“Kindeswohl, il bene del bambino”: anteprima evento del film d’inchiesta il 20 gennaio al Cinema Farnese di Roma

19/01/2023 0 Di Simone Bartoli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 531 volte!

“KINDESWOHL, il bene del bam­bi­no” è un film di impeg­no civile, inter­pre­ta­to da Livia Boni­fazi, che riper­corre, attra­ver­so anni di inchi­es­ta doc­u­men­ta­ta, la vicen­da reale di Marinel­la Colom­bo, para­dos­salmente al cen­tro di un assur­do caso inter­nazionale di rapi­men­to dei suoi stes­si figli.

Tut­to inizia in Ger­ma­nia, dove esiste un ente chiam­a­to Jugen­damt, let­teral­mente ammin­is­trazione per la gioven­tù. Lo Jugen­damt è di fat­to un ente di sorveg­lian­za e di con­trol­lo sul­la famiglia e sui minori, e fa in modo che i figli di cop­pie bi-nazion­ali che si sep­a­ra­no, vengano sem­pre affi­dati al gen­i­tore tedesco, che nes­suno di questi bam­bi­ni las­ci la Ger­ma­nia, che i dirit­ti gen­i­to­ri­ali non vengano mai dati al gen­i­tore straniero e che i con­tat­ti tra il gen­i­tore straniero e suo figlio siano resi sem­pre più dif­fi­cili fino ad arrivare a cancellarli.

Lo Jugen­damt, più volte riconosci­u­to colpev­ole per aver vio­la­to i dirit­ti fon­da­men­tali dell’uomo, è al cen­tro dell’indagine. La vicen­da ruo­ta quin­di intorno all’interrogativo di cosa sia dis­pos­ta a fare una madre per pot­er riab­brac­cia­re suo figlio anche solo per un momen­to, dopo che le è sta­to por­ta­to via.

In una stan­za nel carcere di San Vit­tore a Milano, si affrontano Marinel­la Colom­bo, accusa­ta di aver rapi­to i suoi stes­si figli, e il procu­ra­tore che ha l’obiettivo di far­si dire dove li tiene nascosti. In quest’ultimo inter­roga­to­rio, Marinel­la riper­corre i suoi anni in balia del sis­tema tedesco e la sua battaglia con­tro lo Jugen­damt che le ha sot­trat­to i figli. Denun­cian­do questo dram­ma inqui­etante e sor­pren­den­te­mente dif­fu­so, anco­ra vivo nel cuore dell’Europa.

L’interrogativo che sorge è: come mai non ne sape­va­mo niente?

Il film ver­rà pre­sen­ta­to e proi­et­ta­to in antepri­ma ven­erdì 20 gen­naio alle ore 21.30 al Cin­e­ma Far­nese di Roma (Piaz­za Cam­po de’ Fiori).

Intro­dur­rà il film la scrit­trice e gior­nal­ista Lau­ra Del­li Col­li, saran­no pre­sen­ti in sala l’eclettica pro­tag­o­nista Livia Boni­fazi, Marinel­la Colom­bo, gli avvo­cati che han­no segui­to il suo caso (Lau­ra Cos­sar e Irene Margheri­ta Gonnel­li), il pres­i­dente del Nuo­vo Imaie Andrea Mic­ci­chè, il cast del film, i pro­dut­tori Riccar­do Brun, Pao­lo Ros­set­ti, Francesco Sicil­iano e il reg­ista Fran­co Angeli.

“KINDESWOHL, il bene del bam­bi­no”, pre­sen­ta­to da Pana­mafilm, è un film di Fran­co Angeli, con Gio­van­ni Guardiano e Mario Patanè. Prog­et­to ideato da Livia Boni­fazi che ha anche cura­to l’inchiesta insieme a Fab­rizio Pat­ti e Fran­co Angeli.

Prodot­to da Francesco Sicil­iano, Pao­lo Ros­set­ti e Ric­car­do Brun.

Even­to Spe­ciale fuori con­cor­so al Bif&st Bari Inter­na­tion­al Film&TV Fes­ti­val 2022.

TRAILER  https://www.youtube.com/watch?v=Hd86TmlN_B8

Pre­ven­di­ta sul sito del cin­e­ma https://www.cinemafarnese.it/