Marino. S. Maria delle Mole. A Bibliopop: Pallocca: Presentazione molto intensa e ben riuscita quella proposta sabato scorso a Bibliopop

Marino. S. Maria delle Mole. A Bibliopop: Pallocca: Presentazione molto intensa e ben riuscita quella proposta sabato scorso a Bibliopop

21/11/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 933 volte!

Da sin­is­tra: il gior­nal­ista e scrit­tore Rober­to Pal­loc­ca pre­sen­ta “Come piog­gia sot­tile”; al cen­tro l’au­tore Rober­to De Luca, e Rita Atcan­gelet­ti che ha let­to brani del roman­zo


E’ sta­to saba­to scor­so. A Bib­liopop. Abbi­amo chiesto allo scrit­tore e gior­nal­ista Rober­to Pal­loc­ca la cronaca let­ter­aria dell’evento. Ben volen­tieri ci ha det­to: “La chi­ac­chier­a­ta, sca­tu­ri­ta dal roman­zo di Rober­to De Luca “Come piog­gia sot­tile”, è sta­ta infor­male ma ha sfio­ra­to tan­tis­si­mi temi impor­tan­ti come l’amore non cor­rispos­to, la pau­ra di crescere, e quel che suc­cede, in certe sta­gioni del­la vita, quan­do il tim­o­re del futuro rischia di par­al­iz­zare il pre­sente e ren­der­lo ster­ile. La sto­ria del­la rin­cor­sa amorosa di Lui­gi, che viag­gia fino a Pra­ga con lo scapes­tra­to Patrizio, per cer­care di ricon­quistare l’amica Ori­et­ta di cui si sor­prende innamora­to, diven­ta occa­sione di rif­les­sione sul­la con­dizione lavo­ra­ti­va dei gio­vani, sui loro sog­ni, sui loro obi­et­tivi, sui ten­ta­tivi di felic­ità. — pros­egue Pal­loc­ca — L’autore De Luca è sta­to al gio­co e ha rispos­to con gar­bo e diver­ti­men­to alle domande incalzan­ti, che han­no riper­cor­so la tra­ma del roman­zo cer­can­do di chiarire l’idea da cui l’opera ha pre­so vita. De Luca ha con­fes­sato, alla fine, che, in qualche modo, la sto­ria di Lui­gi riguar­da la sua vita, le sue espe­rien­ze, il suo pas­sato. E Lui­gi è un suo alter ego che è rius­ci­to a fare quel che lui non ha fat­to. Cer­can­do di punger­lo là dove sem­bra­va più indife­so, per tirar­gli fuori aned­doti e indiscrezioni,coi quali ho intrat­tenu­to un pub­bli­co inter­es­sato e partecipe. — con­clu­den­do l’aderentissima cronaca il gior­nal­ista scrit­tore affer­ma — Il bel roman­zo di De Luca si è presta­to a delle let­ture trasver­sali diven­tan­do anche preziosa occa­sione – e non pote­va che essere così per una sto­ria ambi­en­ta­ta nel­la Pra­ga kafkiana – per un con­fron­to sul ruo­lo del padre, sull’importanza del rifer­i­men­to pater­no per i figli e su cosa può suc­cedere quan­do questo viene meno.”. Grade­volis­sime le let­ture che Rita Arcan­gelet­ti ha offer­to ai pre­sen­ti sceglien­dole nel testo.

Related Images: