Roma. PCI Lazio: la candidata alla Presidenza della Regione è Sonia Pecorilli

Roma. PCI Lazio: la candidata alla Presidenza della Regione è Sonia Pecorilli

05/12/2022 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3058 volte!

Scor­cio del­l’assem­blea al Tiburtino­Pren­esti­no nel­la quale è sta­ta uff­cial­iz­za­ta da parte del PCI Lazio la can­di­datu­ra come pres­i­dente del­la regione Sonia Pecorilli


Sonia Peco­ril­li è la can­di­da­ta del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano alla pres­i­den­za del­la Regione Lazio. La can­di­datu­ra è sta­ta annun­ci­a­ta domeni­ca nell’ambito dell’iniziativa “Pau­ra non abbi­amo, la lot­ta è don­na!” orga­niz­za­ta a Roma, nel quartiere Tiburtino, dal­la locale sezione del PCI . Chi è: Sonia Peco­ril­li ha 52 anni. È nata a Lati­na e abi­ta a Ser­mon­e­ta dove è con­sigliera comu­nale per il PCI e capogrup­po con­sil­iare e con­sigliere del­e­ga­to (già asses­sore) alla pub­bli­ca istruzione e san­ità. Infer­miera al San­ta Maria Goret­ti di Lati­na, con­sigliere dell’ordine delle pro­fes­sioni infer­mieris­tiche di Lati­na, da sem­pre impeg­na­ta sin­da­cal­mente, Peco­ril­li è rap­p­re­sen­tante sin­da­cale uni­taria e rap­p­re­sen­tante lavo­ra­tori per la sicurez­za. “La sicurez­za sul pos­to di lavoro è per me una ques­tione impor­tan­tis­si­ma – dichiara – e sarà cen­trale nel­la nos­tra cam­pagna elet­torale”. Già dalle prime dichiarazioni sono emer­si gli altri temi che ver­ran­no spec­i­fi­cati nei prossi­mi giorni, con pro­poste con­crete e istanze prove­ni­en­ti da tut­ti i ter­ri­tori del­la regione: l’impegno per la pace, la san­ità, i gio­vani, il lavoro, il ruo­lo delle donne nel­la polit­i­ca e nel­la soci­età, l’ambiente. “Chiedo ai cit­ta­di­ni e alle cit­ta­dine di parte­ci­pare alla stesura del nos­tro pro­gram­ma per la Regione Lazio, incon­tran­do­ci nelle nos­tre sezioni ter­ri­to­ri­ali o scriven­do­ci a pcifederazionedilatina@gmail.com, per­chè chi vive quo­tid­i­ana­mente nei ter­ri­tori ci può dare una mano a conoscere le crit­ic­ità e a elab­o­rare un pro­gram­ma a misura del­la col­let­tiv­ità”. Com­po­nente del Comi­ta­to Cen­trale del PCI, Sonia Peco­ril­li è seg­re­taria provin­ciale del­la fed­er­azione di Lati­na del PCI e, da lavo­ra­trice, ha deciso di ripren­dere gli stu­di: è al sec­on­do anno di scien­ze politiche — relazioni internazionali.

Il seg­re­tario regionale del PCI Lazio Oreste del­la Pos­ta, con Cristi­na Cir­il­lo, a sin­is­tra, pres­i­dente del Comi­ta­to Cen­trale PCI, e Car­la Baroni, del­la Seg­rete­ria nazionale del Partito


“Nel­la sin­is­tra – ha dichiara­to durante la man­i­fes­tazione Peco­ril­li – è arriva­to il tem­po di elim­inare il per­son­al­is­mo. Noi inten­di­amo rispon­dere al bisog­no di pot­er­si riconoscere in un par­ti­to, e non in avven­ture di lead­er­ship per­son­ali. All’interno di inizia­tive parte­ci­pate, in un con­fron­to aper­to e demo­c­ra­ti­co, e al tem­po stes­so fieri delle nos­tre idee di reale cam­bi­a­men­to del­la soci­età. Sare­mo impeg­nati nelle prossime set­ti­mane nel­la rac­col­ta delle firme nec­es­sarie alla can­di­datu­ra in tut­ta la regione. Sono fiera di pot­er dire che la ricostruzione del par­ti­to comu­nista ital­iano è anche don­na!”. Nonos­tante le diverse defezioni a causa del Covid, il mal­tem­po e il bloc­co del traf­fi­co, le com­pagne e i com­pag­ni, i sim­pa­tiz­zan­ti e gli ami­ci non han­no rin­un­ci­a­to all’ impor­tante inizia­ti­va del PCI orga­niz­za­ta dal­la sezione Tiburtina Pren­esti­na: Pau­ra non abbi­amo. La lot­ta è don­na! La sala del cir­co­lo “ Con­cet­to March­esi ” ha ospi­ta­to cir­ca una set­tan­ti­na di per­sone! “Dopo il pran­zo popo­lare — rac­con­ta uno dei diri­gen­ti del­la sezione — abbi­amo assis­ti­to ad un inter­es­san­tis­si­mo dibat­ti­to aper­to dal salu­to del seg­re­tario Alessio Bac­chi del­la neo sezione PCI di Roma Nord. Poi spazio alle com­pagne. È inter­venu­ta per pri­ma la com­pagna Maria Car­la Baroni dell’ Assem­blea donne comu­niste (A.do.c) e del­la Seg­rete­ria Nazionale PCI. Orgogliosi, abbi­amo ascolta­to il salu­to e l’ augu­rio di rius­ci­ta dell’ impor­tante even­to, da parte del­la con­sigliera polit­i­ca dell’ ambas­ci­a­ta cubana Clau­dia Mor­gade, che si è det­ta dispiaci­u­ta per non pot­er essere tra di noi! Par­ti­co­lar­mente appas­sion­ati gli inter­ven­ti del­la gio­vane rap­p­re­sen­tante palesti­nese di Roma e Lazio Maja Issa e di Rita di Fazio, opera­ia Fiat Cassi­no del­e­ga­ta Flmu. È sta­to poi il turno del­la com­pagna Cristi­na Cir­il­lo, pres­i­dente del comi­ta­to cen­trale PCI ed infine abbi­amo annun­ci­a­to la can­di­da­ta pres­i­dente alle region­ali Lazio del PCI. La com­pagna del­la sezione Tiburtina Pren­esti­na è sta­ta orgogliosa di pre­sentar­ci la can­di­da­ta Sonia Peco­ril­li, — con­cludono dal­la sezione — par­ti­co­lar­mente emozion­a­to il suo inter­ven­to. Tut­ti i parte­ci­pan­ti ci han­no tenu­to a trasmet­tere il calore e la forza alla com­pagna Sonia, impeg­na­ta in pri­ma per­sona in questo lavoro che ci vede tut­ti parte­cipi a rag­giun­gere, per pri­mo, l’ obi­et­ti­vo del rag­giung­i­men­to delle firme per la pre­sen­tazione del sim­bo­lo sul­la sche­da elet­torale. Il raf­forza­men­to del Par­ti­to a Roma pros­egue nel seg­no e nel sol­co del­la Sto­ria dei Comu­nisti d’ Italia: al fian­co delle clas­si popo­lari, per la lot­ta per il Socialismo!” .

Car­la Baroni, a sin­is­tra, Cristi­na Ben­venu­ti a destra e al cen­tro, la can­di­da­ta alla pres­i­den­za del­la Regione Lazio per il PCI, Sonia Pecorilli


Dal can­to suo, Oreste del­la Pos­ta, seg­re­tario regionale del Par­ti­to, ha sot­to­lin­eato: “Siamo feli­ci che ques­ta gio­vane diri­gente abbia accetta­to la pro­pos­ta avan­za­ta da tan­ta parte del Par­ti­to. Non solo, abbi­amo imme­di­ata­mente riscon­tra­to un sosteg­no a ques­ta indi­cazione den­tro e fuori il nos­tro Par­ti­to. Ciò deno­ta la bon­tà del­la pro­pos­ta, ma anche la qual­ità per­son­ale del la com­pagna Peco­ril­li riconosci­u­ta tra molti cit­ta­di­ni che l’hanno vista in azione, e i lavo­ra­tori e l’associazionismo a cui ded­i­ca tan­ta atten­zione, han­no ben com­pre­so che è di qua che pas­sa la ricer­ca delle giuste rap­p­re­sen­tanze per la Regione. Infat­ti — ha con­clu­so il diri­gente comu­nista — non ser­vono i soli­ti noti e i soli­ti par­ti­ti abbar­bi­cati alle poltrone! Occorre che quel­li che han­no causato dan­ni, nel cen­trode­stra e nel cen­trosin­is­tra, inclu­so il M5S, al gov­er­no del­la Regione Lazio abbiano, ora, almeno in Con­siglio Regionale chi li con­trol­li, li sti­moli dal­la parte dei più deboli e rap­p­re­sen­ti insom­ma i ceti popo­lari e del lavoro. Noi questo impeg­no a sosteg­no di Sonia Peco­ril­li lo met­ti­amo a Roma come in tutte le realtà provin­ciali region­ali. Chiedi­amo a tut­ti i sin­ceri uomi­ni e donne del­la sin­is­tra e ai cit­ta­di­ni e demo­c­ra­ti­ci di favorire ques­ta scelta”.