Grottaferrata. PCI, ufficializzata presenza alle amministrative di Grottaferrata. Presenti all’iniziativa non solo comunisti ma anche cittadini attivi

Grottaferrata. PCI, ufficializzata presenza alle amministrative di Grottaferrata. Presenti all’iniziativa non solo comunisti ma anche cittadini attivi

14/02/2022 1 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1437 volte!


Con un po’ di ritar­do, Nico­la Casub­o­lo, a nome del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, ha pre­sen­ta­to in modo sem­plice, lin­eare, chiaro il per­ché e per cosa del­la pro­pos­ta comu­nista a Grotta­fer­ra­ta in questo 2022. “Il PCI nelle pro­prie inten­zioni elet­torali per le prossime ammin­is­tra­tive – ha det­to Casub­o­lo – si pone due obbi­et­tivi: da un lato pro­porre cinque sem­pli­ci pun­ti ammin­is­tra­tivi che potreb­bero essere sostenu­ti, sia elet­toral­mente dai cit­ta­di­ni per il bene loro e del­la cit­tà; sia da altre forze alter­na­tive alle destre per­ché seg­no di buona ammin­is­trazione. Il sec­on­do obbi­et­ti­vo, con­nes­so con la scelta di pre­sentare una lista comu­nista sostenu­ta dal Par­ti­to, sep­pure aper­ta ad even­tu­ali donne e uomi­ni non iscrit­ti ma che con­di­vi­dono questo per­cor­so di alter­na­tiv­ità, è quel­lo di met­tere in cam­po una lista e una pro­pos­ta polit­i­ca, anche capace di rigener­are il dibat­ti­to politi­co del­la cit­tà, la sua vital­ità cul­tur­ale che si intrec­cia con l’amministrare”.

Un momen­to del­la pre­sen­tazione di Nico­la Casub­o­lo sulle ragioni del­la pre­sen­za di una Lista Comu­nista a Grotta­fer­ra­ta per le amministrative


Oltre lo scam­bio di opin­ioni durante e pri­ma e dopo l’iniziativa, par­ti­co­lar­mente apprez­za­to è sta­to anche l’intervento dell’ex sin­da­co Ange­lo Vitic­chiè, che da noto ambi­en­tal­ista ha apprez­za­to e augu­ra­to ogni bene alla inizia­ti­va dei comu­nisti a Grotta­fer­ra­ta. Anche per questo, oltre la disponi­bil­ità e l’appoggio incon­dizion­a­to la sezione di Mari­no, per boc­ca del Seg­re­tario e già can­dida­to sin­da­co Ste­fano Ender­le, ha svolto apprez­za­men­to per l’impostazione che si sta dan­do alla pre­sen­za comu­nista in cit­tà. Un con­trib­u­to all’iniziativa è sta­to por­ta­to da Mau­r­izio Aver­sa del­la seg­rete­ria regionale del PCI Lazio qui al Teatro Sacro Cuore: “Inten­di­amo pro­porre all’attenzione del­la cit­tà, con l’ottima pre­sen­za già apprez­za­ta dei comu­nisti rap­p­re­sen­tati da Nico­la Casub­o­lo, le due ques­tioni più impor­tan­ti oggi: da un lato garan­tire che anche gli enti locali, l’amministrare, sep­pure con le muti­lazioni che ha rice­vu­to negli ulti­mi decen­ni, torni ad essere la parte­ci­pazione dei cit­ta­di­ni al gov­er­no del­la cit­tà, dan­do pieno respiro alla Cos­ti­tuzione repub­bli­cana. Dall’altro lato ci ripromet­ti­amo, come evi­den­zi­a­to dal con­trib­u­to del con­fron­to qui svolto, di met­tere a dis­po­sizione le idee, l’azione e l’organizzazione comu­nista affinchè politi­ca­mente si generi sem­pre più la capac­ità crit­i­ca nel con­fron­to delle cose pic­cole e gran­di. Per­ché è con­seguen­za delle pic­cole cose mis­urar­si con ide­al­ità e con una vera azione di trasfor­mazione sociale che oggi non c’è per­ché appi­at­ti­ta o comunque nascos­ta”. Il PCI, ha infine comu­ni­ca­to Nico­la Casub­o­lo, dà appun­ta­men­to a prossime inzia­tive e incon­tri a com­in­cia­re dal­la pre­sen­za nelle strade e nelle piazze per la rac­col­ta di can­di­da­ture e delle firme.