Cereali, Confeuro: “Bene più dazi su grano Russia e Bielorussia. Ora anche Turchia” 

Cereali, Confeuro: “Bene più dazi su grano Russia e Bielorussia. Ora anche Turchia” 

06/06/2024 1 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 420 volte!

“Con­feu­ro giu­di­ca molto pos­i­ti­va­mente la recente scelta dei min­istri dell’Unione Euro­pea di aumentare i dazi a liv­el­lo europeo sulle impor­tazioni di prodot­ti agri­coli dal­la Rus­sia e dal­la Bielorus­sia, a par­tire dal pri­mo luglio. Una deci­sione polit­i­ca di buon­sen­so, che la nos­tra con­fed­er­azione aus­pi­ca­va e richiede­va già da tem­po al fine di fron­teggia­re la crisi di red­di­tiv­ità del set­tore cere­al­i­co­lo, dovu­to appun­to all’arrivo di gra­no extra europeo, che sta facen­do crol­lare i prezzi di mer­ca­to e pone seri dub­bi sul­la tutela del­la sicurez­za ali­menta­re e la qual­ità dei cibi. Una realtà pre­oc­cu­pante e peri­colosa, che deve essere con­trasta­ta con anco­ra mag­gior cor­ag­gio dalle isti­tuzioni com­pe­ten­ti. In tal sen­so, Con­feu­ro pro­pone con forza di esten­dere i dazi anche sul gra­no prove­niente dal­la Turchia, che potrebbe rap­p­re­sentare una vera e pro­pria minac­cia per la salute pub­bli­ca e per l’economia agri­co­la ital­iana e con­ti­nen­tale. Ma non solo con­trol­li e sanzioni. Al con­tem­po, reputi­amo che il nos­tro paese, sopratut­to per quan­to riguar­da il gra­no duro – dove è in atto una forte spec­u­lazione da parte di Turchia e Rus­sia – abbia il dovere di pro­muo­vere una pro­ce­du­ra di autono­mia dalle impor­tazioni, pun­tan­do subito a imple­mentare la pro­duzione cere­al­i­co­la, anche attra­ver­so la cab­i­na di regia del min­is­tero com­pe­tente così da garan­tire ai nos­tri pro­dut­tori il gius­to riconosci­men­to eco­nom­i­co e, al con­tem­po, una qual­ità del­la pro­duzione cer­ta e cer­ti­fi­ca­ta”.
 Così, in una nota stam­pa, Andrea Tiso, pres­i­dente nazionale Con­feu­ro, la Con­fed­er­azione degli Agri­coltori Europei e del Mon­do.

Related Images: