Marino. Il PCI interviene duramente contro le strumentalizzazioni di FdI e il silenzio del Sindaco

Marino. Il PCI interviene duramente contro le strumentalizzazioni di FdI e il silenzio del Sindaco

06/02/2024 1 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1743 volte!


2 FEBBRAIO 1944 — 2 FEBBRAIO 2024, OTTANTESIMO DEL BOMBARDAMENTO DI MARINO. CI INCHINIAMO DEFERENTI ALLE VITTIME E INVOCHIAMO IL “MAI PIÙ”: SI RIEMPIANO I GRANAI E SI SVUOTINO GLI ARSENALI

A segui­to del ver­gog­noso gesto di FdI il 2 feb­braio scor­so pres­so il mon­u­men­to ai cadu­ti, abbi­amo riflet­tuto per qualche giorno. Per non far­ci pren­dere dal­la reazione di pan­cia. Quin­di abbi­amo val­u­ta­to che:
1.Non può essere ascriv­i­bile alla “goliar­dia” l’azione scelta da Fratel­li d’Italia di apporre un man­i­festo col sim­bo­lo in evi­den­za sul mon­u­men­to ai cadu­ti in occa­sione del­la cer­i­mo­nia isti­tuzionale del ricor­do del bom­bar­da­men­to del 2 feb­braio che dis­trusse la cit­tà e fece centi­na­ia di vit­time.
2.Non è suf­fi­ciente accusare chi ha adem­pi­u­to tale azione solo con l’ignoranza. Come gius­ta­mente ha ril­e­va­to l’on Giulio Santarel­li, rimar­can­do che la dis­truzione dell’Italia è col­pa di Mus­soli­ni nel momen­to in cui ha scel­to di allear­si con Hitler.
3.Quindi, oltre che per chiedere scusa, quel sim­bo­lo mes­so lì non ha ragione di essere, risul­tan­do oltrag­gioso per le vit­time, per i dis­cen­den­ti, per l’intera cit­tà.
4.È davvero insp­ie­ga­bile e scan­daloso che il Sin­da­co non abbia redar­gui­to chi ha mes­so in opera tale azione. Per­ché, ques­ta è la cosa più grave, egli può pen­sar­la come crede, può fare appel­lo alla mag­gio­ran­za che lo sostiene, può riconoscer­si politi­ca­mente perfi­no con chi è il più estremo del­la destra che lo ha par­tori­to sin­da­co, ma, deve, deve, DEVE, pro­prio per­ché sin­da­co e per­ché rap­p­re­sen­tante del­la cit­tà e di tut­ti i cit­ta­di­ni, rispettare le vit­time, i dis­cen­den­ti, tut­ti i cit­ta­di­ni e tut­ta la cit­tà, quan­do si tro­va in questo tipo di eser­cizio del­la sua fun­zione isti­tuzionale.
ECCO PERCHÉ, DOPO AVER RIFLETTUTO, L’UNICO MESSAGGIO CHE INTENDIAMO INVIARE A FRATELLI D’ITALIA L’ABBIAMO RAPPRESENTATO CON LA SATIRA POLITICA
Così la Sezione comu­nista “E.Berlinguer” di Mari­no

Related Images: