Marino, Santarelli: se il M5S è contrario al Divino Amore, sottoscriva la mia delibera o ne presenti una uguale

Marino, Santarelli: se il M5S è contrario al Divino Amore, sottoscriva la mia delibera o ne presenti una uguale

31/05/2016 1 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2727 volte!

Giulio Santarelli

Giulio Santarel­li

DIVINO AMORE, SANTARELLI A M5S:”LE MOZIONI NON PRODUCONO EFFETTI AMMINISTRATIVI MENTRE LA DELIBERA DA ME PREDISPOSTA AFFERMA SENZA EQUIVOCI  CHE LE LOTTIZZAZIONI ILLEGALI VANNO REVOCATE. I 5 STELLE SE SONO CONTRARI DEBBONO SOTTOSCRIVERE LA MIA DELIBERA O PRESENTARNE UNA LORO CON LO STESSO OBIETTIVO

Lo staff del MoVi­men­to 5 Stelle di Mari­no ha rispos­to all’invio del­la pro­pos­ta di delib­era per la revo­ca del­la lot­tiz­zazione ille­gale di via del Divi­no Amore e dell’intero Mas­ter­plan scrit­ta da Giulio Santarel­li, can­dida­to sin­da­co di Mari­no per il Par­ti­to Social­ista, invian­do copia delle mozioni pre­sen­tate da M5S al Con­siglio regionale del Lazio il 17 aprile 2014 e al Con­siglio comu­nale di Mari­no il 3 novem­bre 20 14.
In propos­i­to Santarel­li, ringrazian­doli per le copie delle mozioni invi­ategli e di cui era già a conoscen­za, fa pre­sente  al MoVi­men­to 5 Stelle che “la mozione è uno stru­men­to pre­vis­to dai rego­la­men­ti delle assem­blee elet­tive e serve a sol­lecitare gli esec­u­tivi comu­nali, region­ali o del gov­er­no nazionale affinché pren­dano provved­i­men­ti su materie speci­fiche ma non sono atti che com­por­tano effet­ti di carat­tere amministrativo”.
“Tan­to è vero – va avan­ti Santarel­li – che la mozione pre­sen­ta­ta nell’aprile 2014 non è nem­meno arriva­ta al voto del Con­siglio regionale ma res­ta incagli­a­ta agli atti del­la Com­mis­sione Urban­is­ti­ca del Con­siglio regionale dal giug­no 2014. Non diver­sa deter­mi­nazione ha assun­to quel­la pre­sen­ta­ta al pres­i­dente del Con­siglio comu­nale di Marino”.
“Ben diver­sa è invece l’efficacia giuridi­co-ammin­is­tra­ti­va di una pro­pos­ta di delib­er­azione che una vol­ta iscrit­ta all’ordine del giorno deve essere vota­ta. I fau­tori del­la lot­tiz­zazione pos­sono anche votare con­tro ma a quel pun­to sarebbe estrema­mente chiaro anche ai fini delle respon­s­abil­ità per­son­ali con­tabili (vedi fas­ci­co­lo aper­to dal­la Corte dei Con­ti per respon­s­abil­ità erar­i­ale) e vicev­er­sa i con­siglieri di oppo­sizione sia nel caso che las­ci­no l’aula al momen­to del voto sia che si astengano si assumereb­bero la chiara respon­s­abil­ità di col­lud­ere con i favorevoli”.
“Purtrop­po con le mozioni dei 5 Stelle nul­la di tut­to questo è sta­to pos­si­bile se non reg­is­trare la fir­ma gius­ta­mente appos­ta da Eleono­ra Di Giulio e Enri­co Iozzi sul­la mozione pre­sen­ta­ta al Con­siglio comu­nale di Mari­no, fir­ma che stan­do alle dichiarazioni scritte e orali del­la Di Giulio sarebbe sta­ta di fat­to riti­ra­ta da quan­do è can­di­da­ta sin­da­co del Pd, dato che la Di Giulio non chiede più l’annullamento in sede di auto­tutela delle delibere delle lot­tiz­zazioni ille­gali ma le vuole sem­plice­mente rine­goziare. Insis­to per­ciò nell’invitare il MoVi­men­to 5 Stelle, che intan­to ringrazio per ques­ta pri­ma rispos­ta, a dichiarare se sono disponi­bili a fir­mare la mia delib­era per la revo­ca del­la lot­tiz­zazione di via del Divi­no Amore e delle altre due del Mas­ter­plan, Mugilla e piano di zona di via Mazzamagna”.