Civita Castellana, Viterbo. Adesione e appello a partecipare alla Fiaccolata ANPI di martedì da parte di Luigi Caria, segretario PCI provinciale

Civita Castellana, Viterbo. Adesione e appello a partecipare alla Fiaccolata ANPI di martedì da parte di Luigi Caria, segretario PCI provinciale

11/11/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 981 volte!

Lui­gi Caria, seg­re­tario provin­ciale PCI di Viter­bo


Il seg­re­tario provin­ciale di Viter­bo del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, Lui­gi Caria, ha annun­ci­a­to la pro­pria parte­ci­pazione alla Fiac­co­la­ta per il Ces­sate il Fuo­co in Palesti­na indet­ta dall’Anpi per mart­edì 14 alle ore 17.30 in piaz­za Mat­teot­ti. Quin­di, riv­olto a com­pagne e com­pag­ni, cit­ta­di­ni e cit­ta­dine che non toller­a­no ulteriri sparg­i­men­ti di sangue inno­cente, Caria ha lan­ci­a­to un vero e pro­prio appel­lo a parte­ci­pare alla Fiac­co­la­ta, “per­chè — ha det­to ‑noi, il Pci, è e res­ta a fian­co del Popo­lo Palesti­nese e delle sue legit­time aspi­razioni. L’imperativo è il ces­sate il fuo­co e la de-esca­la­tion. Per la pace, oggi ser­vono inizia­tive con­crete. La comu­nità inter­nazionale riconosca lo Sta­to Palesti­nese. Oltre ciò, non rimane che il cicli­co ripeter­si di una spi­rale di feroce vio­len­za che rischia di far pre­cip­itare il mon­do nel bara­tro.”. “Occorre dire bas­ta alla spi­rale che allon­tana sem­pre più dal­la soluzione, nec­es­saria e pos­si­bile, al prob­le­ma di fon­do, che è e res­ta quel­lo del­l’ir­risol­ta ques­tione palesti­nese.- sot­to­lin­ea il diri­gente comu­nista — Non può essere derubri­ca­to a mera cronaca il fat­to che le delibere dell’Onu cir­ca la neces­sità di affer­mare con l’e­sisten­za del­lo Sta­to di Israele quel­lo di Palesti­na sono rimaste sul­la car­ta, che a ciò ha fat­to segui­to una polit­i­ca israeliana che ha ridot­to il ter­ri­to­rio antecedente la guer­ra del ‘67 da riconoscere ai palesti­ne­si, ne ha immiser­i­to le con­dizioni, com­pres­so la lib­ertà, leso la dig­nità, in un crescen­do che ha investi­to la Cis­gior­da­nia e seg­nata­mente la Striscia di Gaza, una pri­gione a cielo aper­to, legit­ti­man­do tan­ti a par­lare di geno­cidio. Per questo — con­clude Caria — sare­mo in piaz­za uni­tari­a­mente e fac­ciamo appel­lo alla parte­ci­pazione di molti, come del resto sta avvene­do in molte par­ti d’Italia e del mon­do.”.

Inizia­ti­va del PCI a Tar­quinia con Sonia Peco­ril­li, Ugo Moro e Lui­gi Caria

Related Images: