Torna il Med Film Festival, a Roma dal 3 al 13 novembre

Torna il Med Film Festival, a Roma dal 3 al 13 novembre

04/11/2022 0 Di Simone Bartoli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 585 volte!

Undi­ci giorni con 65 film, incon­tri, mas­ter­class, ed even­ti ded­i­cati alle cin­e­matografie del Mediterraneo

Tor­na, dal 3 al 13 novem­bre, il Med Film Fes­ti­val, il pri­mo fes­ti­val ital­iano ded­i­ca­to alle cin­e­matografie del Mediter­ra­neo. L’evento, ideato da Ginel­la Voc­ca e giun­to alla 28^ edi­zione, pro­pone ben 65 film, insieme a meet­ing pro­fes­sion­ali, incon­tri con gli autori, mas­ter­class ed even­ti let­ter­ari. Il tut­to ha come pro­tag­o­nista il Mediter­ra­neo, con la sua cin­e­matografia vitale, la sua iden­tità sfac­cetta­ta, le lotte e i sog­ni di chi abi­ta tutte le sue sponde cul­tur­ali da nord a sud, il mix di energie che lo caratterizza.

Le loca­tion dell’edizione 2022 del­la ker­messe sono il Cin­e­ma Savoy, il MACRO e la Casa delle Let­ter­a­ture, men­tre su ITsART (la piattafor­ma stream­ing ded­i­ca­ta all’arte e alla cul­tura ital­iana, pro­mossa dal Min­is­tero del­la Cul­tura) sarà pos­si­bile trovare appro­fondi­men­ti e, in esclu­si­va gra­tui­ta una spe­ciale selezione di cor­ti e documentari.

Per la pri­ma vol­ta anche Rai Movie (il canale del­la Rai intera­mente ded­i­ca­to al cin­e­ma), è part­ner del Med­Film Fes­ti­val a cui dedicherà un servizio all’interno del mag­a­zine “MovieMag”, in onda mer­coledì 9 novem­bre in sec­on­da ser­a­ta, con inter­viste e appro­fondi­men­ti su ospi­ti e film in pro­gram­ma al Festival.

Il Con­cor­so Uffi­ciale – Pre­mio Amore & Psiche vede la parte­ci­pazione di 8 film, in rap­p­re­sen­tan­za di 7 Pae­si. Una selezione che guar­da frontal­mente ai temi cru­ciali del tem­po pre­sente, den­tro i tabù, illu­mi­nan­do zone d’ombra, muoven­dosi con cor­ag­gio nel­la com­p­lessità del presente.

Le ambi­gu­i­tà e l’omertà dei sis­te­mi di potere sono al cen­tro di “Burn­ing Days” di Emin Alper e “Ashkal” di Youssef Cheb­bi, per citarne due: un thriller dal­la scrit­tura di fer­ro ambi­en­ta­to in Ana­to­lia il pri­mo, un noir dal­la costruzione visual­mente spi­az­zante tra gli edi­fi­ci vuoti di Tunisi il sec­on­do. Altri due film del­la selezione sono can­di­dati all’Oscar come Miglior Film Straniero per i loro Pae­si : “Le Bleu du Caf­tan” per il Maroc­co e “Under the Fig Trees” per la Tunisia.

Per il Con­cor­so Inter­nazionale Cor­tome­trag­gi – Pre­mio Methex­is e Pre­mio Cer­vantes Roma, sono 15 i film in com­pe­tizione, prove­ni­en­ti da 14 Pae­si dell’area euromediterranea.

Anche la sezione fuori con­cor­so pre­sen­ta opere molto inter­es­san­ti, così come la sezione “Per­le”, con 9 film ded­i­cati al cin­e­ma ital­iano indipendente.

Il Fes­ti­val pro­pone inoltre delle sezioni pecu­liari per i temi trat­tati: da “Voci dal carcere” – Prog­et­to Methex­ix (con film spe­ciali, real­iz­za­ti all’interno degli Isti­tu­ti di pena ital­iani, da e con i detenu­ti), a “Sguar­di dal futuro” — Prog­et­to Methex­ix (che rac­coglie i lavori di diplo­ma dei 13 stu­den­ti mem­bri del­la giuria Methex­is, prove­ni­en­ti dalle scuole di cin­e­ma di Italia, Alba­nia, Fran­cia, Gre­cia, Israele, Libano, Maroc­co, Slove­nia, Tunisia, Turchia, per sco­prire insieme i tal­en­ti di domani).

Pre­visti anche even­ti spe­ciali ed impor­tan­ti riconosci­men­ti, quali il Pre­mio alla Car­ri­era con­seg­na­to all’attrice Lub­na Aza­bal, e il Pre­mio Koinè 2022 a Bar­bara Schi­avul­li, gior­nal­ista cor­rispon­dente di guer­ra e scrittrice.

Vedi il pro­gram­ma completo

Uno sguar­do a tut­ti i film del festival