Parcheggi pubblici, dalla Regione Toscana contributi ai Comuni

Parcheggi pubblici, dalla Regione Toscana contributi ai Comuni

24/02/2024 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 616 volte!

Parcheg­gi pub­bli­ci, dal­la Regione Toscana con­tribu­ti ai Comu­ni per real­iz­zarli. Ok del­la Giun­ta

Scrit­to da Loren­za Beren­go, saba­to 24 feb­braio 2024 alle 12:30

Real­iz­zare parcheg­gi pub­bli­ci per decon­ges­tionare i cen­tri urbani, favorire la mobil­ità e ren­dere più fruibile e godi­bile i luoghi del­la Toscana. E’ uno degli obi­et­tivi delle politiche di gov­er­no del­la Regione che ha deciso di  asseg­nare con­tribu­ti ai Comu­ni per real­iz­zarli. La Giun­ta di palaz­zo Strozzi Sacrati ha già dato il via lib­era alla delib­era pro­pos­ta dall’assessore al gov­er­no del ter­ri­to­rio Ste­fano Bac­cel­li con cui ven­gono indi­vid­u­ate le linee gui­da per l’assegnazione delle risorse ai Comu­ni. Quel­li inter­es­sati dovran­no parte­ci­pare con i loro prog­et­ti all’Avviso pub­bli­co di prossi­ma usci­ta per la selezione delle richi­este di con­trib­u­to.

“L’obiettivo – ha det­to il pres­i­dente Euge­nio Giani- è quel­lo di riqual­i­fi­care le aree urbane, le aree a vocazione tur­is­ti­ca e miglio­rare la qual­ità degli inse­di­a­men­ti. Cre­do che la Toscana così sarà più mod­er­na e allo stes­so tem­po anche più bel­la, con meno mac­chine nei cen­tri urbani, che però gra­zie ai parcheg­gi sarn­no più facil­mente rag­giun­gi­bili. La Regione — ha  pros­e­gui­to il pres­i­dente insieme all’asses­sore Baccelli‑, con la legge del 5 mar­zo 2021 n. 11, ha infat­ti deciso di  pro­muo­vere la real­iz­zazione di parcheg­gi pub­bli­ci al fine di favorire il decon­ges­tion­a­men­to urbano e la riqual­i­fi­cazione delle aree carat­ter­iz­zate da ril­e­vante den­sità inse­dia­ti­va, anche di natu­ra sta­gionale, dis­ci­plinan­do con­tes­tual­mente i cri­teri per l’attribuzione dei con­tribu­ti”.

La dotazione finanziaria dell’avviso, quale con­trib­u­to regionale da des­tinare ai Comu­ni, ammon­ta per gli anni 2025–2044 com­p­lessi­va­mente a 20Milioni di euro, con un mas­si­male pre­vis­to del­la spe­sa per cias­cu­na annu­al­ità pari ad euro 1Milione di euro disponi­bile sul bilan­cio di pre­vi­sione 2024/2026 e sui bilan­ci suc­ces­sivi, con un’ arti­co­lazione per cias­cu­na delle annu­al­ità dal 2025 al 2044 pari a 1Milione all’an­no.
I con­tribu­ti sono ero­gati dal­la Regione a cop­er­tu­ra del­la sola quo­ta cap­i­tale delle rate di ammor­ta­men­to dei mutui anco­ra da con­trarre alla data di entra­ta in vig­ore del­la legge regionale n.11/2021, cosi come mod­i­fi­ca­ta con l.r. n. 48/2023.

Le pro­poste ammis­si­bili saran­no val­u­tate sul­la base dei cri­teri con­tenu­ti nel ban­do, final­iz­za­ti a favorire l’intermodalità con il sis­tema di mobil­ità pub­bli­ca e dolce, anche a liv­el­lo sovra­co­mu­nale, l’incremento delle dotazioni min­ime pre­viste in mate­ria, la riqual­i­fi­cazione del pat­ri­mo­nio edilizio di per­ti­nen­za del nuo­vo parcheg­gio, la cantier­abil­ità e la sosteni­bil­ità ges­tionale dell’intervento.
Sarà, inoltre, pre­mi­a­ta la pre­vi­sione di spazi per lo shar­ing e di parcheg­gi rosa, l’utilizzo di soluzioni eco­logi­ca­mente com­pat­i­bili e la pre­vi­sione di sis­te­mi inte­grati di smart park­ing e di tec­nolo­gie dell’informazione e del­la comu­ni­cazione, la real­iz­zazione di opere di arredo urbano, la pre­sen­za nel comune pro­po­nente di stru­men­ti di piani­fi­cazione approvati o adot­tati, nonché la real­iz­zazione degli inter­ven­ti in comu­ni sogget­ti a ris­chio di inquina­men­to atmos­feri­co (ai sen­si del­la DGR n. 228/2023) e inter­es­sati dall’evento mete­o­ro­logi­co del 2 novem­bre 2023, come indi­vid­uati dalle rel­a­tive ordi­nanze com­mis­sar­i­ali.

 

Per accedere ai con­tribu­ti i Comu­ni sono tenu­ti alla pre­sen­tazione del prog­et­to di fat­tibil­ità tec­ni­ca ed eco­nom­i­ca e del­lo schema di con­trat­to di mutuo, da con­trarre con Cas­sa Deposi­ti e Presti­ti o altro isti­tu­to finanziario.

Related Images: