SICILIA, SEMPLIFICAZIONE BUROCRAZIA PER EVENTI E SPETTACOLI LIVE: LA SODDISFAZIONE DI REACTS

SICILIA, SEMPLIFICAZIONE BUROCRAZIA PER EVENTI E SPETTACOLI LIVE: LA SODDISFAZIONE DI REACTS

10/08/2022 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3450 volte!

SICILIA, SEMPLIFICAZIONE BUROCRAZIA PER EVENTI E SPETTACOLI LIVE: LA SODDISFAZIONE DI REACTS, MA C’È ANCORA MOLTA STRADA DA FARE

GRAZIE ALL’AZIONE DI REACTS, IL COORDINAMENTO DEGLI ASSESSORI AL TURISMO, CULTURA E SPETTACOLO SICILIANI, RECEPITA LA NORMATIVA NAZIONALE

Dopo mesi di richi­este, let­tere, battaglie, da parte di Re.A.C.T.S., la Rete degli Asses­sori alla Cul­tura, Tur­is­mo e Spet­ta­co­lo dei Comu­ni sicil­iani, final­mente la Regione ha recepi­to la nor­ma­ti­va nazionale sug­li spet­ta­coli in vig­ore nel resto del­lo Sti­vale già da due anni.

Si trat­ta di una nor­ma impor­tante che per­me­t­terà di snel­lire le pratiche buro­cratiche non solo ai Comu­ni, ma anche alle stesse Ques­ture in mate­ria di autor­iz­zazioni per quan­to riguar­da gli spet­ta­coli dal vivo.

In Sicil­ia, lo ricor­diamo, diver­sa­mente che nel resto del­la Nazione, gli adem­pi­men­ti che riguardano le autor­iz­zazioni in mate­ria di sicurez­za per gli even­ti live van­no comu­ni­cate alla Ques­tu­ra invece che gestite diret­ta­mente dal Comune. Stes­sa cosa per quan­to riguar­da la con­vo­cazione del­la Com­mis­sione di Pub­bli­co Spet­ta­co­lo che attual­mente deve essere con­vo­ca­ta per gli even­ti con più di 200 spettatori.

È facile com­pren­dere che in una Regione a vocazione tur­is­ti­ca come la Sicil­ia, i Comu­ni abbi­amo una fit­ta pro­gram­mazione esti­va, in specie in piazze e spazi aper­ti che super­a­no qua­si sem­pre la capien­za di 200 per­sone, ren­den­do quin­di nec­es­saria una con­tin­ua, prati­ca­mente quo­tid­i­ana, con­vo­cazione delle Com­mis­sioni di Pub­bli­co Spet­ta­co­lo in con­tem­po­ranea in qua­si tut­ti i Comuni.

Un impeg­no spes­so insosteni­bile nei tem­pi e nei modi in prim­is per le Ques­ture che riescono a fat­i­ca a gestire ques­ta mole di richi­este, poi per i mem­bri delle Com­mis­sioni provin­ciali a cui l’impegno richiede di essere pre­sen­ti in con­tem­po­ranea in diver­si Comu­ni e infine per i Comu­ni stes­si, che rischi­ano sem­pre di dover annullare (e a volte è accadu­to) gli even­ti per impos­si­bil­ità ad adem­piere per tem­po a tut­ti i pas­sag­gi buro­crati­ci nec­es­sari o appun­to per man­ca­ta disponi­bil­ità dei sogget­ti inter­es­sati alle verifiche.

Un dan­no enorme per i Comu­ni sicil­iani che sug­li even­ti basano l’intera sta­gione estiva. 

Nasce da ques­ta esi­gen­za, a mar­zo 2022, Re.A.C.T.S. che con­ta oggi gli Asses­sori di cir­ca 100 Comu­ni sicil­iani che han­no deciso di portare avan­ti insieme ques­ta battaglia in tutte le sedi isti­tuzion­ali e politiche necessarie.

Ieri, final­mente, l’emendamento che pro­pone­va il recepi­men­to del­la nor­ma nazionale è sta­to approva­to e sarà in vig­ore dal­la pub­bli­cazione nei prossi­mi giorni.

Si trat­ta di una vit­to­ria a metà, è bene sot­to­lin­ear­lo, per­ché purtrop­po arri­va comunque a sta­gione inoltra­ta, ma rap­p­re­sen­ta una pri­ma pic­co­la battaglia vin­ta per gli Asses­sori alla Cul­tura, Tur­is­mo e Spet­ta­co­lo che spes­so non riescono ad orga­niz­zare sta­gioni cul­tur­ali a causa di queste norme.

L’emendamento riguar­da spet­ta­coli dal vivo fino a 1.000 per­sone che si svol­go­no tra le ore 8.00 e le ore 23.00 e il recepi­men­to fa sì che non sia nec­es­sario con­vo­care la Com­mis­sione PS e basterà fare una sem­plice comu­ni­cazione alla Ques­tu­ra invece di atten­derne l’autorizzazione.

La nor­ma è val­i­da solo fino al 31 dicem­bre prossi­mo, ma gli Asses­sori, uni­ti e moti­vati da questo pri­mo risul­ta­to, con­tin­uer­an­no a lottare per far sì che il nuo­vo Gov­er­no Regionale e quel­lo Gov­er­no Nazionale si impeg­ni­no a met­ter­si a tavoli­no per far sì che tali pro­ced­i­men­ti pos­sano essere recepi­ti a liv­el­lo locale in modo defin­i­ti­vo e per­ma­nente e ci si pos­sa adeguare final­mente alle norme nazion­ali che deman­dano ai Comu­ni il rilas­cio delle autor­iz­zazioni per gli even­ti, sen­za ober­are le Questure.

È tem­po che la Regione Sicil­iana applichi norme che facil­iti­no il tur­is­mo e l’organizzazione di even­ti, dato che ormai molti di questi sono diven­tati un vero e pro­prio traino per le pre­sen­ze e i flus­si tur­is­ti­ci region­ali, rap­p­re­sen­tan­do un’eccellenza cul­tur­ale del­la nos­tra Regione.

 

I COMUNI ADERENTI A REACTS

ACATE

AGRIGENTO

ALCARA LI FUSI

ALI’ TERME

ALIA

ALIMINUSA

ASSORO

AUGUSTA

BAGHERIA

BELPASSO

BOMPIETRO

BRONTE

CACCAMO

CALATAFIMI SEGESTA

CALTABELLOTTA

CALTANISSETTA

CAMPOBELLO DI LICATA

CANICATTINI BAGNI

CAPACI

CAPO D’ORLANDO

CAPRI LEONE

CARINI

CASTEL DI LUCIO

CASTELBUONO

CASTELLANA SICULA

CASTELTERMINI

CASTELVETRANO

CEFALÁ DIANA

CEFALU’

CENTURIPE

CERDA

CESARO’

CIMINNA

CHIUSA SCLAFANI

COLLESANO

CORLEONE

FAVARA

FIUMEDINISI

FRANCAVILLA DI SICILIA

GALLODORO

GAGGI

GANGI

GRAVINA DI CATANIA

GROTTE

ISOLA DELLE FEMMINE

LAMPEDUSA E LINOSA

LENTINI

LERCARA FRIDDI

LETOJANNI

LICATA

LICODIA EUBEA

MALETTO

MALVAGNA

MARSALA

MAZARA DEL VALLO

MELILLI

MILITELLO VAL DI CATANIA

MISILMERI

MONTEMAGGIORE BELSITO

MUSSOMELI

MUSSOMELI

NASO

PAGLIARA

PALAZZO ADRIANO

PANTELLERIA

PATTI

PETRALIA SOTTANA

PIEDIMONTE ETNEO

POGGIOREALE

RACALMUTO

RAGALNA

RIPOSTO

ROCCAPALUMBA

SALEMI

SAN CIPIRELLO

SAN GREGORIO DI CATANIA

SAN MAURO CASTELVERDE

SANTA CRISTINA GELA

SANTA FLAVIA

SANTA MARGHERITA DI BELICE

SAVOCA

SCIACCA

SCIARA

SICULIANA

SOLARINO

SPERLINGA

TAORMINA

TERRASINI

TRAPPETO

VALLELUNGA PRATAMENO

VENTIMIGLIA DI SICILIA

VILLABATE

VILLAFRANCA SICULA

VILLAFRATI

VILLALBA

VIZZINI