Marino/S. Maria delle Mole. Bibliopop, sabato 2 marzo: che sodalizio (Fra Sorrentino/Onofrio) con “Polvere”!

Marino/S. Maria delle Mole. Bibliopop, sabato 2 marzo: che sodalizio (Fra Sorrentino/Onofrio) con “Polvere”!

24/02/2024 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1515 volte!

Il gio­vane rap­per Fra’ Sor­renti­no, con breve esi­bizione alla con­feren­za stam­pa del lan­cio del­la terza edi­zione del Pre­mio Moby Dick Grup­po H24; Francesco Sor­renti­no è anche com­po­nente la giuria Poe­sia

Saba­to 2 mar­zo, a par­tire dalle ore 18, Bib­liopop sarà teatro di un sodal­izio artis­ti­co molto inter­es­sante: quel­lo tra Mar­co Onofrio, il noto scrit­tore romano nat­u­ral­iz­za­to mari­nese (anche se da qualche tem­po, dopo 17 anni, è tor­na­to a vivere a Grotta­fer­ra­ta), e un altro mari­nese, di orig­i­ni cam­pane, il gio­vane rap­per emer­gente Fra’ Sor­renti­no, che recen­te­mente ha cat­tura­to l’attenzione di Rosario Fiorel­lo a “Viva Rai 2” e che, anche gra­zie alla pro­duzione di Mat­teo Gab­bianel­li dei Kut­so, spera di seguire presto le orme de Il Tre, altro rap­per mari­nese sul­la cres­ta dell’onda. Onofrio e Fra’ Sor­renti­no, mal­gra­do la notev­ole dif­feren­za d’età (lo scrit­tore 53 anni, il rap­per 22), si trovano a mer­av­iglia nel­la per­for­mance poet­i­co-musi­cale che pro­por­ran­no saba­to prossi­mo: POLVERE. Al pun­to di aver com­pos­to un rap insieme, dall’omonimo tito­lo, che eseguiran­no all’inizio del­la ser­a­ta. La quale, di fat­to, con­sis­terà nel­la fusione dei rap di Fra’ Sor­renti­no con i vibran­ti ver­si di “civile indig­nazione” scrit­ti da Onofrio sedi­ci anni fa, all’alba del­la grande reces­sione lega­ta alla crisi dei sub­prime, e più volte recitati pub­bli­ca­mente, dal­lo stes­so autore o da attori, pri­ma con il tito­lo “Empo­ri­um”, poi “La cenere dei Sog­ni” (uni­ta­mente alle can­zoni di Vale­rio “Saman” Mat­tei), infine POLVERE, appun­to con Fra’ Sor­renti­no. I rap di quest’ultimo si inte­gra­no molto bene con il testo di Onofrio, poiché han­no una implici­ta vocazione sociale di denun­cia dei prob­le­mi e dei malesseri con­tem­po­ranei.

Mar­co Onofrio e Fra’ Sor­renti­no


La pri­ma del­lo spet­ta­co­lo ha avu­to luo­go con suc­ces­so lo scor­so 6 otto­bre a Muc­cia, nelle Marche, in occa­sione del “Fes­ti­val Poet­i­co delle Visioni”, ideato e orga­niz­za­to dal­lo stes­so Onofrio. Nes­suno sape­va che poche ore dopo, con l’attacco ter­ror­is­ti­co di Hamas, sarebbe com­in­ci­a­to l’ennesimo capi­to­lo del san­guinoso con­flit­to arabo-israeliano che tut­to­ra scuote le nos­tre coscien­ze e ali­men­ta le nos­tre pre­oc­cu­pazioni. Pro­prio la med­i­tazione sui mec­ca­n­is­mi del­la sto­ria e del­la guer­ra, cen­trale nei ver­si di Onofrio e, più indi­ret­ta­mente, nei rap di Fra’ Sor­renti­no, fungerà da aprip­ista per il momen­to con­clu­si­vo del­la ser­a­ta, con l’intervento di infor­mazione e rif­les­sione garan­ti­to da Farag Zyoud, del Con­siglio Nazionale Palesti­nese per incon­tri inter­nazion­ali oggi in Italia. Un modo per dire tut­ti quan­ti insieme, con forza, stop ai con­flit­ti armati e via lib­era alla gius­tizia, da cui sola può nascere una pace duratu­ra.

Pales­tine flag Rib­bon — Vec­tor Stock Illus­tra­tion


Related Images: