Un libro in cui Maritato fa rivivere Aldo Moro

Un libro in cui Maritato fa rivivere Aldo Moro

10/02/2023 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 805 volte!

Un libro in cui Mar­i­ta­to fa riv­i­vere Aldo Moro

Con­tin­ua la saga di Michel Mar­i­ta­to nel­la fit­ta neb­bia dei mis­teri ital­iani. Dopo aver nar­ra­to, in chi­ave roman­za­ta le vicende legate alla morte di Pier Pao­lo Pasoli­ni attra­ver­so scop­erte, rif­les­sioni e intu­izioni dei gio­vani cro­nisti Giu­lia e Luca, il gior­nal­ista si cimen­ta con il com­p­lesso e anco­ra inqui­etante caso Aldo Moro, in cui i gior­nal­isti si imbat­tono gra­zie a una inchi­es­ta sul­la crim­i­nal­ità orga­niz­za­ta in Puglia. Con “Aldo Moro la ver­ità com­pro­mes­sa” edi­zioni Por­toSe­guro, l’Autore ci con­duce in un viag­gio nel tem­po, a par­tire da una Italia in pieno boom, con una Democrazia cris­tiana al mas­si­mo ful­go­re, fino agli anni di piom­bo, i cui intrighi e stra­gi non han­no anco­ra oggi matri­ci e nomi. Con pas­so lieve, ma ric­co di emozioni che si dis­ve­lano man mano, in sin­to­nia con i pae­sag­gi attra­ver­sa­ti e con i per­son­ag­gi incon­trati, Giu­lia e Luca attra­ver­sano tut­ti i mis­teri anco­ra non chiar­i­ti, che han­no fat­to del­la ver­ità uffi­ciale sul caso quel­la che per Mar­i­ta­to è una “ver­ità com­pro­mes­sa”, con vaga allu­sione all’idea polit­i­ca gui­da che rese lo sta­tista pugliese invi­so ai cosid­det­ti “poteri for­ti” del tem­po. Un libro agile, fres­co, scrit­to in un lin­guag­gio imme­di­a­to, con accen­ti che, di tan­to in tan­to arrivano al let­tore come una pug­nala­ta. Così, oltre alle vicende politiche, si inseriscono nel­la nar­razione le emozioni più vive di una famiglia toc­ca­ta da una sci­agu­ra inaspet­ta­ta, si insin­u­ano le angosce del pres­i­dente democris­tiano, ogget­to di un dis­eg­no dai con­fi­ni inaf­ferra­bili e, soprat­tut­to, si affac­ciano sul­la sce­na per­son­ag­gi inedi­ti su cui l’eredità del­lo sta­tista ha impres­so pro­fonde emozioni. Pagine da leg­gere e ass­apo­rare, andan­do con la mente allo sce­nario di una Italia com­p­lessa, dif­fi­cile da inter­pretare ma che anco­ra oggi spri­giona il fas­ci­no di un Paese insu­per­abile, tan­to nel vivere momen­ti sereni quan­to nell’affrontare le tragedie.

 

Related Images: