Festival delle Musiche: stasera Giuliana Di Liberto e calendario prossimi concerti

Festival delle Musiche: stasera Giuliana Di Liberto e calendario prossimi concerti

29/08/2023 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1387 volte!

Oggi, per la prima edizione del

FESTIVAL DELLE MUSICHE,

concerto del Giuliana Di Liberto Jazz Quartet. 

Mercoledì 30 agosto salirà sul palco lo straordinario Giuseppe Milici.

Grande chiusura giovedì 31 agosto con il chitarrista Francesco Buzzurro.

Castello Beccadelli Bologna di Marineo (Pa).

Oggi, mart­edì 29 agos­to, in occa­sione del­la pri­ma edi­zione del Fes­ti­val Delle Musiche (Castel­lo Bec­ca­del­li Bologna di Mari­neo (Pa) — Piaz­za Castel­lo, ore 21.00 – ingres­so libero) si esi­birà il Giu­liana Di Lib­er­to Jazz Quar­tet, con il prog­et­to “Ritornerai”, un omag­gio al Jazz d’autore da Lui­gi Ten­co a Fab­rizio De Andrè.

Giuseppe Milici

Giuseppe Mili­ci

Il con­cer­to rac­con­ta un momen­to stori­co in cui il jazz influen­za le più belle can­zoni d’autore gen­ovesi e di altri padri del nos­tro can­tau­tora­to. Inter­pretare ques­ta musi­ca sig­nifi­ca­va innanz­i­tut­to lib­ertà, tirar­si fuori da sche­mi rigi­di e lin­eari, le melodie/armonie nasce­vano nel momen­to stes­so in cui veni­vano suonate, le note si susseguiv­ano e si intrec­cia­vano motu pro­prio. I musicisti subi­vano il fas­ci­no irre­sistibile delle note jazz, soprat­tut­to in un momen­to par­ti­co­lare in cui i can­tau­tori ital­iani, come Lui­gi Ten­co, Gior­gio Gaber, Gino Paoli, Bruno Lauzi, Fab­rizio De Andrè, atten­ti ai gran­di temi del dibat­ti­to pub­bli­co, ricer­ca­vano spas­modica­mente un nuo­vo filone in con­trap­po­sizione con la musi­ca di intrat­ten­i­men­to. Improvvisa­mente, con le can­zoni si può rac­con­tare di tut­to: il tem­po, la nos­tal­gia, la vita, la morte, il dis­a­gio esisten­ziale, anche uti­liz­zan­do ter­mi­ni impens­abili pri­ma d’ora Nel cor­so del­la ser­a­ta ver­ran­no pro­poste una rilet­tura jazz­is­ti­ca di: “Mi sono innamora­ta di te”, “Lon­tano lon­tano”, “Ritornerai”, “Io che amo solo te” e tan­ti altri gran­di can­tau­tori ital­iani che han­no scrit­to le più belle pagine del­la musi­ca ital­iana nel mon­do.

Giuliana Di Liberto

Giu­liana Di Lib­er­to

Il fes­ti­val pros­eguirà mer­coledì 30 agos­to con lo stra­or­di­nario Giuseppe Mili­ci, armonicista e com­pos­i­tore paler­mi­tano che ha affronta­to lin­guag­gi musi­cali diver­si, col­lab­o­ran­do a liv­el­lo inter­nazionale con decine di artisti, da Lau­ra Fygi a Toots Thiele­mans, da Gino Paoli a Gigi D’Alessio e i Dirot­ta su Cuba, oppure espri­men­dosi da solista come autore ed ese­cu­tore di colonne sonore cin­e­matogra­fiche, in alcune tra le mag­giori trasmis­sioni tele­vi­sive ital­iane, dal Fes­ti­val di San­re­mo a Fan­tas­ti­co, nonché siglan­do fic­tion di suc­ces­so.

Francesco Buzzurro

Francesco Buz­zur­ro

Grande chiusura giovedì 31 agos­to con il chi­tar­rista Francesco Buz­zur­ro. Di lui ha det­to Ennio Mor­ri­cone: “Tra i più gran­di al mon­do per­ché capace di far fruire a tut­ti la musi­ca col­ta”. Con­certista inter­nazional­mente riconosci­u­to, ha inseg­na­to tec­ni­ca del­l’im­provvisazione in molti sem­i­nari e scuole di musi­ca in tut­to il mon­do ed è sta­to diret­tore artis­ti­co del dipar­ti­men­to riu­ni­to di chi­tar­ra all’U­ni­ver­sità del­la musi­ca di Los Ange­les. Francesco Buz­zur­ro gra­zie alla sua stra­or­di­nar­ia tec­ni­ca di matrice clas­si­ca, aper­ta a una conoscen­za pro­fon­da del jazz e del­l’im­provvisazione, è diven­ta­to negli anni un pun­to di rifer­i­men­to asso­lu­to per il mon­do del­la chi­tar­ra acus­ti­ca. Le sue com­po­sizioni orig­i­nali come Onde, Cuore degli emi­granti o Song for Djan­go, riv­e­lano invece gli aspet­ti più inti­mi del­la sua per­son­al­ità.

 

 

Related Images: