Ostia Film Festival Italiano 2022: premiati Carlotta Proietti, Enzo Salvi e altri artisti nella kermesse dedicata a cinema, musica, teatro e sociale

11/10/2022 0 Di Simone Bartoli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 366 volte!

Cala il sipario sul­la terza edi­zione di OFFI – Ostia Film Fes­ti­val Ital­iano, la rasseg­na ded­i­ca­ta al cin­e­ma, alla musi­ca, alle donne nell’arte, al sociale, ai gran­di del pas­sato, ai nuovi tal­en­ti, al teatro ed alla cul­tura, svoltasi al Teatro del Lido dal 5 al 7 ottobre.

La ker­messe, con la direzione artis­ti­ca di Francesca Pig­gianel­li, con­dot­ta da Mas­si­mo Zam­poni, ha pro­pos­to tre ser­ate ric­che di emozioni e pub­bli­co, con proiezioni, pre­mi­azioni, incon­tri spe­ciali e la Fes­ta con­clu­si­va del Roma Video­clip Indie.

Pro­prio da qui si è par­ti­ti, il 5 otto­bre, con una friz­zante ser­a­ta sold out ded­i­ca­ta al con­cor­so dei video­clip di etichette indipen­den­ti, la quale ha rap­p­re­sen­ta­to anche la chiusura ide­ale dell’edizione 2022 del Pre­mio Roma Video­clip, che da 19 anni unisce cin­e­ma e musi­ca val­oriz­zan­do ques­ta for­ma d’arte rac­chiusa in un micro­film di pochi minu­ti. Nell’evento sono sta­ti asseg­nati i Pre­mi spe­ciali, con la pre­sen­za da parte degli artisti, reg­isti e pro­dut­tori prove­ni­en­ti da tut­ta Italia, i riconosci­men­ti del­la Direzione del Fes­ti­val, il pre­mio del pub­bli­co, i pre­mi Terza pag­i­na Mag­a­zine, SIAE, Cinecit­tà Panalight, e inoltre i numerosi pre­mi delle radio: Radio Godot, Radio San­re­mo Web, Radio Base Canarie.

Nel sec­on­do appun­ta­men­to, un’al­tra ser­a­ta impor­tante ded­i­ca­ta ai gran­di del pas­sato, al Cin­e­ma dietro le quinte, alle donne nell’arte, ai nuovi reg­isti e tal­en­ti, con proiezione di trail­er, clip, cort

ome­trag­gi, la pre­sen­za di artisti, reg­isti, scrit­tori, ed incon­tri con ospi­ti d’eccezione.

Un momen­to molto emozio­nante è sta­to l’ingresso sul pal­co di Car­lot­ta Proi­et­ti, accol­ta con un grande applau­so e pre­mi­a­ta per la sua bravu­ra, tal­en­to, per le sue moltepli­ci attiv­ità e per l’omaggio a Pier Pao­lo Pasoli­ni, gra­zie all’interpretazione del bra­no “Il valz­er del­la top­pa” scrit­to dal poeta stes­so. Car­lot­ta, felice e com­mossa per il riconosci­men­to, ha chiam­a­to sul pal­co anche la mam­ma Dilet­ta Proi­et­ti, dichiaran­do che è sta­ta un’eccezione la pre­sen­za di quest’ultima sul pal­co, cosa che ha sus­ci­ta­to una vis­i­bile emozione.

Per l’omaggio ai cen­to anni di Pier Pao­lo Pasoli­ni è sta­to pre­sen­ta­to, in antepri­ma, il libro di Michel Emi Mar­i­ta­to “La fine del diverso”.

A seguire, incon­tro e pre­mio per alcu­ni tal­en­tu­osi reg­isti pre­sen­ti: Simone Amen­dola con il pro­dut­tore Cris­tiano Sebas­tianel­li per l’opera “Nes­sun nome nei titoli di coda”, il reg­ista Ciro Formisano per “L’altro buio in sala”. Era inoltre pre­sente il reg­ista, attore e sceneg­gia­tore Chris­t­ian Marazz­i­ti, pre­mi­a­to per il doc­u­men­tario “Covid-19 Il virus del­la pau­ra”, e per il cor­tome­trag­gio “Ami­ci di sem­pre”, cor­tome­trag­gio che ha por­ta­to sul pal­co anche uno dei pro­tag­o­nisti, Dario Bandiera. Per con­clud­ere, il video­clip “Obliv­ion”, con la pre­sen­za del­la nota pianista e com­positrice ita­lo-argenti­na Natalia Pavi­o­lo, che ha rice­vu­to un pre­mio spe­ciale di cin­e­ma e musica.

Pri­ma di scen­dere dal pal­co per i salu­ti, Dario Bandiera ha intrat­tenu­to il pub­bli­co con bat­tute diver­ten­ti evi­den­zian­do la sua bravu­ra e spon­tanea ironia.

Nell’ultima ser­a­ta ci sono sta­ti riconosci­men­ti spe­ciali a Dario D’Ambrosi, cre­atore del movi­men­to teatrale chiam­a­to “Teatro Pato­logi­co”, riv­olto a ragazzi con dis­abil­ità fisiche e psichiche, e al reg­ista Simone Lupi per il cor­tome­trag­gio “Io sono un po’ mat­to e tu?”. Pre­mi spe­ciali anche a due cor­tome­trag­gi sociali, “Red Mar­ket” di Wal­ter Nico­let­ti sul tema inter­nazionale sul traf­fi­co degli organi e giochi d’azzardo, ed a Mirella di Kas­sim Yassin Saleh, che trat­ta il tema del­la dis­abil­ità. A seguire è sta­to proi­et­ta­to il video­clip “Car­rozzel­la romana” di Rodol­fo Laganà (regia di Gio­van­ni Pir­ri), un video­clip iron­i­co con un tema sociale a lui caro, emozio­nan­do il pub­bli­co con un video salu­to. Pre­mi­a­to anche Enzo Salvi per le sue attiv­ità artis­tiche e sociali, felice del riconosci­men­to pro­prio nel­la sua Ostia. Un gran finale in omag­gio alle donne nell’arte, cin­e­ma e musi­ca, con pre­mi asseg­nati a Livia Boni­fazi, Cris­tiana Ciac­ci del­la Lit­tle Tony Band e Daniela Giordano.

L’OFFI – Ostia Film Fes­ti­val Ital­iano è patro­ci­na­to dal­la Regione Lazio, dal­la Direzione SIAE, ha il Patrocinio e Sup­por­to di Roma Lazio Film Com­mis­sion e di Cinecit­tà Panalight e il “riconosci­men­to del­la Direzione Gen­erale Cin­e­ma e Audio­vi­si­vo del Min­is­tero del­la Cultura”.

Spe­ciali ringrazi­a­men­ti van­no a: Teatro del Lido di Ostia, Agnese Bran­ca di Romarteven­ti, Mas­si­m­il­iano Mam­bor, Car­lo Senes, Mar­co Aceti, Simone Petralia, Emil­iano Mar­sili, Mar­ti­na Zar­al­li. Il Comi­ta­to d’Onore è com­pos­to da: Elet­tra Fer­raù, Giampi­etro Preziosa, Luca Ver­done, Save­rio Val­lone, Fab­rizio Paci­fi­ci. Gli Spon­sor: Pre­mi Bran­ca, Petrone Anti­ca Dis­til­le­ria, Chiara Cori­cel­li (amm. del­e­ga­to di Pietro Cori­cel­li S.p.a), Stap­pan­do eno­cul­tura, Stu­dio Erca&Partners, Marin­au­to Ostia, Artemisia Lab, Frimm immo­bil­iare, Canale10, Terza Pag­i­na Mag­a­zine, Osti­aTV, Mat­teo Vari e Ste­fano Por­ro, OST friend­ly food and drink One long bar, Gus­to Glam restau­rant, e tut­ti col­oro che han­no con­tribuito alla real­iz­zazione di ques­ta edizione.