Zibba: “Si dorme come i cani è molto più di un brano, è cercare la pace”

Zibba: “Si dorme come i cani è molto più di un brano, è cercare la pace”

13/10/2023 0 Di Carola Piluso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 426 volte!

Zib­ba autore, musicista e pro­duc­er apprez­za­tis­si­mo dal­la sce­na ital­iana tor­na con un nuo­vo sin­go­lo. “Si dorme come cani” (Piog­gia Rossa Dis­chi), antic­i­pa il nuo­vo dis­co, “La cit­tà dall’alto”, in usci­ta il 10 novem­bre. Ecco tut­to quel­lo che c’è da sapere sul nuo­vo bra­no di Zib­ba.

Zib­ba si è sem­pre dis­tin­to per la sua unic­ità, è un artista che sa descri­vere i sen­ti­men­ti con le parole. Rende l’as­trat­to con­cre­to e il suo viag­gio musi­cale è fuori dal tem­po. Questo prog­et­to vuole essere un per­cor­so carat­ter­iz­za­to dall’incontro tra sto­rie per­son­ali ed ele­men­ti dei pri­mi rac­con­ti di Ita­lo Calvi­no. Scrit­to da Zib­ba con l’aiuto di Samuele Pup­po, che ha cura­to con Zib­ba le musiche del dis­co, il bra­no è ispi­ra­to all’omonimo rac­con­to con­tenu­to nel­la rac­col­ta “Ulti­mo Viene il Cor­vo”, ded­i­ca­ta alla guer­ra e alla resisten­za, alla morale umana e al dis­cern­i­men­to tra bene e male.

Zibba nel suo progetto mette al centro l’anima umana e la contemporaneità

“”Si dorme come cani” rac­con­ta il pun­to di vista di chi deve fare i con­ti con qual­cosa che non avrebbe volu­to vedere o sen­tire. Una preghiera sdra­iati sul pavi­men­to di una stazione, a cer­care pace nel tabac­co e negli stordi­men­ti da son­no.” Queste le parole del­l’artista per descri­vere il bra­no.

In direzione osti­na­ta e con­traria rispet­to alla bulim­ia dei tem­pi, Zib­ba rimette al cen­tro una paro­la piena di ani­ma: attinge dal­la let­ter­atu­ra, rac­coglie la com­p­lessità del nos­tro vivere quo­tid­i­ano, costru­isce rif­les­sioni e cer­ca la sostan­za, costru­en­do una musi­ca fat­ta di tem­pi dis­te­si e una ruvi­da e pal­pa­bile con­tem­po­raneità. Zib­ba usa un lessi­co schi­et­to, sem­plice. Una scelta che lo avvic­i­na, da sem­pre, alla poet­i­ca dei gran­di can­tau­tori ital­iani e resti­tu­isce aut­en­tic­ità a un rac­con­to che non man­ca mai di del­i­catez­za e pro­fon­dità.

Ricor­diamo che il can­tau­tore ha vin­to tra i pre­mi più pres­ti­giosi del­la musi­ca ital­iana, come la Tar­ga Ten­co per il miglior album, il Pre­mio Bin­di nel 2011, gli On Stage Awards 2015.

Related Images: