Parma, partecipazione ed entusiasmo per il progetto “EduBioBimbi” della Fondazione Anna Mattioli

Parma, partecipazione ed entusiasmo per il progetto “EduBioBimbi” della Fondazione Anna Mattioli

01/02/2024 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 335 volte!

Grande entu­si­as­mo e parte­ci­pazione per la pre­sen­tazione del prog­et­to “Edu­Bio­Bim­bi”, svoltosi mer­coledì 31 gen­naio, pres­so il teatro del­la Scuo­la Pri­maria A. Frank di Par­ma. Una gior­na­ta all’insegna del­la tutela del­la natu­ra come base di buon vivere e stru­men­to di sana cresci­ta per le gio­vani gen­er­azioni. Questi i prin­cipi del vir­tu­oso per­cor­so, che coin­volge i bim­bi delle scuole parmi­giane part­ner in una serie di inizia­tive for­ma­tive e ludiche sul benessere col­le­ga­to alla sosteni­bil­ità ambi­en­tale ed incen­tra­to sul rispet­to di ter­ra e per­sone. Con l’obiettivo, nel con­tem­po, di offrire un approc­cio com­p­lessi­vo all’educazione ambi­en­tale dei bam­bi­ni nel nuo­vo con­testo dei cam­bi­a­men­ti cli­mati­ci. All’evento han­no pre­so parte Rober­to Pagli­u­ca e Bar­bara Galan­ti, Pres­i­dente e Diret­trice Gen­erale del­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli; Agnese Tirabassi, Pre­side IC G. Fer­rari, accom­pa­g­na­ta dalle clas­si del­la scuo­la, Chiara Rossi, respon­s­abile dei Servizi Educa­tivi del Comune di Par­ma, Elis­a­bet­ta Zanichel­li respon­s­abile dell’Ufficio Sco­las­ti­co Regionale per l’Emilia Romagna, Andrea Fer­rante, Con­sulente Sosteni­bil­ità e Ambi­ente del­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli, e Gem­ma Adorni, ref­er­ente del prog­et­to per la Fon­dazione e mem­bro del grup­po spon­ta­neo di volon­tari “I mon­nez­zari di Par­ma”. Durante la pre­sen­tazione è giun­to il salu­to isti­tuzionale, tramite video mes­sag­gio, dell’ex Min­istro delle Politiche Agri­cole, Ali­men­ta­ri e Fore­stali, Tere­sa Bel­lano­va, “che ringrazi­amo per il sosteg­no e per la sen­si­bil­ità dimostra­ta nei con­fron­ti del prog­et­to”, han­no fat­to sapere dal­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli.

Sod­dis­fazione è sta­ta, poi, espres­sa da Pagli­u­ca e Galan­ti: “Siamo molto con­tenti per questo prog­et­to in cui i pic­coli sono i gran­di pro­tag­o­nisti: sono loro, infat­ti, le donne e gli uomi­ni del domani. La pre­sen­tazione di “Edu­Bio­Bim­bi” cade, per­al­tro, a due anni esat­ti dal­la scom­parsa di Anna Mat­ti­oli, voli­ti­va e gen­erosa concit­tad­i­na, di una famiglia parmi­giana doc che ha sem­pre inte­so il val­ore eti­co di fare impre­sa per bene. Anna ave­va un sog­no: resti­tuire al ter­ri­to­rio quel che da esso ave­va rice­vu­to e des­ti­narlo alla cura delle sue radi­ci più vul­ner­a­bili. Dopo due anni, gra­zie alla attiv­ità del­la Fon­dazione che por­ta il suo nome, pos­si­amo dire che il suo deside­rio si sta con­cretiz­zan­do”.

Queste, invece, le parole di Andrea Fer­rante: “Edu­Bio­Bim­bi rap­p­re­sen­ta un prog­et­to impor­tante e inno­v­a­ti­vo poiché l’elemento “gio­co” diven­ta per il bam­bi­no fon­da­men­tale stru­men­to di edu­cazione e di osser­vazione del­la natu­ra come luo­go da tute­lare e non come osta­co­lo. L’elemento di novità, inoltre, sta qui: nel met­tere in rete diver­si luoghi con dif­fer­en­ti ele­men­ti ped­a­gogi­ci in uni­co per­cor­so didat­ti­co”. Men­tre Agnese Tirabassi, Pre­side IC G. Fer­rari ha, infine, sot­to­lin­eato: “Ringrazi­amo la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli, per aver con­di­vi­so con noi un prog­et­to impor­tante e alta­mente educa­ti­vo: oggi è sta­to un momen­to molto parte­ci­pa­to dai bam­bi­ni che ci ha per­me­s­so, in col­lab­o­razione con i Mon­nez­zari di Par­ma, di far conoscere quelle azioni che loro quo­tid­i­ana­mente pos­sono fare per crescere in un ambi­ente sosteni­bile e svilup­pare empa­tia per il mon­do nat­u­rale che ci cir­con­da”. Il prog­et­to Edu­Bio­Bim­bi, par­ti­to nel­lo scor­so otto­bre, per tut­ta la sta­gione sco­las­ti­ca 2023/24 prevede — tra le altre cose — spazi educa­tivi, come fat­to­rie didat­tiche, lezioni inter­at­tive e orti sco­las­ti­ci, al fine di met­tere in prat­i­ca com­por­ta­men­ti e pic­coli gesti da com­piere per con­trastare il cam­bi­a­men­to cli­mati­co e per garan­tire un futuro alla Ter­ra anche attra­ver­so un uso con­sapev­ole delle risorse nat­u­rali.

Related Images: