“Dalla strategia ai progetti”. Evento del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini per documentare lo stato di avanzamento del Piano di Sviluppo Locale

“Dalla strategia ai progetti”. Evento del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini per documentare lo stato di avanzamento del Piano di Sviluppo Locale

02/10/2021 0 Di Fabio Orfei

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1092 volte!

“Dal­la strate­gia ai prog­et­ti, attuazione del PSL Terre di Qual­ità”. È questo il tito­lo dell’evento orga­niz­za­to dal GAL Castel­li Romani e Mon­ti Pren­es­ti­ni per doc­u­mentare lo sta­to di avan­za­men­to del Piano di Svilup­po Locale. Sarà l’occasione insieme ai soci, i ben­e­fi­cia­ri dei finanzi­a­men­ti e tutte le per­sone inter­es­sate, per anal­iz­zare insieme agli ospi­ti le prospet­tive attuali e future.
L’appuntamento aper­to a tut­ti è per mer­coledì 6 otto­bre a par­tire dalle ore 16.30 nel­la pres­ti­giosa loca­tion di Vil­la Aldo­bran­di­ni a Frascati.
Sarà pre­sente come rela­tore anche Daniele Leodori, vicepres­i­dente del­la Regione Lazio con del­e­ga al coor­di­na­men­to dei Fon­di Comu­ni­tari (FESR, FSE, FEASR).
A fare gli onori di casa il pres­i­dente del GAL Castel­li Romani e Mon­ti Pren­es­ti­ni, Stefano
Bertuzzi. “Abbi­amo rag­giun­to uno sta­to di avan­za­men­to del Piano di Svilup­po Locale pari all’81 per
cen­to e abbi­amo impeg­na­to 3.388.673,49 euro sui 4.145.000 di fon­di comu­ni­tari com­p­lessivi a dis­po­sizione per favorire lo svilup­po del ter­ri­to­rio – spie­ga il pres­i­dente del GAL Castel­li Romani e Mon­ti Pren­es­ti­ni, Ste­fano Bertuzzi – Oltre ai prog­et­ti dei comu­ni e degli enti sovrac­co­mu­nali, siamo rius­ci­ti a sostenere l’economia locale attra­ver­so i bandi
ded­i­cati al tur­is­mo e all’agricoltura”.
Il pro­gram­ma dell’evento prevede un momen­to con­viviale intorno alle ore 18 e l’assemblea dei soci, a chiusura, a par­tire dalle ore 18.30. la parte­ci­pazione è aper­ta a tut­ti e sarà rego­la­men­ta­ta in base alle dis­po­sizioni nazion­ali in vig­ore per il con­teni­men­to del­la dif­fu­sione dell’epidemia Covid-19.