Tarquinia, VT. Sull’ospedale il PCI denuncia immobilismo dei rappresentanti consiglieri regionali del territorio

Tarquinia, VT. Sull’ospedale il PCI denuncia immobilismo dei rappresentanti consiglieri regionali del territorio

02/12/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1015 volte!

Lui­gi Caria, seg­re­tario provin­ciale del PCI Viter­bo


“Solo pochi mesi fa — fa pre­sente Lui­gi Caria, seg­re­tario del­la Fed­er­azione PCI di Viter­bo — in una set­ti­mana un grande movi­men­to uni­tario di cit­ta­di­ni, a Tar­quinia, ha pri­ma riem­pi­to la piaz­za e le strade del­la cit­tà per una poderosa man­i­fes­tazione a sosteg­no dell’ospedale; e, subito dopo pochi giorni, costret­to il con­siglio comu­nale ad affrotnare la ques­tione anche se con gli inter­venu­ti sem­bra­va già che venis­sero da Marte. Ora — denun­cia con forza il diri­gente comu­nista — dopo questi mesi trascor­si siamo costret­ti a pren­dere di pet­to gli elet­ti ter­ri­to­ri­ali.

Enri­co Panun­zi, con­sigliere regionale PD


Valenti­na Pater­na, con­si­ugliere regionale FdI


Chiedi­amo ai con­siglieri Region­ali Enri­co Panun­zi (PD) e Valenti­na Pater­na (Fratel­li D’Italia) ) cosa stan­no facen­do sul nos­tro beneam­a­to ospedale! Dici­amo ai nos­tri concit­ta­di­ni la ver­ità: che non c’è la volon­tà polit­i­ca per risol­vere il prob­le­ma sul nos­tro ospedale. ‘ dram­mat­i­ca ma ques­ta sem­bra essere la realtà allo sta­to attuale. Sarei pron­to ad andare a Roma per occu­pare la sede dove si riu­nisce il Con­siglio del­la Regione Lazio — rin­cara l’appello Caria — per far sen­tire le nos­tre posizioni. Il Comi­ta­to dell’ospedale ha piana­mente ragione: è ora di far­ci sen­tire, non si può andare avan­ti così, dob­bi­amo chia­mare a scen­dere in piaz­za tut­to il com­pren­so­rio VT2 per dire bas­ta alla pre­poten­za del­la Regione! Noi vogliamo solo il nos­tro ospedale — coc­n­lude il seg­re­tario del PCI — ricor­diamo che il nos­tro ospedale era con­sid­er­a­to uno dei migliori del­la zona del viterbese. Opin­ione non solo “locale”, ma di chi­unque abbia avu­to notizia diret­ta o indi­ret­ta di come sta­vano le cose fino a pochissi­mi anni fa.”.

La man­i­fes­tazione di mar­zo scor­so a Tar­quinia per l’ospedale: dife­so dal comi­ta­to uni­tario di cit­ta­di­ni


Related Images: