FUTOUROMA, Town Meeting: nuovo Piano Strategico del Turismo di Roma

FUTOUROMA, Town Meeting: nuovo Piano Strategico del Turismo di Roma

06/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2226 volte!

FUTOUROMA, Town Meeting: ecco le proposte da sviluppare per il nuovo Piano Strategico del Turismo di Roma 

 

Cafarotti: “Stimoli interessanti e molte conferme dal voto dei partecipanti. Bella la Roma che lavora e produce per Roma, il mio ringraziamento a tutta la filiera”

 

Tre ses­sioni di televo­to scan­dite dai click di 150 rap­p­re­sen­tan­ti del­la fil­iera pro­dut­ti­va capi­toli­na durante il Town Meet­ing #FUTOUROMA, che si è con­clu­so ieri sera all’Acquario Romano.

Un esper­i­men­to fat­ti­vo di democrazia diret­ta da cui sono emerse idee e pro­poste che saran­no svilup­pate nel cor­so delle prossime set­ti­mane, e che con­fluiran­no nel Piano Strate­gi­co del Tur­is­mo di Roma 2019 > 2025, pre­sen­ta­to dall’Assessorato allo Svilup­po eco­nom­i­co, Tur­is­mo e Lavoro di Roma Cap­i­tale il 28 set­tem­bre 2019 al Con­ven­tion Cen­ter La Nuvola.

Bel­lo toc­care con mano l’impegno del­la Roma che lavo­ra e che pro­duce per Roma: riu­ni­ti in brain­storm­ing, 150 rap­p­re­sen­tan­ti del tes­su­to eco­nom­i­co romano. Una platea com­pos­ta per il 50% da impren­di­tori, per­fet­ta­mente bilan­ciati da ref­er­en­ti del pub­bli­co e rap­p­re­sen­tan­ti di asso­ci­azioni di cat­e­go­ria e no prof­it. Un assor­ti­men­to etero­ge­neo anche in ter­mi­ni ana­grafi­ci, poiché il 70% dei parte­ci­pan­ti era com­pre­so fra i 36 e i 60 anni, con una prevalen­za di donne pari al 52%”, spie­ga Car­lo Cafarot­ti, Asses­sore allo Svilup­po eco­nom­i­co, Tur­is­mo e Lavoro di Roma Cap­i­tale. “Bel­lo – pros­egue l’Assessore – anche il sen­ti­ment che si è res­pi­ra­to in tut­ta la gior­na­ta: oltre il 60% del­la platea vede il tur­is­mo nel­la Cap­i­tale in cresci­ta, e il 94% ritiene sod­dis­facente la metodolo­gia che abbi­amo pro­pos­to per gov­ernarlo, miglio­ran­do espe­rien­za tur­is­ti­ca e qual­ità del viag­gio”.

Gra­zie al sup­por­to del­la tec­nolo­gia, i parte­ci­pan­ti di ogni tavo­lo, aiu­tati nel­la dis­cus­sione da un facil­i­ta­tore, han­no invi­a­to i pro­pri com­men­ti a una regia cen­trale che li ha sin­te­tiz­za­ti e pre­sen­tati all’intera sala. In segui­to al televo­to elet­tron­i­co, sono emer­si alcu­ni pareri speci­fi­ci e di dettaglio.

Ded­i­ca­ta all’immagine di Roma nel mon­do, la pri­ma tranche dal tito­lo “Brand Roma, con­t­a­m­i­nazione e diver­si­fi­cazione dei prodot­ti tur­is­ti­ci” ha focal­iz­za­to la neces­sità di sin­te­tiz­zare le mille ani­me di Roma in un’identità uni­ca, forte e com­pet­i­ti­va sui mer­cati esteri. I pic­chi per­centu­ali delle risposte ottenute, han­no evi­den­zi­a­to una propen­sione ad antic­i­pare la pro­gram­mazione dell’offerta cit­tad­i­na, il bisog­no di una mes­sa a sis­tema di inter­ven­ti strut­turali per miglio­rare la brand rep­u­ta­tion, la strate­gic­ità di per­cor­si speci­fi­ci in fun­zione dei nuovi tar­get e, rispet­to ai flus­si prove­ni­en­ti dal­la Cina, la neces­sità di cam­pagne di mar­ket­ing tarate sui seg­men­ti dei tur­isti alto-spendenti.

Il tema dell’accoglienza”, trac­cia del­la sec­on­da ses­sione di lavoro, ha ril­e­va­to l’importanza di piani­fi­care le attiv­ità e dif­feren­ziare i flus­si in un’ottica di sosteni­bil­ità e rispet­to del pat­ri­mo­nio cit­tadi­no e dei res­i­den­ti, ma anche l’esigenza di nor­ma­ti­va speci­fi­ca e con­trol­li più cap­il­lari per riequi­li­brare il sis­tema ricetti­vo, con par­ti­co­lare rifer­i­men­to all’introduzione di stru­men­ti di con­trol­lo per il Cen­tro Stori­co di Roma. Vota­ta anche la pro­porzione con cui final­iz­zare il con­trib­u­to di sog­giorno per il miglio­ra­men­to di mobil­ità e deco­ro e per la pro­mozione tur­is­ti­ca, uni­ta­mente alla pro­pos­ta di un tavo­lo per­ma­nente di con­fron­to tra pub­bli­co e privato.

Nel cor­so del­la terza e ulti­ma fase, dal tito­lo “Curare in modo inno­v­a­ti­vo il rap­por­to con il tur­ista”, i 14 tavoli han­no espres­so una pref­eren­za per la trasfor­mazione dell’offerta artis­ti­co-cul­tur­ale da visi­ta tradizionale ad espe­rien­za emo­ti­va­mente impat­tante, attra­ver­so gam­ing e realtà aumen­ta­ta. Molto sen­ti­ta la pri­or­ità per l’eliminazione di bar­riere architet­toniche a ben­efi­cio di acces­si­bil­ità e inclu­sione. Vota­ta anche la propen­sione per un incre­men­to del cus­tomer ser­vice in ter­mi­ni di dig­i­tal­iz­zazione e poten­zi­a­men­to degli info point territoriali.

 “La let­tura dei pri­mi risul­tati del Town Meet­ing è, da un lato, uno sti­mo­lo prezioso nei ter­mi­ni di imper­a­tivi ed esi­gen­ze, dall’altro una bel­la con­fer­ma rispet­to alla strate­gia che abbi­amo inau­gu­ra­to con il tavo­lo big data, l’analisi sci­en­tifi­ca dei flus­si e la dig­i­tal­iz­zazione dell’offerta mis­ura­ta sui nuovi tar­get emer­gen­ti. Sono cer­to che #FUTOUROMA abbia dato voce alle idee di tut­ti i parte­ci­pan­ti che han­no por­ta­to a Roma Cap­i­tale il loro con­trib­u­to, la loro espe­rien­za e, data l’atmosfera friz­zante che ha carat­ter­iz­za­to la gior­na­ta di lavori, il loro entu­si­as­mo. Con lo stes­so entu­si­as­mo ci prepari­amo adesso a sin­te­tiz­zare il tut­to in una pol­i­cy ben pre­cisa, che sarà il Piano Strate­gi­co del Tur­is­mo di Roma 2019 > 2025”, affer­ma Car­lo Cafarot­ti, Asses­sore allo Svilup­po eco­nom­i­co, Tur­is­mo e Lavoro di Roma Cap­i­tale. “Ieri abbi­amo por­ta­to a ter­mine un pez­zo di lavoro – con­clude Cafarot­ti che sarà pat­ri­mo­nio futuro del­la Cap­i­tale, la cui immag­ine por­ta anche la fir­ma di oper­a­tori, stake­hold­er, impren­di­tori, uni­ver­sità, blog­ger, mon­do del­la san­ità e delle banche. Nelle prossime set­ti­mane ci aspet­tano tavoli tem­ati­ci, anal­isi da svilup­pare e spun­ti da val­oriz­zare, in vista dell’appuntamento con­clu­si­vo del 28 set­tem­bre prossi­mo alla Nuvola. Oggi, invece, ringrazi­amo tut­ta la fil­iera pro­dut­ti­va di aver lavo­ra­to per Roma insieme a noi”.

Pro­mosso dall’Assessorato allo Svilup­po eco­nom­i­co, Tur­is­mo e Lavoro di Roma Cap­i­tale e orga­niz­za­to da Zètema Prog­et­to Cul­tura, il per­cor­so con­di­vi­so di #FUTOUROMA ha coin­volto, fra gli altri: Avven­ture Urbane, Uni­ver­sità degli Stu­di Roma Tre, Sapien­za Uni­ver­sità di Roma, Uni­ver­sità degli Stu­di di Roma “Tor Ver­ga­ta”, Luiss – Lib­era Uni­ver­sità Inter­nazionale degli Stu­di Sociali Gui­do Car­li, Ban­ca d’Italia, Tim, Fed­er­al­berghi, Con­f­com­mer­cio, Con­fe­ser­centi, AdR, Bot­teghe Storiche, Regione Lazio, Ipsos, Etoa, Fed­er­tur­is­mo, Con­ven­tion Bureau di Roma e Lazio, Union­camere, Fed­er­azione Golf, Roma Con­ven­tion Cen­tre, Fed­er­con­gres­si, Audi­to­ri­um Par­co del­la Musi­ca, Gran­di Stazioni, Maxxi Fon­dazione, CNA, Unin­dus­tria, Coop Cul­ture, Ente Bilat­erale Tur­is­mo Lazio, Cinecit­tà Luce, Cam­era di Com­mer­cio, Fer­rovie del­lo Stato.