“Mare aperto” prosegue il meraviglioso viaggio di Mara Sattei

“Mare aperto” prosegue il meraviglioso viaggio di Mara Sattei

21/11/2023 0 Di Carola Piluso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 195 volte!

Mara Sat­tei è una delle artiste più amate e tal­en­tu­ose degli ulti­mi anni. Gra­zie alla sua voce è rius­ci­ta a con­quistare il cuore del pub­bli­co che la segue pas­so dopo pas­so. La can­tante il 24 novem­bre dopo “Piango in dis­cote­ca” tor­na con “Mare Aper­to”.

Anche qui Mara Sat­tei pros­egue la sua esplo­razione sono­ra nel­l’EDM e la pro­duzione del bra­no è affi­da­ta a Enri­co Brun. “Mare Aper­to” attra­ver­sa la vastità sen­za fine del mare, che diven­ta metafo­ra del­l’im­men­sità dei pen­sieri, dove tut­to è fer­mo e dove è facile perder­si. Ogni bra­no di Mara Sat­tei è un viag­gio, alla scop­er­ta non solo di luoghi fisi­ci, ma anche dell’anima.

Mara Sattei: “Mare Aperto è un brano che parla di vita”

“Mare Aper­toè un bra­no che par­la di vita. Sono nata al mare e tut­ti i ricor­di più bel­li li conser­vo lì. Spes­so, in mare aper­to, mi sono real­mente sen­ti­ta per­sa e anco­ra adesso mi suc­cede di pen­sare di non rius­cire a tornare a riva. Mi immag­i­no lì, tra tut­ti quei pen­sieri, cir­con­da­ta dall’acqua che mi trasporta. Perder­si è però impor­tante per ritrovar­si: le risposte a volte sono lì, sem­pli­ci ma fon­da­men­tali come l’acqua, ma, sovras­ta­ti dal caos del­la vita, non sem­pre rius­ci­amo a ved­er­le”, spie­ga Mara Sat­tei.

Il 2023 di Mara Sat­tei è sta­to un anno ric­co di emozioni, tra la sua parte­ci­pazione al Fes­ti­val di San­re­mo con “Duemil­aminu­ti” (cer­ti­fi­ca­to doppio plati­no), un lun­go tour esti­vo nei migliori fes­ti­val di tut­ta Italia  e poi la fir­ma con Island Records.

Nella sua carriera ha già collezionato 17 dischi di platino

Sem­plic­ità, ele­gan­za, una grande trasver­sal­ità che la rende capace di unire pop e urban, tradizione e con­tin­ua evoluzione, sono tutte carat­ter­is­tiche che con­trad­dis­tin­guono Mara Sat­tei, don­na tra le più in vista del panora­ma musi­cale ital­iano. Nonos­tante abbia solo un album all’attivo e la sua gio­vane età, la sto­ria musi­cale di Mara Sat­tei inizia a pren­dere for­ma già a soli 13 anni e, a oggi, le è val­sa la con­quista di impor­tan­ti col­lab­o­razioni e numerose certificazioni(17 dis­chi di plati­no e 3 dis­chi d’oro).

Mara Sat­tei ha col­lab­o­ra­to con impor­tan­ti col­leghi ital­iani e inter­nazion­ali. Tra i diver­si feat ricor­diamo: “m12ano” – cer­ti­fi­ca­to plati­no – e “l%p” – cer­ti­fi­ca­to oro –, con­tenu­ti rispet­ti­va­mente nel pri­mo e nel sec­on­do album di tha­sup -, “ALTALENE” (trip­lo plati­no) – che l’ha vista a fian­co di Coez nel bra­no trip­lo plati­no estrat­to da “BV3” – “Dilemme Remix” – sin­go­lo cer­ti­fi­ca­to plati­no, che ha seg­na­to l’unione artis­ti­ca inter­nazionale tra lei, Lous and the Yakuza e tha­sup -, “Spigoli” — trac­cia trip­lo plati­no fir­ma­ta insieme a Carl Brave e tha­sup –, “Par­ente­si” – che ha vis­to Gior­gia tra gli ospi­ti del suo pri­mo album “Uni­ver­so” (2022) –, la scor­sa estate, “LA DOLCE VITA” — sin­go­lo di Fedez cer­ti­fi­ca­to cinque volte plati­no -, che la vede in feat insieme a TANANAI e il remix di “IL MIO NOME” in feat con Ernia.

Related Images: