Veronica Pivetti protagonista a Velletri con “Stanno sparando sulla nostra canzone”

Veronica Pivetti protagonista a Velletri con “Stanno sparando sulla nostra canzone”

17/01/2023 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 757 volte!

Veronica Pivetti protagonista al Teatro Artemisio-Volonté di Velletri con “Stanno sparando sulla nostra canzone”

Pros­egue fino al 24 Mar­zo 2023 la sta­gione d’ec­cel­len­za per i 130 anni del Teatro Artemi­sio Volon­té. Ven­erdì 27 gen­naio, alle ore 21, pro­tag­o­nista sarà Veron­i­ca Pivet­ti, con la com­me­dia “Stan­no sparan­do sul­la nos­tra can­zone”. Una gran­dis­si­ma inter­prete per il sec­on­do appun­ta­men­to dell’anno di una pro­gram­mazione var­ie­ga­ta ed entu­si­as­mante, pro­pos­ta in sin­er­gia tra la Fon­dazione di Parte­ci­pazione Arte & Cul­tura Cit­tà di Vel­letri, diret­ta da Gia­co­mo Zito, e ATCL, Cir­cuito mul­ti­dis­ci­pli­nare del Lazio sostenu­to dal MIC — Min­is­tero del­la Cul­tura e dal­la Regione Lazio con il patrocinio del Comune di Vel­letri e con la col­lab­o­razione del­la Fon­dazione De Cultura.

Siamo in Amer­i­ca, nei miti­ci anni ven­ti. Anni d’oro e ruggen­ti. I baci e gli abbrac­ci non sono più scon­sigliati, l’epidemia di spag­no­la un lon­tano ricor­do. In ogni pen­to­la, o qua­si, frigge quel che pas­sa il con­ven­to, ma anche una bel­la man­ci­a­ta di futuro fres­co e incon­t­a­m­i­na­to. Gli scam­pati corteggiano le sopravvis­sute. Le sopravvis­sute si dan­no alla paz­za gioia e san­no che la sper­an­za l’ultima a morire. Siamo in pieno proibizion­is­mo, la malavi­ta pros­pera e con essa un folto sot­to­bosco di spregiu­di­cati. Ques­ta l’atmosfera del­la nos­tra sto­ria accom­pa­g­na­ta dal­la con­tem­po­raneità di can­zoni fra le più note e trasci­nan­ti del­la musi­ca pop e rock. Pro­tag­o­nista di ques­ta black sto­ry, una sen­suale e spir­i­tosa Veron­i­ca Pivet­ti, in arte Jen­ny Tal­en­to, fio­ra­ia di fac­cia­ta ma, in realtà, ven­ditrice d’oppio by night, che finisce col cedere alle avances di un gio­vane e ines­per­to gio­ca­tore di pok­er, Nino Mis­e­ria. La voglia di risorg­ere, dopo gli anni del­la pan­demia, sof­fia sul­la pas­sione, e Jen­ny si las­cia trascinare in un mon­do per­du­to fat­to di malavi­ta, ses­so, amore e gelosia. Fino a quan­do il gang­ster più temu­to del­la cit­tà, Micky Malan­dri­no, un vision­ario dal mitra facile spac­cia­tore di sen­ti­men­ti e ten­tazioni, non pre­tende da lei la resti­tuzione di un vec­chio deb­ito con­trat­to dal suo amante. Dopo qualche resisten­za, la don­na cede, ma poi ci ripen­sa trasci­nan­do­ci all’epilogo, in una resa dei con­ti sala­ta e non più rin­vi­a­bile, con un finale in crescen­do decisa­mente esplo­si­vo. Uno spet­ta­co­lo incalzante dalle atmos­fere retrò, tra­volte e stra­volte da un alles­ti­men­to urban, spolver­a­to dai fumi col­orati delle strade di Man­hat­tan, da occhiali scuri, mitra, calze a rete, scin­tille e can­zoni. E dal­la travol­gente esuber­an­za di un mon­do risor­to alla vita.

Sono molte le pro­poste d’ec­cel­len­za che inten­dono fes­teggia­re i 130 anni di questo spazio teatrale decen­tral­iz­za­to e di val­ore che — sopravvis­su­to a un des­ti­no da super­me­r­ca­to — nel 1992 fu sostenu­to da Pao­lo Vil­lag­gio, Gian­ni Ame­lio, Giu­liano Mon­tal­do, Cit­to Masel­li, Francesco Rosi, Umber­to Eco, Mar­cel­lo Mas­troian­ni, Vit­to­rio Gassman e che sul pal­co vide alternar­si alcu­ni dei più gran­di nomi del teatro del Nove­cen­to. Per il 2022/2023 il Teatro ha avvi­a­to una sta­gione teatrale che lo rimette al cen­tro delle gran­di pro­gram­mazioni artis­tiche ital­iane. Dal 2012, anno in cui è tor­na­to oper­a­ti­vo, accos­ta il nome di Volon­té alla quel­lo del­la sua iden­tità stor­i­ca poiché il grande attore, mor­to nel 1994, si era molto spe­so per ved­erne soll­e­va­to il sipario. 

Dopo ques­ta imperdi­bile black sto­ry musi­cale di Gio­van­na Gra, inter­pre­ta­ta da Veron­i­ca Pivet­ti insieme a Cris­t­ian Ruiz e Bri­an Boc­cu­ni e con le musiche di Alessan­dro Nidi, sono tan­ti gli appun­ta­men­ti in pro­gram­ma. Il 3 feb­braio alle 21 fuori abbona­men­to con “Famiglia”, scrit­to e diret­to da Valenti­na Espos­i­to. Domeni­ca 26 feb­braio, ore 18.30, è invece di sce­na Gio­van­ni Sci­foni, con il monol­o­go “San­to Piacere. Dio è con­tento quan­do godo” per la regia di Vin­cen­zo Incen­zo e con i bal­li di Anis­sa Bertac­chini­ni. Doppia data nel mese suc­ces­si­vo: domeni­ca 12 mar­zo, ore 18.30, Agnese Fal­lon­goTiziano Caputo e Adri­ano Evan­ge­listi por­tano sul pal­co veliter­no “I Mez­za­li­ra. Pan­ni sporti frit­ti in casa” (di Agnese Fal­lon­go) per la regia di Raf­faele Latagli­a­ta. La chiusura di sta­gione è invece pre­vista per ven­erdì 24 mar­zo, ore 21.00, con Simone Cristic­chi e il “Par­adiso – dalle tene­bre alla luce” scrit­to dal­lo stes­so Cristic­chi – che cura anche la regia — con Man­fre­di Rutel­li e le musiche anco­ra di Simone Cristic­chi e Val­ter Sivillotti.

Bigli­et­ti Platea pri­mo set­tore intero 20 € + 2 € di pre­ven­di­ta — ridot­to 18 € + 2 € di pre­ven­di­ta Platea sec­on­do set­tore intero 18 € + 2 € di pre­ven­di­ta — ridot­to 16 € + 1,50 € di pre­ven­di­ta Gal­le­ria intero 15 € + 1,50 € di pre­ven­di­ta — ridot­to 13 € + 1,50 € di prevendita

Fuori abbona­men­to 3 feb­braio ore 21.00 “Famiglia” di Valenti­na Espos­i­to. Bigli­et­ti: Platea intero 15 € + 1,50 € — ridot­to 13 € + 1,50 €.

Pre­ven­dite su il Bigli­et­to tel. 06 96142750 Via Eduar­do De Fil­ip­po 99, Vel­letri (RM) aper­to dal lunedì al saba­to 8.30–13/16–19.45. Info e con­tat­ti: www.fondarc.it — www.atcllazio.it