al cen­tro, la can­di­da­ta alla pres­i­den­za del­la Regione Lazio per il PCI, Sonia Pecorilli


Domeni­ca 22 gen­naio alle ore 10.30, nel quartiere popo­lare Tiburtino, a via del Fran­toio, 9 a Roma — pres­so il cir­co­lo Arci — il PCI, con i seg­re­tari delle Fed­er­azioni di Roma, Gia­co­mo De Ange­lis; di Frosi­none, Bruno Bar­bona; di Lati­na, Giampao­lo Milizia; di Viter­bo, Lui­gi Caria; di Rieti, Mar­co Luzi e il seg­re­tario regionale Oreste del­la Pos­ta, oltre a tut­ti i grup­pi diri­gen­ti region­ali e locali saran­no pre­sen­ti a questo impor­tante appun­ta­men­to di pre­sen­tazione del­la lavo­ra­trice Sonia Peco­ril­li e del mon­do del lavoro del­la Lista PCI.
Anche il grup­po diri­gente nazionale sarà pre­sente per sostenere questo impeg­no, guida­to dal seg­re­tario nazionale, Mau­ro Albore­si. Come ama ripetere Sonia Peco­ril­li, infer­miera che il PCI ha chiam­a­to ad essere gui­da in questo impeg­no politi­co elet­torale di ques­ta fase del­la sto­ria comu­nista e del­la regione: “ il nos­tro com­pi­to è inter­rompere la frat­tura cres­cente tra popo­lo e polit­i­ca, tra cit­tadi­no ed isti­tuzioni, tra il ” fuori e den­tro i palazzi ” che mina nelle fon­da­men­ta il sis­tema demo­c­ra­ti­co”. Aggiunge il seg­re­tario regionale Oreste del­la Pos­ta: “sti­amo com­pi­en­do la ricostruzione del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, orga­niz­zazione polit­i­ca di classe oggi nec­es­saria a rap­p­re­sentare i lavo­ra­tori e gli sfrut­tati perseguen­do fini di gius­tizia sociale. Questo stes­so impeg­no ci acco­mu­na a tan­ti, che abbi­amo già incon­tra­to nell’azione del­la rac­col­ta delle firme, molti dei quali non sosten­i­tori nos­tri, ma che vedono nel nos­tro prog­et­to, nel­la anal­isi di con­dan­na dei dan­ni e dis­as­tri per­pe­trati dalle destre, dal cen­trosin­is­tra e seg­nata­mente dalle espe­rien­ze di gov­er­no che ha vis­to insieme PD e M5S. Ques­ta stes­sa anal­isi con­di­visa — con­clude il diri­gente comu­nista — ris­er­va una gius­ta atten­zione, anche se non è anco­ra ade­sione, alla nos­tra pro­pos­ta polit­i­ca e al pro­gram­ma di gov­er­no qui nel­la Regione Lazio. Sulle ques­tioni del lavoro, come su quelle del­la san­ità, dell’ambiente, del dirit­to alla casa, del­la mobil­ità e del­la cul­tura.”. Le parole d’ordine scelte per sin­te­tiz­zare impeg­no sociale, pro­pos­ta polit­i­ca e ind­i­riz­zo del­la isti­tuzione da parte del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano sono:
“Una lavo­ra­trice alla gui­da del­la Regione Lazio, Sonia Pecorilli”;
e “Il mon­do del lavoro alla gui­da del­la Regione Lazio, la Lista PCI”.