Marino. Campagna “Verità e Giustizia” . La Commissione Pari Opportunita’ del Comune di Marino non da’ seguito a impegni assunti. Corbelli contro Testi, Minucci e Silvani

Marino. Campagna “Verità e Giustizia” . La Commissione Pari Opportunita’ del Comune di Marino non da’ seguito a impegni assunti. Corbelli contro Testi, Minucci e Silvani

12/02/2022 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1091 volte!


Alessan­dro Cor­bel­li, por­tav­oce del­la cam­pagna “Ver­ità e Gius­tizia per Irene Pala­cino”, ci ha rimes­so una tes­ti­mo­ni­an­za di quel­li che denun­cia come “impeg­ni dis­at­te­si dopo essere sta­ti assun­ti” da parte di espo­nen­ti del­la Giun­ta e del Con­siglio Comu­nale di Mari­no. I fat­ti: come già ripor­ta­to nelle cronache delle ultime set­ti­mane, a segui­to dell’interessamento di impor­tan­ti per­son­al­ità, quali il Pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale di Mari­no Euge­nio Pisani, e il Sin­da­co Ste­fano Cec­chi, la con­sigliera Pao­la Testi ha invi­ta­to il por­tav­oce del­la cam­pagna “Veri­ta’ e Gius­tizia per Irene Pala­cino” ad esporre le ragioni davan­ti la Com­mis­sione Con­sil­iare Per­ma­nente per le Pari Oppor­tu­nità. Come già rac­con­ta­to dal­lo scrit­tore Cor­bel­li, sem­bra­va esser­ci sta­ta imme­di­a­ta disponibilità.

La t‑shirt idea­ta da 667 per la causa “Ver­ità e gius­tizia per Irene”


“Purtrop­po, all’appuntamento in Comune del 20 gen­naio scor­so, la pun­tuale pre­sen­za dei sosten­i­tori del­la cam­pagna non fu cor­rispos­ta dal­la pron­tez­za del­la Com­mis­sione che, nel­la for­ma isti­tuzionale fu svol­ta con molto ritar­do. – rac­con­ta Alessan­dro Cor­bel­li — Comunque, l’Assessore ai Servizi Sociali e Vicesin­da­co Sab­ri­na Min­uc­ci, per l’occasione pre­sen­tò alcu­ni con­siglieri lì in sede, come Fabi­o­la Min­uc­ci e, suc­ces­si­va­mente, assieme a Pao­la Testi si intrat­tenne ai fini del­la conoscen­za degli aspet­ti di “Ver­ità e Gius­tizia” che la cam­pagna persegue per Irene Pala­cino. Le richi­este, des­ti­nate alla Com­mis­sione, furono comunque già prese in cari­co dall’Assessore Min­uc­ci, come appun­ti di ragion­a­men­to e pro­pos­ta per attiv­ità sol­i­dale. Per­tan­to, sia la richi­es­ta di dimostrazione visi­va del­la sol­i­da­ri­età del Comune – come ad esem­pio una scrit­ta ester­na all’ingresso di Palaz­zo Colon­na -, così come la tes­ti­mo­ni­an­za corale delle elette e degli elet­ti — pren­den­do a tes­ti­mone le “pan­chine rosse” pre­sen­ti in cit­tà come sim­bo­lo del­la lot­ta con­tro la vio­len­za sulle donne — ed altro anco­ra. – pros­egue il por­tav­oce — Questo atteggia­men­to pos­i­ti­vo di atten­zione, che gli autori del­la cam­pagna ave­vano con­fida­to potesse diventare al più presto inizia­ti­va conc­re­ta, in realtà è anda­to invece a svanire. Infat­ti, la Com­mis­sione Pari Oppor­tu­nità del Comune di Mari­no non dà segui­to alle promesse fat­te dal­la stes­sa Pres­i­dente Pao­la Testi, oltre che dal Vicesin­da­co e Asses­sore ai Servizi Sociali Sab­ri­na Min­uc­ci; e non dà rispos­ta in mer­i­to alla richi­es­ta di chiari­men­to avan­za­ta più volte!

Irene Pala­cino, riceve sol­i­da­ri­età dai pesca­tori di San­ta Marinel­la. Cor­bel­li e Irene sono inter­venu­ti al con­gres­so del PCI di Roma e provincia


Ma fat­to grave — rimar­ca Cor­bel­li – è che anche Fran­ca Sil­vani, del PD non offre alcun riscon­tro alle richi­este d’informazioni che le ho invi­a­to.”. Inoltre, Cor­bel­li ci tiene a pre­cis­are che: “ho infor­ma­to dei fat­ti Ser­gio Ambro­giani, Seg­re­tario del PD di Mari­no, il quale anzichè far seguire con i fat­ti l’impegno assun­to nei miei con­fron­ti di chiarire in sede isti­tuzionale ed anche di par­ti­to, tale grave man­ca­to riscon­tro alle promesse gia’ fat­te da parte del­la com­mis­sione pari oppor­tu­nità, oltre che delle man­cate risposte da parte del­la stes­sa Fran­ca Sil­vani, espo­nente PD„ ha las­ci­a­to cadere nel vuo­to la rispos­ta chiar­i­fi­ca­trice, (scadu­to ieri alle ore 20,30), sen­za ono­rare così l’impegno assun­to. Questo per me – con­clude Cor­bel­li – sig­nifi­ca rin­negare l’alto val­ore civile e cul­tur­ale del­la battaglia di civiltà e gius­tizia pro­mossa a sosteg­no del­la don­na Irene Pala­cino, pic­chi­a­ta, usa­ta, ter­ror­iz­za­ta e umil­i­a­ta per oltre vent’anni ed oggi forte­mente angosciata.”.